Mob City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mob City
Mob City.jpg
Titolo originale Mob City
Paese Stati Uniti d'America
Anno 2013-2014
Formato serie TV
Genere poliziesco, neo-noir
Stagioni 1
Episodi 6
Durata 40 min circa
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 16:9
Colore colore
Audio Dolby Surround
Crediti
Ideatore Frank Darabont
Interpreti e personaggi
Casa di produzione Darkwood Productions
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 4 dicembre 2013
Al 18 dicembre 2013
Rete televisiva TNT

Mob City è una serie televisiva statunitense, creata da Frank Darabont per il network TNT. La serie è basata sul libro L.A. Noir: The Struggle for the Soul of America's Most Seductive City di John Buntin.[1]

Viene trasmessa su TNT dal 4 dicembre 2013.[2] Il 10 febbraio 2014 il network TNT ufficializza la cancellazione della serie.[3]

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

  • Joe Teague, interpretato da Jon Bernthal.
    Ex marine divenuto poliziotto alle prese con la corruzione del dipartimento di polizia e nel conflitto tra Parker e Cohen.
  • Mickey Cohen, interpretato da Jeremy Luke.
    Il gangster più pericoloso di Los Angeles.
  • Ned Stax, interpretato da Milo Ventimiglia.
    Avvocato che lavora per Cohen, ex commilitone di Teague durante la guerra.
  • Hal Morrison, interpretato da Jeffrey DeMunn.
    Detective a capo della nuova squadra antimafia della polizia di Los Angeles.
  • Jasmine Fontaine, interpretata da Alexa Davalos.
    Bellissima donna dal passato tormentato.
  • William Parker, interpretato da Neal McDonough.
    Capo della polizia di Los Angeles deciso a smantellare l'impero criminale di Cohen.
  • Sid Rothmen, interpretato da Robert Knepper.
    Mafioso che lavora a stretto contatto con Cohen.
  • Fletcher Bowron, interpretato da Gregory Itzin.
    Sindaco di Los Angeles.
  • Bugsy Siegel, interpretato da Edward Burns.
    Uno dei mafiosi più malfamati di Los Angeles.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Divisa in sei episodi, la serie venne trasmessa con due episodi settimanali, per un totale di tre appuntamenti. I primi due episodi vennero seguiti da 2.300.000 telespettatori, mentre gli altri quattro, furono visti da 1.400.000 telespettatori circa, cifre non esaltanti se si pensa alla massiccia campagna pubblicitaria effettuata in precedenza da parte della TNT. Tutto ciò ne decretò di fatto la prematura cancellazione.

Stagione Episodi Prima TV originale Prima TV Italia
Prima stagione 6 2013 inedita

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto è stato annunciato nel gennaio 2012, con il titolo L.A. Noir,[4] basandosi sul libro di John Buntin L.A. Noir: The Struggle for the Soul of America's Most Seductive City. I sei episodi, che compongono la prima stagione, sono stato ordinati nell'ottobre 2012.[5]

Nel gennaio 2013 il titolo è stato cambiato in Lost Angels, perché ritenuto troppo simile a quello del videogioco L.A. Noire.[6] Nel mese di agosto 2013 il titolo è stato cambiato definitivamente in Mob City.[7]

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Frank Darabont ha radunato alcuni attori con cui aveva già lavorato nella serie televisiva The Walking Dead; Jon Bernthal è stato il primo attore ad unirsi al cast nel ruolo del protagonista,[8] successivamente si sono aggiunti Jeffrey DeMunn e Andrew Rothenberg,[9] quest'ultimo in veste di guest star. Il casting prosegue con Milo Ventimiglia, Jeremy Strong, Neal McDonough e Alexa Davalos, nel ruolo della protagonista femminile.

Thomas Jane, che è stato protagonista del film di Darabont The Mist, è stato preso in considerazione per il ruolo di Bugsy Siegel,[10] assegnato poi a Edward Burns.[11] Nel giugno 2013 Jeremy Luke ottiene il ruolo del famoso criminale Mickey Cohen.[12]

Ron Rifkin e Ernie Hudson hanno ruoli ricorrenti, rispettivamente il sindaco di Los Angeles Fletcher Bowron e il mafioso Bunny.[13][14] Simon Pegg appare nell'episodio pilota in veste di guest star.[15][16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Frank Darabont TNT drama picked up, reunites 'Walking Dead' actors, insidetv.ew.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  2. ^ Mob City (ex Lost Angels): resa nota la data della première – online il primo trailer, badtv.it. URL consultato il 14 agosto 2013.
  3. ^ TNT cancella Mob City, badtv.it. URL consultato l'11 febbraio 2014.
  4. ^ (EN) Frank Darabont Returns To Television With ‘L.A. Noir’ On TNT, screenrant.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  5. ^ TNT ordina L.A. Noir di Frank Darabont, badtv.it. URL consultato il 14 agosto 2013.
  6. ^ (EN) Frank Darabont's New TNT Series Forced to Change Title Thanks to L.A. Noire, ie.ign.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  7. ^ (EN) Frank Darabont's mob drama gets intense first trailer, insidetv.ew.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  8. ^ (EN) 'The Walking Dead's Jon Bernthal officially joins TNT's 'L.A. Noir', zap2it.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  9. ^ Due attori di The Walking Dead in L.A. Noir, badtv.it. URL consultato il 14 agosto 2013.
  10. ^ (EN) Frank Darabont Eyeing 'Hung's' Thomas Jane for TNT's 'L.A. Noir' (Exclusive), hollywoodreporter.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  11. ^ (EN) TNT's "Lost Angels" Adds Ed Burns as Bugsy Siegel, Promotes Robert Knepper to Series Regular, screencrush.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  12. ^ (EN) Jeremy Luke To Co-Star In Frank Darabont’s TNT Series ‘Lost Angels’, deadline.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  13. ^ (EN) Frank Darabont's L.A. Noir gets Series Order from TNT, geektyrant.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  14. ^ (EN) TNT's "Lost Angels" Adds "Ghostbusters" Star Ernie Hudson, screencrush.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  15. ^ (EN) Simon Pegg Circling Frank Darabont's TNT Drama Pilot 'L.A. Noir', hollywoodreporter.com. URL consultato il 14 agosto 2013.
  16. ^ L.A. Noir: Simon Pegg in trattative per un ruolo “segreto”, badtv.it. URL consultato il 14 agosto 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Elenco delle serie televisive trasmesse in Italia: 0-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z
televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione