Monastero di Xeropotamou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monastero di Xeropotamou
07Athos Chiropatamou.jpg
StatoGrecia Grecia
PeriferiaMonte Athos
ReligioneCristiana ortodossa
TitolareQuaranta martiri di Sebaste
ConsacrazioneX secolo

Coordinate: 40°13′40.54″N 24°13′11.33″E / 40.227928°N 24.219814°E40.227928; 24.219814

Il monastero di Xeropotamou (in greco: Μονή Ξηροποτάμου) è uno dei venti monasteri della Chiesa ortodossa della Repubblica del Monte Athos, Grecia.

È posto a sud-ovest della penisola, duecento metri al di sopra del porto di Dafni.

Occupa l'ottavo rango nella gerarchia dei monasteri atoniti ed è dedicato ai Quaranta martiri di Sebaste, che si festeggia il 9 marzo (22 marzo).

Nel 1990 contava quaranta monaci che vivevano sotto la regola idiorritmica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei monasteri più antichi della Santa Montagna. Una certa tradizione lo vuole fondato dalla regina Pulcheria nel V secolo. Altri la fanno risalire a un monaco di nome Paolo figlio dell'imperatore Michele I Rangabe, altri a un monaco di nome Paolo Xiropotaminos, che ebbe l'autorizzazione dall'imperatore Romano I Lecapeno nel X secolo.

Patrimonio artistico[modifica | modifica wikitesto]

Vi sono custodite molte reliquie tra le più famose uno dei frammenti più grandi della Vera Croce lunga 31 e larga 16 centimetri e con uno spessore di 25. La biblioteca conta 405 manoscritti e circa 600 libri stampati.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN131058262 · LCCN (ENn82070733 · GND (DE1236839-8 · BNF (FRcb161786246 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n82070733
Ortodossia Portale Ortodossia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ortodossia