Mission (Texas)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mission
city
(EN) City of Mission
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Texas.svg Texas
ConteaHidalgo
Amministrazione
SindacoNorberto "Beto" Salinas
Territorio
Coordinate26°12′41″N 98°19′16″W / 26.21139°N 98.32111°W26.21139; -98.32111 (Mission)Coordinate: 26°12′41″N 98°19′16″W / 26.21139°N 98.32111°W26.21139; -98.32111 (Mission)
Altitudine43 m s.l.m.
Superficie88,21 km²
Abitanti77 058 (2010)
Densità873,57 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale78572-78574
Prefisso956
Fuso orarioUTC-6
Cartografia
Mappa di localizzazione: Stati Uniti d'America
Mission
Mission
Mission – Mappa
Sito istituzionale

Mission è un comune (city) degli Stati Uniti d'America della contea di Hidalgo nello Stato del Texas. La popolazione era di 77.058 abitanti al censimento del 2010. Fa parte delle aree metropolitane di McAllen-Edinburg-Mission e Reynosa-McAllen.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Mission è situata a 26°12′41″N 98°19′17″W / 26.211389°N 98.321389°W26.211389; -98.321389 (26.211402, -98.321277)[1].

Secondo lo United States Census Bureau, la città ha una superficie totale di 88,21 km², dei quali 88,04 km² di territorio e 0,17 km² di acque interne (0,2% del totale).

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Per quasi 250 anni i discendenti degli originari coloni spagnoli in questa zona possedevano ranch di enormi porciones di blocchi di terra oblunghe di nove-tredici di miglio di larghezza sul Rio Grande e si estendono fino a sedici miglia a nord. L'insediamento di La Lomita inizia nella zona con una piccola cappella costruita dagli oblati di Maria Immacolata. La terra che circonda la cappella fu donata ai padri degli oblati Pierre Yves Keralum e Pierre Fourrier Parisot. La città fu localizzata per la prima volta nella cappella di La Lomita e fu costruita intorno al 1865 nella fattoria che più tardi divenne la missione[2].

La città di Mission fu fondata nel 1907, quando John J. Conway e JW Holt acquistarono il La Lomita Ranch da 17.000 acri dai padri degli oblati, insieme a 10.000 acri da John Closner e James B. Wells, e iniziarono a vendere trattative per coloni che arrivavano nella zona. La linea della Missouri Pacific fu estesa da Brownsville nel 1904 ma si fermò a Mamie, che si trovava a 5 miglia e mezzo da La Lomita attraverso una terribile strada di fango. Una nuova stazione e un raccordo ferroviario, insieme a un dono di venti acri di terra irrigata, attrassero la ferrovia per spostare il suo agente dalla comunità di Sam Fordyce su un sito chiamato Mission, a cui si trasferì anche il nuovo insediamento. L'8 dicembre 1908, l'ufficio postale fu trasferito sul sito ferroviario, dove fu ribattezzato Mission perché esisteva già un altro ufficio postale chiamato Lomita nel Texas. Nel 1908 fu istituita una scuola locale e fu costruita una farmacia. Un giornale e un hotel erano operativi a Mission nel 1909 e la città fu incorporata nel 1910. L'irrigazione consentiva ai campi di produrre tre raccolti all'anno, attirando gli agricoltori nella zona. A partire dal 1910 iniziò la coltura degli agrumi, e John H. Shary ricostruì il sistema di irrigazione locale e vendette piccole fattorie di agrumi irrigue. Fondò la comunità di Sharyland e la sua scuola, contribuendo allo sviluppo del Gulf Intracoastal Waterway e al finanziamento del giornale locale. Negli anni 1930 il petrolio fu scoperto nelle vicinanze, contribuendo alla crescita della zona. Nel 1941 Shary e altri uomini d'affari comprarono un terreno a nord-ovest di Mission per una base aerea e poi lo vendettero al governo degli Stati Uniti. Dal 1941 al 1946 c'erano sempre circa 3.000 uomini addestrati alla Moore Air Force Base. Molti tirocinanti e le loro famiglie tornarono a Mission dopo la seconda guerra mondiale, quando la base divenne Tri-Cities Airport e poi Weaver H. Baker Memorial Tuberculosis Center. Il campo aereo fu riattivato nel 1953 per la guerra di Corea e oltre 4.000 piloti furono addestrati prima che la base chiudesse di nuovo nel 1960. Nel 1962 il Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti sviluppò metà della base in un centro di controllo biologico dei parassiti[2].

