Monte Fantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Fantino
Monte Fantino e Pian Camozzera.png
Il Monte Fantino e Pian Camozzera
StatoItalia Italia
Regione  Piemonte
Provincia  Cuneo
Altezza2 094 m s.l.m.
Prominenza161 m
CatenaAlpi
Coordinate44°13′10.65″N 7°47′38.49″E / 44.219624°N 7.794026°E44.219624; 7.794026
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Fantino
Monte Fantino
Mappa di localizzazione: Alpi
Monte Fantino
Dati SOIUSA
Grande ParteAlpi Occidentali
Grande SettoreAlpi Sud-occidentali
SezioneAlpi Liguri
SottosezioneAlpi del Marguareis
SupergruppoCatena Marguareis-Mongioie
GruppoGruppo Mongioie-Mondolè
SottogruppoDorsale Cima Brignola-Mondolè
CodiceI/A-1.II-B.4.b

Il Monte Fantino (2.094 m s.l.m.[1]) è una montagna delle Alpi Liguri nella sottosezione delle Alpi del Marguareis.

Geologia[modifica | modifica wikitesto]

Vista da nord

Il Monte Fantino si trova in una ampia zona di natura principalmente calcarea. Attorno alla montagna sono presenti alcune cavità naturali.[2]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

La croce di vetta, a sinistra il Mondolè

La montagna si trova sullo spartiacque tra due valloni della val Corsaglia, bagnati dal Rio Sbornina e dal Rio Sotto Crosa. Il crinale si origina dalla Cima della Brignola, perde quota fino al Bocchino della Brignola (2.276 m), risale alla Cima Ferlette e prosegue poi con la punta del Lusco (2.277 m) e il Monte Fantino, esaurendosi alla confluenza tra i due corsi d'acqua presso le "Stalle Buroch".[1] Il punto culminante della montagna è segnalato da una alta croce di vetta metallica; la sua prominenza topografica è di 161 m.[3]. Il monte Fantino è caratterizzato ad est da pendii prativi regolari e molto ripidi, mentre si affaccia verso nord-ovest sul vallone del rio Sbornina con una parete di rocciosa quasi verticale di quasi 500 metri di dislivello.[2]

Salita alla vetta[modifica | modifica wikitesto]

Accesso estivo[modifica | modifica wikitesto]

La montagna è accessibile con un percorso escursionistico, valutato di difficoltà E[4] dalla Sella Brignola (1.933 m), a sua volta raggiungibile dal fondo della Val Corsaglia (Ponte di Murao)[5] o dal Rifugio della Balma. Sulla strapiombante parete nord-ovest, affacciata verso il vallone Sbornina, sono state tracciate alcune storiche vie di arrampicata.[6]

Accesso invernale[modifica | modifica wikitesto]

Il Monte Fantino è meta di alcuni percorsi scialpinistici, che partono da località diverse; in particolare la si può raggiungere da Prato Nevoso. La difficoltà e stimata in BS (Buoni Sciatori).[7]

Punti di appoggio[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fraternali, carta 1:25.000.
  2. ^ a b Federico Sacco, Nuove caverne ossifere e non ossifere nelle Alpi Marittime, in Bollettino del Club alpino italiano, Torino, G.Candeletti - Tipografo del C.A.I., 1885, p. 237, ISBN non esistente. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  3. ^ (EN) Monte Fantino, su peakery.com. URL consultato il 27 ottobre 2021.
  4. ^ Fantino (Monte) dal Ponte Murao, su gulliver.it, Gullver.it, 9 giugno 2018. URL consultato il 29 ottobre 2021.
  5. ^ Furio Chiaretta, Filippo Ceragioli e Aldo Molino, 610 - La Sella della Brignola, il Monte Fantino (2094 m), in A piedi in Piemonte, vol. 1, Subiaco, Iter edizioni, 2006, pp. 246-248, ISBN 88-8177-115-2.
  6. ^ CAI-TCI, Alpi liguri, pag. 421-423.
  7. ^ Fantino (Monte) da Prato Nevoso per il Rifugio della Balma, su gulliver.it, 28 febbraio 2021. URL consultato il 28 ottobre 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Cartografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]