Modelli di sigaretta elettronica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Esistono svariate tipologie e combinazioni di sigaretta elettronica. Ma tutte quante sono riconducibili a due grandi macrofamiglie: meccaniche ed elettroniche.

Descrizione e tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Sigarette di tipo meccanico[modifica | modifica wikitesto]

Le sigarette di tipo meccanico consistono in un semplice tubo di materiale metallico, plastico o di altra tipologia che ha la funzione di ospitare una batteria, generalmente agli ioni di litio (il modello 18650 è il più diffuso), e nella maggior parte dei casi sono dotate esclusivamente di un bottone per chiudere il circuito ed alimentare l'atomizzatore. Quest'ultimo viene avvitato ad una estremità del tubo ed ospita una resistenza (generalmente una bobina di filo metallico) circondata da un materiale (solitamente cotone) capace di trasportare il liquido per capillarità. Quando il circuito viene chiuso una tensione è applicata alla bobina, ed il passaggio di corrente all'interno della stessa genera una quantità di calore variabile a seconda della tensione generata dalla batteria e alla resistenza della bobina stessa, e per Effetto Joule quest'ultima si riscalderà e vaporizzerà il liquido, permettendo all'utilizzatore di inalarlo.

Sigaretta di tipo elettronico[modifica | modifica wikitesto]

Le sigarette di tipo elettronico, a differenza di quelle meccaniche, presentano un circuito interposto tra batteria e atomizzatore che ha lo scopo di modulare la tensione applicata alla resistenza a seconda delle preferenze dell'utilizzatore. Il circuito spesso ha anche funzione di ricarica della batteria e di protezione da corto-circuiti, sovraccarichi e cattivo utilizzo dello strumento. Attraverso il circuito è possibile scegliere la potenza dissipata dalla resistenza, la tensione applicata ad essa, è possibile mantenere il vapore emesso ad una temperatura prestabilita, oltre a funzioni aggiuntive come contare il numero di attivazioni ed i secondi di attivazione dell'atomizzatore.

Ego[modifica | modifica wikitesto]

Una sigaretta elettronica modello Ego
L'atomizzatore o cartomizzatore

Sono composte da una batteria, un atomizzatore (o cartomizzatore) composto da un cilindro, entro il quale si introduce il liquido, in cui è incluso un vaporizzatore.

Ego T (tank)[modifica | modifica wikitesto]

In questa tipologia di Ego il vaporizzatore è separato rispetto al serbatoio (o tank) che contiene il liquido.

Elips[modifica | modifica wikitesto]

Una sigaretta elettronica modello Elips
A sinistra un tank, a destra un vaporizzatore di una Elips

In questo modello il vaporizzatore è separato dal serbatoio che contiene i liquidi. È più sottile, leggera e corta dei modelli Ego e di solito monta una batteria di voltaggio minore per ridurre al minimo le dimensioni.

A voltaggio variabile[modifica | modifica wikitesto]

Questa tipologia ha una batteria a voltaggio regolabile, di solito da 3,5 a 5 Volt per adattarla alle esigenze dell'utilizzatore. Minore sarà il voltaggio maggiore sarà la percezione degli aromi a scapito del calore del vapore e viceversa.