Ministero dei trasporti e delle infrastrutture (Romania)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ministero dei trasporti e delle infrastrutture
Ministerul Transporturilor și Infrastructurii
Coat of arms of Romania.svg
Stemma del Ministero
Stato Romania Romania
Tipo ministero
Sigla MTI
Istituito 1951
Ministro Ioan Rus
Sede palazzo CFR
Indirizzo Bulevardul Dinicu Golescu nr. 38 - 010873 Bucarest
Sito web sito web ufficiale

Il Ministero dei trasporti e delle infrastrutture (MTI) (in rumeno: Ministerul Transporturilor și Infrastructurii) è uno dei quindici dicasteri del Governo rumeno, specializzato nella definizione della strategia nazionale e dello sviluppo di norme specifiche per lo sviluppo e l'armonizzazione delle attività di trasporto nell'ambito della politica generale del Governo, e ha il ruolo di un'autorità statale di trasporto.

Il Ministero è l'autorità dei trasporti dello Stato, esercitata direttamente o tramite organismi tecnici specializzati, le unità istituzionali pubbliche subordinate che operano sotto la sua direzione o di autorità o imprese autorizzate.

Nel maggio 2008 il Ministero dei Trasporti ha avviato la procedura per la riorganizzazione delle società ad essere quotate sulla BVB. Le otto società sotto il ministero ad essere incluse in Borsa sono: la Società nazionale "Aeroporto Internazionale Henri Coandă Bucarest" S.A. - la Società nazionale "Aeroporto Internazionale Bucurest-Băneasa - Aurel Vlaicu" S.A., la Società nazionale "Aeroporto M. Kogălniceanu Costanza S.A.", l'Amministrazione Canale Navigabile di Costanza, l'Amministrazione Porto Marittimo del Danubio - Galati, l'Amministrazione Porto Marittimo di Costanza e l'Amministrazione Porto Fluviale del Danubio - Giurgiu[1].

L'attuale ministro dei trasporti è Ioan Rus (PSD).

Il Ministero ha avuto un bilancio di 1,2 miliardi nel 2010[2].

Numero dei dipendenti:

  • 2010: 438[3].
  • 2009: 894

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Unità subordinate al Ministero dei trasporti:

Unità operanti in coordinamento con il Ministero dei Trasporti:

Unità operanti sotto l'autorità del Ministero dei Trasporti:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Porto di Costanza, pronto per la quotazione sulla BVB
  2. ^ Il concorso è alla ricerca per la prima volta di "re dell'asfalto" che fanno un mercato di miliardi, 26.02.2010, zf.ro, accesso al 14 marzo 2010
  3. ^ I ministri posticipano la ristrutturazione e la preparazione dei licenziamenti «carta», 20 luglio 2010, capital.ro, accesso al 23 agosto 2010

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]