Miracolo eucaristico di Legnica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La chiesa del miracolo eucaristico a Legnica (Parrocchia di San Jacka)

Il miracolo eucaristico di Legnica (pronuncia: Leghnìza) sarebbe accaduto in una chiesa dell'omonima diocesi, in Polonia, durante la messa di Natale del 2013: un'ostia consacrata, caduta a terra, dopo essere stata recuperata si sarebbe parzialmente trasformata in tessuto miocardico di tipo umano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nella città polacca di Legnica (pronuncia: Leghnìza), nella Bassa Slesia (Polonia sud-occidentale), nella chiesa parrocchiale di San Jacka (San Giacinto), durante la messa di Natale del 2013, un'ostia consacrata cade accidentalmente a terra: dopo essere stata recuperata viene posta in un calice di metallo contenente acqua di rubinetto, per potersi sciogliere secondo la procedura prevista in questi casi[1], e il tutto è riposto nel tabernacolo.

Il 5 gennaio 2014 il sacerdote più anziano della comunità controlla il calice, e si accorge che una piccola porzione dell'ostia si è distaccata e si è colorata di rosso. Dopo due settimane la porzione colorata di rosso è ancora presente sulla superficie dell'acqua, mentre il resto della particola si è sciolto. Il vescovo di Legnica, monsignor Stefan Cichy, al corrente dei fatti, decide di istituire una commissione di quattro esperti per lo studio del fenomeno.

Gli esami[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 gennaio 2014 vengono effettuati microprelievi di materiale per poterli analizzare, mentre il 10 febbraio successivo la porzione di particola, diventata rosso scuro, viene tolta dall'acqua e posata su un corporale, al quale aderisce disidratandosi e assumendo l'aspetto che ha tuttora, a distanza di anni.

Le analisi vengono eseguite inizialmente presso il dipartimento di medicina legale di Breslavia: dagli esami risulta che il materiale esaminato "assomiglia molto al muscolo cardiaco" di un essere umano, con "alterazioni che appaiono di frequente durante un'agonia"[2].

Successivamente vengono effettuati esami anche presso il dipartimento di medicina legale della "Pomeranian Medical University" di Stettino, che confermano come il materiale sia tessuto muscolare cardiaco di natura umana.[3]

Il riconoscimento[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2016 monsignor Zbigniew Kiernikowski, succeduto nel frattempo a mons. Cichy, invia la documentazione raccolta alla Congregazione per la dottrina della fede, e il 10 aprile 2016 il prelato può ufficialmente dichiarare che l'evento accaduto a Legnica "ha le caratteristiche di un miracolo eucaristico".[4]

Il parroco, don Andrzej Ziombro, viene incaricato dal vescovo di preparare un luogo adeguato per l'esposizione della reliquia, per consentirne la venerazione da parte dei fedeli: nell'estate 2016 l'ostensorio contenente la reliquia viene posto solennemente nella cappellina dedicata alla Divina Misericordia, situata in una navata laterale della stessa chiesa di San Jacka, da allora meta di un intenso pellegrinaggio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Da "Aleteia"
  2. ^ Da "Aleteia"
  3. ^ Franco Serafini, Un cardiologo visita Gesù - I miracoli eucaristici alla prova della scienza, Bologna, ESD (Edizioni Studio Domenicano), 2018, pp. 88-89.
  4. ^ Da "Zenit"

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Franco Serafini, Un cardiologo visita Gesù - I miracoli eucaristici alla prova della scienza, Bologna, ESD (Edizioni Studio Domenicano), 2018, pp.85-89, ISBN 978-88-709-49-605.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cattolicesimo Portale Cattolicesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cattolicesimo