Miristicina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Miristicina
Miristicina
Myristicin 3d structure.png
Nome IUPAC
4-Metossi-6-prop-2-enil-benzo[1,3]diossolo
Nomi alternativi
miristicina
3-metossi,4,5-metilendiossi-allilbenzene
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC11H12O3
Massa molecolare (u)192,21
Aspettoolio incolore
Numero CAS607-91-0
Numero EINECS210-146-9
PubChem4276
SMILES
COC1=CC(=CC2=C1OCO2)CC=C
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.)1,1437
Solubilità in acqua46,4 mg/L
Temperatura di fusione−20 °C (253 K)
Temperatura di ebollizione276,5 °C (549,5 K)
Indicazioni di sicurezza
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine
attenzione
Frasi H361f - 412
Consigli P273 - 281 [1]

La miristicina è una sostanza presente negli olii essenziali di alcuni vegetali.

Le sue caratteristiche neurotossiche la rendono pertanto una sostanza antinutrizionale. È presente negli olii essenziali di alcune piante edibili, come il prezzemolo, noce moscata, aneto e carote; comunque la concentrazione non è tale da sortire effetti tossici per le normali dosi usate in cucina.

Un alto contenuto relativo è stato rinvenuto nei semi della rarissima Portenschlagiella ramosissima.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 04.10.2012
  2. ^ Maerean B. Bohannon, Robert Kleiman, Myristicin. The Major Volatile Component in Mature Seed of Portenschlagia ramosissima Archiviato il 26 ottobre 2011 in Internet Archive., Lipids, Vol. 12, No. 3, (1977), p. 321

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia