Ministero della giustizia e della sicurezza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ministero della giustizia e della sicurezza
Ministerie van Veiligheid en Justitie
Ministerie van Justitie en Veiligheid Logo.png
Den Haag Skyscrapers 5.jpg
Sede attuale
StatoPaesi Bassi Paesi Bassi
TipoMinistero
SiglaJenV
Direzioni generali
  • Direzione generale per la legislazione, gli affari internazionali e l'immigrazione
  • Drezione generale per la prevenzione, della gioventù e le sanzioni
  • Direzione generale per l'amministrazione della giustizia e l'applicazione della legge
Istituito12 marzo 1798
MinistroFerdinand Grapperhaus
Ministro senza portafolioSander Dekker
Impiegati30.000
IndirizzoSchedeldoekshaven 100, L'Aia,
Sito webMinistero della giustizia e sicurezza

Il Ministero della giustizia e della sicurezza (in olandese: Ministerie van Justitie en Veiligheid, JenV) è il ministero olandese responsabile per la giustizia, la reclusione e la sicurezza pubblica. Il Ministero fu creato nel 1798 come Dipartimento di Giustizia, prima che diventasse nel 1876 Ministero della Giustizia. Nel 2010 ha assunto le funzioni di pubblica sicurezza dal Ministero dell'interno e delle relazioni con il Regno ed è diventato Ministro della Giustizia e Sicurezza. Nel 2017 il Ministero è stato rinominato Ministero della Giustizia e Sicurezza. Il ministero è guidato dal ministro della giustizia e sicurezza, Ferdinand Grapperhaus (CDA) dal 26 ottobre 2017.

Responsabilità[modifica | modifica wikitesto]

Il Ministero ha i compiti legali di:

  • fornire legislazione attuabile per il pubblico, il governo e le corti;
  • prevenzione del crimine, al fine di costruire una società più sicura;
  • proteggere i giovani e i bambini;
  • far rispettare la legge, al fine di costruire una società più sicura;
  • fornire un'amministrazione indipendente, accessibile ed efficace della giustizia e dell'assistenza legale;
  • fornire supporto alle vittime di reati;
  • garantire un'applicazione equa, coerente ed efficace delle pene e di altre sanzioni;
  • regolare l'immigrazione nei Paesi Bassi.

È anche responsabile del coordinamento della politica antiterrorismo.

Poiché condivide così tante responsabilità e ha due edifici (vecchi e nuovi) con il Ministero dell'interno e delle relazioni con il Regno, a volte sono chiamati ministeri gemelli.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il ministero è guidato dal ministro Ferdinand Grapperhaus (CDA) e ospita un ministro senza portafoglio Sander Dekker (VVD), che è responsabile per le politiche riguardante la protezione legale. Ha anche un segretario di Stato per gli affari migratori e di asilo, attualmente Mark Harbers (VVD), che ha diritto al titolo di ministro all'estero. Impiega quasi 30.000 dipendenti pubblici, il ministero si trova a L'Aia e in tutta l'Olanda. La sede principale del ministero si trova nel centro de L'Aia nello stesso edificio del Ministero dell'Interno e delle Relazioni del Regno. Un segretario generale, che è a capo di un sistema di tre direzioni generali:

  • Direzione generale per la legislazione, gli affari internazionali e l'immigrazione
  • Drezione generale per la prevenzione, la gioventù e le sanzioni
  • Direzione generale per l'amministrazione della giustizia e l'applicazione della legge

Il Consiglio dei Procuratori-generale (in olandese: Raad van Procureurs-Generaal) a capo dell'Uffico del Pubblico ministero (in olandese: Openbaar Ministerie, OM) è un'organizzazione relativamente indipendente che fa parte del sistema giudiziario e persegue persone sospettate di violare la legge.

L'Istituto forense olandese è una divisione autonoma del ministero della Giustizia, che rientra nella Direzione generale dell'Amministrazione della giustizia e dell'applicazione della legge. L'Agenzia delle istituzioni custodiali è un'agenzia del ministero.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN138911390 · ISNI (EN0000 0004 0395 1805 · NLA (EN36524891