Monarch of the Seas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Monarch
Monarch of the Seas Cococay (6383800259).jpg
La Monarch of the Seas nel 2011
Descrizione generale
Flag of the Bahamas.svg
Tipo nave da crociera
Classe Sovereign
Armatore Royal Caribbean International (1991-2013)
Pullmantur Cruises (2013-presente)
Registro navale DNV GL
Porto di registrazione Oslo, Flag of Norway.svg (15 ottobre 1991 - 31 gennaio 2015)
Nassau, Bahamas Civil Ensign of the Bahamas.svg (31 gennaio 2005 - 1 aprile 2013)
La Valletta, Malta Civil Ensign of Malta.svg (1 aprile 2013 - )
Identificazione Numero IMO: 8819500
9HA3314 NineHotelAlfaThreeThreeOneFour
Costruttori Chantiers de l'Atlantique
Cantiere Saint-Nazaire
Impostazione 31 luglio 1989[1]
Varo 22 settembre 1990
Completamento 15 ottobre 1991
Nomi precedenti Monarch of the Seas (15 ottobre 1991 - 1 aprile 2013)[2]
Stato in servizio
Caratteristiche generali
Stazza lorda 73 937 tsl
Portata lorda 6 500 tpl
Lunghezza 268,32 m
Larghezza 32,2 m
Pescaggio 7,55 m
Propulsione 4 motori Diesel Pielstick-Alsthom 9 cilindri, 20 490 kW
Velocità 19 nodi (35 km/h)
Passeggeri 2 744

[1] [2]

voci di navi passeggeri presenti su Wikipedia

La Monarch of the Seas è la seconda delle navi da crociera di classe Sovereign fatte costruire dalla Royal Caribbean International. Dal 2013 è parte della flotta di Pullmantur Cruises, con il nome di Monarch.

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Con una stazza lorda di 73.937 tonnellate la Monarch è stata una delle più grandi navi da crociera nel mondo al tempo del suo completamento, arrivando a portare 2.744 passeggeri.

La Monarch ha un campo da pallacanestro, due campi da shuffleboard e una parete per arrampicata, identificata come una caratteristica esclusiva della Royal Caribbean International. Ci sono anche due grandi piscine di acqua salata. La nave è stata completamente ristrutturata nel 2003 prima di riprendere servizio a Los Angeles. La ristrutturazione aggiunse la parete per arrampicata, Ben & Jerry's Ice Cream e Seattle's Best Coffee, un Latin Bar, una discoteca, un ristorante Asian-fusion e un centro conferenze. Il centro fitness, la spa e l'area bambini sono state invece ampliate.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Seconda della classe, la Monarch of the Seas fu varata il 22 settembre 1989, venendo consegnata alla Royal Caribbean il 15 ottobre dell'anno seguente, con un ritardo di sei mesi dovuto a un incendio scoppiato a bordo durante la costruzione[3]. Fu impiegata principalmente in crociere nei Caraibi.

Nella notte del 15 dicembre 1998 la nave urtò violentemente uno scoglio nelle vicinanze dell'isola di Saint Martin, dove un passeggero che aveva subito un infarto era stato sbarcato[4]. La Monarch of the Seas fu volontariamente portata su un basso fondale e i 2557 passeggeri presenti a bordo furono evacuati senza incidenti[4]. L'incidente, causato dalla mancata segnalazione dello spostamento di una boa sulle carte di navigazione e da diversi errori umani, causò dei gravi danni alla nave, che rientrò in servizio solo nell'aprile 1999[4][3].

Nel gennaio 2005 la nave prese bandiera delle Bahamas. Il 1º aprile 2013 la nave fu venduta alla Pullmantur Cruises e ribattezzata Monarch.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) MONARCH - DNV GL Vessel Register, su vesselregister.dnvgl.com. URL consultato il 6 marzo 2017.
  2. ^ a b (DA) Monarch (2013-), IMO 8819500, su faergelejet.dk. URL consultato il 6 marzo 2017.
  3. ^ a b (SV) M/S MONARCH OF THE SEAS (1991), su faktaomfartyg.se. URL consultato il 6 marzo 2017.
  4. ^ a b c (EN) Report of investigation into the circumstances surrounding the grounding of the Monarch of the Seas on Proselyte Reef in Great Bay, Philipsburg, St Maarten, Netherlands Antilles on December 15, 1998, resulting in major vessel damage, no loss of life and minor pollution (PDF), su uscg.mil. URL consultato il 6 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]