Moderati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Moderati per il Piemonte)
Moderati
Simbolo moderati.svg
PresidenteGiuliano Manolino
SegretarioGiacomo Portas
StatoItalia Italia
SedeVia XX Settembre, 9
10121 Torino
Fondazione20 dicembre 2005
IdeologiaCristianesimo democratico
CollocazioneCentro
CoalizioneItalia. Bene Comune (2013)
alleato con PD
Seggi Camera
1 / 630
Nel gruppo PD
Seggi Senato
0 / 315
Seggi Europarlamento
0 / 73
Seggi Consiglio regionale
2 / 897
Sito web

I Moderati sono un partito politico italiano radicato principalmente in Piemonte, ma presente anche in Lombardia, Emilia-Romagna, Campania e Sicilia.

Segretario della formazione politica è Giacomo Portas, deputato eletto come indipendente nelle liste del Partito Democratico[1].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I Moderati sono nati il 20 dicembre 2005, con la scelta dei consiglieri regionali piemontesi Giuliano Manolino e Giovanni Pizzale di abbandonare rispettivamente Forza Italia e Italia dei Valori[2].

Il primo ha lungamente svolto la carica di sindaco di Pecetto; l'altro ha ricoperto l'incarico di responsabile nazionale per la Sicurezza[3].

Al gruppo si sono uniti anche Mauro Laus (già vicesegretario torinese del PD)[4] e Graziella Valloggia (eletta in Regione come indipendente nel Partito della Rifondazione Comunista)[5][6].

Nel suo primo anno di vita sono oltre 70 i consiglieri comunali o provinciali che aderiscono ai Moderati. Alle 2007, primo vero banco di prova, il risultato parla di 9 seggi in 4 consigli, con il maggior consenso a Moncalieri (10,01%)[7]. Il partito diviene così «la novità politica più significativa comparsa sulla scena politica» piemontese[8].

Per le elezioni politiche del 2008 il partito stringe un'alleanza con il Partito Democratico[9] volta alla «costruzione di una politica riformista, attenta ai bisogni popolari, lontana dalle tentazioni populiste e massimaliste. (...) in quest'ottica i Moderati si riconoscono nel programma presentato dal PD, sostengono la candidatura di Walter Veltroni e indicano Giacomo Portas per l'inserimento nelle liste del PD per la Camera dei deputati (...) mantenendo la propria autonomia politica e organizzativa»[10]. Come previsto Portas viene eletto deputato indipendente nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Piemonte 1. Tuttavia il logo del partito appariva in molte altre circoscrizioni all'interno del cartello della Lista dei grilli parlanti, dando luogo a una querelle giudiziaria[11][12].

L'alleanza Moderati-PD viene confermata il mese dopo da un incontro ufficiale tra i Segretari Portas e Veltroni[13].

Allo stesso tempo si decide di avviare una collaborazione con il PLI[14][15].

Alle elezioni provinciali del 2009 il partito ottiene 28.329 voti,pari al 2,69% ed elegge un consigliere.

L'11 dicembre 2010 e il 5 novembre 2011 la formazione partecipa alle manifestazioni nazionale promosse dal PD[16][17][18][19].

Il 15 marzo 2012 alla Camera dei Deputati viene presentata la testata giornalistica on line Moderati e Riformisti di Centro Sinistra, il cui direttore editoriale è Giorgio Benvenuto[20][21].

Alle elezioni politiche del 2013, all'interno della coalizione di centro-sinistra, vengono presentate liste solamente in due regioni. Esse ottengono rispettivamente lo 0,09% e lo 0,41%, non riuscendo così ad eleggere nessun senatore. Viene invece rieletto alla Camera il segretario del partito Giacomo Portas, candidato nelle liste del PD.[22]

Alle regionali piemontesi del 2014 i Moderati decidono di sostenere il candidato del centrosinistra Sergio Chiamparino, che risulterà vincitore. I Moderati col 2,5% riescono a far eleggere due loro esponenti al consiglio regionale.