La popolazione dell'area di Mission era di 2.000 abitanti nel 1915 e 5.982 abitanti nel 1940. La popolazione quasi raddoppiò durante la seconda guerra mondiale, raggiungendo i 10.756 abitanti nel 1950. Salì a 14.081 nel 1960, ma scese a 13.043 nel 1970. La crescita nel turismo e nel numero di "texani invernali" -i residenti dei climi più freddi che svernavano nel Texas- portarono alla costruzione di settantaquattro campi di roulotte o camper, con un totale di 10.000 posti; la popolazione di Mission salì a 22.589 nel 1980. A quel tempo la città aveva tre aree principali: Mission sud, storicamente ispanica; Mission centro-nord, principalmente coloni e pensionati di terza generazione; e Sharyland, la parte nord-est della città (adiacente a McAllen), che fungeva da comunità dormitorio per i dipendenti delle industrie vicine e delle grandi fattorie[2].

Alla fine degli anni 1980 Mission aveva sette chiese cattoliche, diverse chiese battiste, un certo numero di chiese cristiane conservatrici indipendenti e diverse chiese metodiste e presbiteriane. Aveva due scuole cristiane. Due sistemi scolastici pubblici, i distretti scolastici indipendenti di Sharyland e quello consolidato di Mission servivano 12.000 studenti. A quel tempo la maggior parte dei residenti di Mission tendeva a votare per i membri del Partito Democratico, sebbene il distretto di Sharyland tendesse a votare il Partito Repubblicano. Le elezioni per il governo della città erano imparziali. Alla fine degli anni 1980 le principali organizzazioni culturali di Mission -oltre a quelle di vari gruppi ecclesiali- includevano la Mission Historical Society, Friends of Mission, un capitolo dell'International Good Neighbor Council, Xochil Art and Culture Center, Banger Museum, Pan American Round Table, Mission Service Project e Nature Club. Mission aveva anche postazioni dell'American Legion, dei veterani delle guerre straniere e dei veterani della guerra cattolica. L'annuale December Tourist Fest nella seconda settimana di dicembre aveva in genere più di quaranta piazze di ballerini - compreso l'intasamento del paese, il balletto folcloristico messicano e ballerini di musica mariachi - e uno spettacolo di poinsettia, insieme all'incontro annuale dell'American Poinsettia Society (sede a Mission). La Citrus Fiesta iniziò nel 1932 e negli anni 1980 si svolse nell'ultima settimana di gennaio; saluta i pompelmi Ruby Red e Star Ruby. Sempre negli anni 1980, la casa e la cappella di John H. Shary e la casa di William Jennings Bryan (tre volte candidato alla presidenza), anche se entrambi di proprietà privata, potevano essere ammirati da Shary Road e Mile Two Road. Il film She Came to the Valley, dello scrittore Cleo Dawson di Mission, fu girato nelle vicinanze e pubblicato nel 1978. Il La Lomita Chapel e il St. Peter's Novitiate, parti della missione degli oblati fondata nel 1877, erano tre miglia a sud della città[2].

Nell'ottobre del 1909 il giornale The Missionate, che in seguito divenne Mission Times, fu fondato da R. A. Jeffreys. Altri giornali erano un regionale, il South Texas Agri NEWS; uno stagionale, il Winter Texas Times; e il settimanale Progress Times. Verso la fine del XX secolo un gran numero di compagnie di autotrasporto fornivano un servizio di trasporto merci giornaliero, mentre i principali servizi aerei e charter, merci aeree e aeroambulanza erano disponibili dal Miller International Airport, a sei miglia di distanza. Mission ha avuto molte aggiunte di abitazioni in crescita. L'architettura era varia, ma la maggior parte delle case erano un'unica storia, senza cantina. Molti erano in stile spagnolo e chiusi da recinti. Il clima tropicale favorì l'uso di un'ampia varietà di palme e altri alberi esotici nel paesaggio. Le case storiche furono mantenute dalla Mission Historical Society, in collaborazione con la Hidalgo County Historical Commission e la County Historical Society. Nel 1990 la popolazione di Mission era di 28.653 abitanti e la popolazione dell'area metropolitana di McAllen-Edinburg-Mission era di 383.545 abitanti. La popolazione della città aumentò drammaticamente nel 2000 a 45.408 abitanti[2].

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento[3] del 2010, la popolazione era di 77.058 abitanti.

Etnie e minoranze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Secondo il censimento del 2010, la composizione etnica della città era formata dall'88,62% di bianchi, lo 0,68% di afroamericani, lo 0,34% di nativi americani, l'1,54% di asiatici, lo 0,02% di oceanici, il 7,43% di altre razze, e l'1,37% di due o più etnie. Ispanici o latinos di qualunque razza erano l'85,41% della popolazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Texas Portale Texas: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Texas