Ministero della Giustizia (Francia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ministero della Giustizia (Francia)
Place Vendôme 6.jpg
L'Hôtel de Bourvallais visto di notte, sede del ministero
Stato Francia Francia
Tipo Dicastero
Istituito 1790
da Marguerite-François-Louis Duport-Dutertre
Ministro Christiane Taubira
Sottosegretario di Stato Michele Alliot-Marie, Rachida Dati (vice ministri), Elizabeth Guigou, Dominique Perben
Sede Hôtel de Bourvallais
Indirizzo place Vendôme, Parigi 1er
Sito web http://www.justice.gouv.fr/

Il Ministero della Giustizia è il ministero del governo francese, che ha la responsabilità di garantire il corretto funzionamento del sistema giudiziario. Ubicato presso l'Hôtel de Bourvallais al n 13 del Place Vendome, nel I arrondissement di Parigi, è stato soprannominato per metonimia "Place Vendôme". L'attuale Ministro della Giustizia è Christiane Taubira, in carica dal 16 maggio 2012 nel governo di Jean-Marc Ayrault.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sede del Ministero è soprannominata la cancelleria, in riferimento all'ex ufficio di Cancelliere di Francia che fu il primo dei grandi uffici dell'Ancien Régime.Ogni Ministro veniva insignito dell'appellativo di Guardasigilli, anch'esso ereditato dall'Ancien Régime.

Lista dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Cancellieri della Francia e Ministri della giustizia della Francia.

Le funzioni del ministero[modifica | modifica wikitesto]

Le funzioni del ministero della giustizia sono:

Ci sono indipendenti istituzioni giudiziarie del ramo esecutivo, compreso il Consiglio superiore della magistratura

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Come altri ministeri francesi, il Ministero della Giustizia è diviso in una sede a Parigi ed ha una gestione del territorio in tutto il territorio nazionale.

Sede[modifica | modifica wikitesto]

Sotto l'autorità del Ministro della Giustizia, Ministro della Giustizia, Chancery include molti servizi l'amministrazione centrale:

  • servizi direttamente connessi al Ministro:
  • del ministro ufficio;
  • il Cabinet Office, che comprende il personale incaricato di fornire la gestione amministrativa e logistica della società;
  • servizio di controllo del bilancio e contabilità dipartimentale (SCBCM);
  • Ispettorato Generale dei Servizi giudiziaria (IGSJ);
  • la prevenzione della corruzione Central (SCPC);
  • il Segretariato generale del Ministero, guidato dal Segretario Generale e la difesa senior e la sicurezza del Dipartimento, e composta da cinque dipartimenti competenti per supportare altri servizi del Dipartimento, sia attraverso attività amministrative, budget, risorse umane, immobili, consulenza legale...) o tramite cross-funzionali missioni:
  • sintesi di servizio, la strategia e le prestazioni (SSSP);
  • mezzi di servizio e supporto (SSM);
  • sede di servizio (SAC);
  • il servizio di affari europei ed internazionali (SAEI);
  • servizio di accesso al diritto e alla giustizia e assistenza alle vittime (SADJAV);
  • il dipartimento di servizi legali (LSB);
  • il Dipartimento per gli affari civili e la guarnizione (DAC);
  • il Dipartimento degli Affari Penali e perdona (DACG);
  • la direzione della prigione (DAP);
  • la direzione della tutela giurisdizionale della Gioventù (DPJJ).

Personale[modifica | modifica wikitesto]

Il Ministero della Giustizia possiede attualmente 74 000 dipendenti.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Histoire des structures du ministère de la Justice (1789-1945), Pascal Durand-Barthez, PUF, Paris, 1973.
  • Justice, le ministère infernal, Mathieu Delahousse, Flammarion, 2009.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]