Il 1º agosto 2015 il senatore Michelino Davico (ex Lega Nord e Italia dei Valori) aderisce al partito[23].

Il 19 maggio 2016 il deputato Aniello Formisano (ex IdV) aderisce al partito.

Il 17 giugno 2016 si costituisce nel gruppo misto alla Camera la componente Movimento PPA-Moderati, formata da Formisano e due deputati indipendenti. Portas decide però di non aderirvi e di restare nel gruppo PD. La componente si scioglie il 19 gennaio 2017.

Il 9 febbraio 2017 Formisano aderisce al gruppo Civici e Innovatori, restando comunque membro dei Moderati; tuttavia il 28 febbraio 2017 abbandona il partito per aderire ad Articolo 1 - Movimento Democratico e Progressista, il nuovo partito di sinistra nato dalla scissione del Partito Democratico.

Qualche mese più tardi anche Davico lascia i Moderati per aderire al gruppo Federazione della Libertà.

Alle elezioni politiche del 2018 i Moderati si presentano ancora inseriti nelle liste del Partito Democratico. Giacomo Portas, candidato nella quota proporzionale della circoscrizione Piemonte 1 per la Camera, viene eletto come primo degli esclusi grazie alla contemporanea elezione del capolista Pier Carlo Padoan in un collegio uninominale.[24]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Voti % Seggi
Politiche 2008 Camera Nel Partito Democratico 1
Senato - - 0
Regionali Piemonte 2010 58.010 3,06 1
Politiche 2013 Camera Nel Partito Democratico 1
Senato 14.512[25] 0,05 0
Regionali Piemonte 2014 47.901 2,46 2
Politiche 2018 Camera Nel Partito Democratico 1
Senato - - 0

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Profilo personale[collegamento interrotto]
  2. ^ Forza Italia addio: fuggono in tre[collegamento interrotto]
  3. ^ I moderati cambiano casacca
  4. ^ Laus-Portas, la strana alleanza
  5. ^ Anche Valloggia passa ai Moderati
  6. ^ Consiglio regionale del Piemonte - Gruppo consiliare Moderati[collegamento interrotto]
  7. ^ I moderati
  8. ^ L'irresistibile ascesa dei senza tessera 'A maggio saremo l'ago della bilancia'
  9. ^ Portas e i suoi Moderati Un alleato per Veltroni
  10. ^ L'accordo fra il Pd e i Moderati
  11. ^ Moderati, Tar boccia Portas Non può usare il simbolo
  12. ^ Moderati, ecco la replica di Portas
  13. ^ Incontro tra Walter Veltroni e Giacomo Portas[collegamento interrotto]
  14. ^ Accordo politico tra il PLI ed il movimento “MODERATI”
  15. ^ PD: Tonini, "guardiamo con interesse al processo federativo avviato da Pli e Moderati"[collegamento interrotto]
  16. ^ Manifestazione PD: moderati dal Piemonte a Roma Archiviato il 27 aprile 2012 in Internet Archive.
  17. ^ Ricostruzione, in nome del popolo italiano Archiviato il 26 aprile 2012 in Internet Archive.
  18. ^ Corteo a Roma con omaggio
  19. ^ In particolare il segretario Bersani in apertura del suo discorso del 5 novembre Archiviato il 26 aprile 2012 in Internet Archive. saluterà la presenza dei Moderati come alleati di centrosinistra («un saluto alle forze del centrosinistra: SEL, IDV, I Socialisti, i Moderati di Portas»)
  20. ^ Presentazione del quotidiano on line "Moderati e riformisti per il centrosinistra" (www.moderatiriformisti.it).
  21. ^ PARLIAMO DI NOI:CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI "MODERATI E RIFORMISTI"
  22. ^ Elezioni 2013: gli eletti in Piemonte 1 alla Camera dei Deputati
  23. ^ Senato: Portas, Davico tra i Moderati
  24. ^ Ministero dell'Interno - Archivio storico delle elezioni
  25. ^ Lista presente solamente in Sicilia e Lombardia
Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica