Monastero di Sanahin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monastero di Sanahin
Sanahin-Amenaprkich.jpg
Sanahin Monastery.jpg
Localizzazione
StatoArmenia Armenia
ProvinciaLori (Armenia)
LocalitàSanahin
Coordinate41°05′14″N 44°39′58″E / 41.087222°N 44.666111°E41.087222; 44.666111Coordinate: 41°05′14″N 44°39′58″E / 41.087222°N 44.666111°E41.087222; 44.666111
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneX secolo
Stilearchitettura armena
UNESCO white logo.svg Bene protetto dall'UNESCO
Monasteri di Haghpat e Sanahin
UNESCO World Heritage Site logo.svg Patrimonio dell'umanità
Sanahin-Amenaprkich.jpg
TipoCulturali
Criterio(ii) (iv)
PericoloNon in pericolo
Riconosciuto dal2000
Scheda UNESCO(EN) Monasteries of Haghpat and Sanahin
(FR) Scheda

Il monastero di Sanahin è un monastero armeno nella provincia di Lori.

Il monastero comprende diversi edifici, chiese e tombe. La parte più antica, il sancta sanctorum della chiesa di Santa Madre di Dio (Surp Astvatsatsin) risale al 928, mentre la biblioteca risale al 1062[1] Nel XII secolo vi fu istituita una scuola di medicina[1].

Letteralmente in armeno il nome Sanahin significa "questo è più vecchio di quello", probabilmente in riferimento al vicino monastero di Haghpat[1]. I due villaggi e i due monasteri sono molto simili fra loro, e dall'uno si può perfettamente vedere l'altro; entrambi sorgono su un altopiano dissestato, separati da una profonda crepa formata da un piccolo fiume che si getta nel fiume Debed.

Come per Haghpat, Sanahin è freequentato da un crescente numero di turisti, visto il suo inserimento nell'itinerario di diverse agenzie turistiche armene. Il complesso appartiene alla Chiesa apostolica armena e vi sono numerosi khachkar (cippi funerari scolpiti) e tombe di vescovi.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c John Noble, Michael Kohn e Danielle Systermans, Georgia, Armenia e Azerbaigian, Lonely Planet, 2012, pp. 189-190, ISBN 9788866390404.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316878956 · WorldCat Identities (ENlccn-n83153357