Miroslav Krleža

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Miroslav Krleža (Zagabria, 7 luglio 189329 dicembre 1981) è stato uno scrittore, poeta e intellettuale jugoslavo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È considerato il più importante scrittore croato del secolo scorso. Nato nel 1893 a Zagabria quando la città era parte dell'impero austroungarico, fu oltre che romanziere anche poeta, drammaturgo, saggista, critico letterario ed enciclopedista. Giovanissimo entrò nell'accademia militare di Budapest, ma si distinse presto per il suo antimilitarismo. Durante la prima guerra mondiale fu inquadrato nell'esercito asburgico, dopo che nel 1912 ebbe tentato di arruolarsi in quello serbo, che identificava come il più corrispondente alla sua idea di panslavismo e di fratellanza degli slavi del Sud.

Nel 1917 si schierò apertamente con i bolscevichi e con la corrente leninista del marxismo, anche se quasi subito cominciò a manifestare delusione e perplessità verso il bolscevismo e in particolare verso le ingerenze nella cultura.

Nella Jugoslavia monarchica fu uno dei più noti scrittori di sinistra, ma la sua attitudine eterodossa, l'antidogmatismo e il rifiuto per le direttive dell'Urss portarono alla sua emarginazione all'interno del partito.

Fu lo stesso Tito nel 1937 a decretarne l'espulsione dal partito, pur conservando con Krleža un rapporto personale oltre che di stima intellettuale. L'attore Rade Šerbedžija nella sua biografia "Fino all'ultimo respiro" (pubblicata in Italia da Zandonai), racconta di quando lo stesso Tito gli chiese più volte di interpretare opere di Krleža. La rottura tra la Jugoslavia e l'Urss nel 1948 rialzò notevolmente la considerazione dello scrittore. Le sue posizioni filojugoslave furono però in seguito causa di scarsa considerazione in patria nel primi anni della Croazia indipendente. Alcune sue opere sono state tradotte in italiano da Silvio Ferrari.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Legenda, 1914
  • Maskerata, 1914
  • Zarathustra i mladić, 1914
  • Pan, 1917
  • Tri simfonije, 1917
  • Pjesme, 1918
  • Lirika, 1918
  • Saloma, 1918
  • Pjesme, 1918-19 (3 voll.)
  • Michelangelo Buonarroti, 1919
  • Eppur si muove, 1919
  • Tri kavalira gospodjice Melanije, 1920
  • Hrvatska rapsodija, 1921 (include Smrt Franje Kadavera e Veliki meštar sviju hulja)
  • Magyar kiralyi honvéd novela-Kraljevsko-ugarska domobranska novela, 1921
  • Golgota, 1922
  • Hrvatski bog Mars, 1922 (racconti; trad. it. in Il dio marte croato, Studio Tesi, 1991, e in La battaglia di Bistrica Lesna, Studio Tesi, 1995)
  • Galicija, 1922
  • Adam i Eva, 1922
  • Novele, 1923
  • Vučjak, 1923
  • Vrazji otok, 1923
  • Izlet u Rusiju, 1926
  • Gospoda Glembajevi, 1928 (trad. it.: I signori Glembay, Costa & Nolan, 1988)
  • Leda, 1930
  • U agoniji, 1931
  • Knjiga pjesama, 1931
  • Moj obračun s njima, 1932
  • Knjiga Lirike, 1932
  • Eseji, 1932
  • Glembajevi, 1932
  • Povratak Filipa Latinovicza, 1932 (trad. it.: Il ritorno di Filip Latinovicz, Zandonai, 2009)
  • Balade Petrice Kerempuha, 1936 (trad. it.: Le ballate di Petrica Kerempuh, Einaudi, 2007)
  • Deset krvavih godina, 1937
  • Na rubu pameti, 1938 (trad. it.: Sull'orlo della ragione, Studio Tesi, 1984)
  • Banket u Blitvi, 1939
  • Dijalektički antibarbarus, 1939
  • Djetinjstvo u Agramu godine 1902-1903, 1952
  • Davni dani, 1956
  • Aretej, 1959
  • Eseji, 1961-67 (6 vols.)
  • Zastave, 1967 (6 vols.)
  • Izabrana dela, 1969
  • 99 varijacija, 1972
  • Djetinjstvo i drugi spisi, 1972
  • The Cricket beneath the Waterfall, and Other Stories
  • Put u raj, 1973
  • Miroslav Krleža: Jubilarno izdanje, 1973
  • Dnevnik, 1977 (5 voll.)

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce del Grand'Ordine del Re Dmitar Zvonimir - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce del Grand'Ordine del Re Dmitar Zvonimir
«Per il contributo eccezionale alla letteratura, alla cultura e alla scienza della creatività XX secolo.»
— Zagabria, 14 dicembre 2000[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (HR) Odluka kojom se posmrtno odlikuje hrvatski književnik Miroslav Krleža, Narodne novine, 28 dicembre 2000. URL consultato il 12 luglio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN101793621 · ISNI: (EN0000 0001 2145 7841 · LCCN: (ENn80035852 · GND: (DE11856692X · BNF: (FRcb11910122n (data) · NLA: (EN35283308 · BAV: ADV10217871