Model European Parliament

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I Model European Parliament (MEP) sono conferenze per studenti universitari delle scuole superiori in cui vengono simulati i lavori del Parlamento Europeo.

Nei MEP gli studenti partecipanti assumono il ruolo di europarlamentari e svolgono diverse attività: tenere discorsi nell'aula parlamentare, stringere accordi con altri deputati, far valere le proprie opinioni nel dibattito democratico.

Lo scopo della simulazione è la redazione e la votazione di una proposta di legge risolutiva del topic assegnato dalla Commissione di appartenenza.

Gli obiettivi formativi dei MEP sono:

  • Diffondere i valori della cittadinanza europea;
  • Stimolare le giovani generazioni alla comprensione e partecipazione alla vita democratica europea;
  • Stimolare le giovani generazioni a far valere le proprie opinioni ed idee in un regime di dibattito democratico;
  • Favorire l'incontro fra le culture e le storie delle popolazioni europee;
  • Migliorare le capacità oratorie degli studenti in una lingua diversa dalla propria;
  • Favorire un approccio di studio non tradizionale basato sull'acquisizione delle competenze spendibili nel mondo del lavoro sul campo.

Le sedute del Model European Parliament[modifica | modifica wikitesto]

Il Model European Parliament, in generale, dura dai 3 ai 5 giorni. La conferenza ha inizio con la cerimonia di apertura in cui si iniziano ufficialmente i lavori parlamentari e si conclude con la cerimonia chiusura in cui solitamente si svolgono: la Plenary Session in cui si leggono e votano le proposte di legge, e uno spazio dedicato all'intervento di personalità rilevanti nell'ambito delle istituzioni europee.

I partecipanti alla sessione in qualità di europarlamentari vengono definiti MEPs (Members of European Parliament): gli stessi sono suddivisi in gruppi corrispondenti alle Commissioni del Parlamento Europeo (Affari esteri, Commercio internazionale, Ambiente, Industria, Sviluppo regionale, Agricoltura, Istruzione, Giustizia, Affari costituzionali, Difesa); e dovranno redigere proposte di legge volte alla risoluzione dei topics assegnati.

Le proposte di legge verranno successivamente discusse nella Plenary Session in coda ad ogni sessione, dove, secondo i riti e le procedure proprie del Parlamento Europeo, tutti i delegati decideranno se promuoverle o bocciarle.

I delegati sono coadiuvati nelle loro funzioni da studenti più esperti, che hanno già partecipato ad una o più sessioni MEP: si tratta dei Presidenti di Commissione (o chair, da chairman), che svolgono un ruolo tecnico e di moderazione delle singole commissioni. Esiste infine lo Staff costituito da membri dell'Associazione, principalmente giovani universitari che si occupano in prima persona dell'organizzazione della sessione e della presidenza dell'Assemblea Generale.

I Model European Parliament in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Cerimonia chiusura IMEP 2016
La cerimonia di chiusura dell'Italian Model European Parliament (IMEP) 2016 presso la Sala Tempio di Adriano (Piazza di Pietra, Roma)

In Italia sono presenti principalmente due realtà associative che realizzano i Model European Parliament.

La più recente simulazione del Parlamento europeo, che si è tenuta dal 13 al 16 aprile 2016[1] a Roma, è stata l'Italian Model European Parliament (IMEP) ed ha ottenuto l'Alto Patrocinio del Parlamento europeo[2]. La simulazione si è svolta in sedi istituzionali, quali: la sede ufficiale del Parlamento Europeo in Italia a Via Quattro Novembre, l'Aula Tirreno nella sede della Regione Lazio e il Tempio di Adriano a Piazza di Pietra.

La simulazione è stata organizzata dall'Associazione European People composta da studenti universitari e professionisti nel settore della formazione.[3]

L'Italian Model European Parliament, nell'edizione del 2016, si è attestata come la più grande simulazione del Parlamento europeo in Italia, secondo l'Associazione[1], vedendo la partecipazione di 200 studenti universitari e della scuola secondaria di secondo grado provenienti da tutta Italia.

La prossima edizione del progetto, dato l'aumento del numero di partecipanti, si terrà in due località differenti: Roma, dal 28 al 31 marzo 2017, e Milano dal 7 al 10 marzo 2017.[1]

Le altre simulazioni del Parlamento europeo in Italia, meno recenti, sono state organizzare dall'Associazione Model European Parliament Italia, che si è costituita ufficialmente nel settembre 1996 a Modena, ed è composta soprattutto da docenti, studenti delle scuole superiori, studenti universitari.

Nel corso degli anni, il numero di scuole aderenti al progetto è cresciuto notevolmente: attualmente sono circa una trentina, secondo l'Associazione Model European Parliament Italia[4]. Le città coinvolte sono state Roma, Napoli, Bologna, Modena, Mirandola, Carpi, Reggio Emilia, Ferrara, Bassano del Grappa, Prato, Palermo e Cento, tutte sedi di vari Licei scientifici e classici, ma anche Istituti tecnici che partecipano ormai da molti anni a questa attività. È prevista una sessione nazionale dal 24 al 28 ottobre 2016 ad Assisi.

Attualmente il sito web dell'Associazione Model European Parliament Italia è in fase di ristrutturazione[4]

I Model European Parliament in Europa[modifica | modifica wikitesto]

A livello europeo la pioniera nel campo dei Model European Parliament è la Model European Parliament Foundation, una fondazione culturale, apolitica, senza fini di lucro, che si è costituita ufficialmente nel 1994 a L'Aia, nei Paesi Bassi.

In altro ogni Stato europeo esistono associazioni nazionali che organizzano sessioni regionali, nazionali ed internazionali in collegamento con quelle europee.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (IT) IMEP: la più grande simulazione del Parlamento europeo in Italia. Il progetto e la passata edizione., europeanpeople.eu. URL consultato l'08 agosto 2016.
  2. ^ (IT) IMEP ottiene l'Alto Patrocinio del Parlamento Europeo da Martin Schulz, europeanpeople.eu. URL consultato l'08 agosto 2016.
  3. ^ (IT) European People: chi siamo e la nostra mission, europeanpeople.eu. URL consultato l'08 agosto 2016.
  4. ^ a b MEP Italia, mepitalia.eu. URL consultato il 27-05-2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Unione europea Portale Unione europea: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Unione europea