Mini Paceman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mini Paceman
Mini R61.jpg
Descrizione generale
Costruttore Regno Unito  Mini
Tipo principale Crossover SUV
Produzione dal 2012 al 2016
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4109 mm
Cooper S: 4115 mm
Larghezza 1786 mm
Altezza 1518 mm
Passo 2596 mm
Massa da 1330 a 1475 kg
Altro
Assemblaggio Graz (Austria)
Stile Gert Hildebrand[1]
Stessa famiglia Mini Countryman
Auto simili Range Rover Evoque Coupé
Mini Paceman Cooper (rear quarter).JPG

La Mini Paceman (nome in codice R61)[2] è una tre porte compatta con carrozzeria di tipo crossover SUV (detta anche Sports Activity Coupé o SAC)[3][4] basata sulla Mini Countryman e costruito dalla casa automobilistica inglese Mini dal 2012 al 2016.

Contesto[modifica | modifica wikitesto]

Mini Paceman Concept al Festival Automobile International 2012

La vettura è stata introdotta come concept car al salone dell'automobile di Detroit nel 2011 per iniziare la produzione della versione definitiva l'anno seguente. Come la Countryman, la Paceman è offerta con una scelta di due o quattro ruote motrici (noto come ALL4), e con propulsori da 1.6 litri a benzina o diesel e 2.0 litri a quattro cilindri diesel in vari livelli di potenza. È rimasta in produzione a Graz, in Austria, nello stabilimento della Magna Steyr, per poco più di tre anni, sino al 2016.[5]

Profilo[modifica | modifica wikitesto]

La Paceman è stata presentata nel 2012 al salone dell'automobile di Parigi; è lunga da 4,11 a 4,13 metri, larga 1,79 metri e alta 1,52 metri, con un passo di 2,60 metri. Le potenze del motore variano da 112 a 218 CV.

L'interno è simile a quello della Mini Countryman; principalmente cambia l'altezza degli interni, dalle dimensioni più ridotti. Il bagagliaio ha un volume di 330 litri fino ad un massimo di 1.080 litri con i sedili posteriori abbattuti. Il serbatoio contiene 42 litri.[6]

Motori e versioni[modifica | modifica wikitesto]

Mini Paceman John Cooper Works

I modelli disponibili sono uguali a quelli delle altre Mini: la Cooper, Cooper D, Cooper S, Cooper SD e John Cooper Works. La Cooper ha un propulsore a benzina dalla potenza di 120 CV, la Cooper D da 110 CV, la Cooper S da 181 CV, la John Cooper Works da 218 CV e la Cooper SD da 141 CV. In opzione è disponibile sulle versioni più potenti la trazione integrale All4.[7]

La versione più sportiva denominata John Cooper Works (JCW) ha un motore con una potenza di 160 kW (218 CV); accelera in 6,8 secondi da 0-100 km/h; inoltre premendo un pulsante nell'abitacolo può essere aumentato e amplificato il suono del motore.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Lifestyle mit Dreckspritzern, su spiegel.de, 20 dicembre 2010. URL consultato il 17 luglio 2019.
  2. ^ MINI Mini Cooper D Paceman ALL4 Automatica - In commercio da 3/2013 a 7/2014 - Quattroruote.it, su Quattroruote.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  3. ^ eBrave srl, Mini Paceman, la prima Sports Activity Coupé della sua categoria, in patentati.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  4. ^ Nuova Mini Paceman e Paceman John Cooper Works 2014, in Motori.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  5. ^ MINI Paceman, fine della produzione, su omniauto.it, 20 settembre 2016. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  6. ^ Mini svela Paceman, prima Sports Activity Coupe' compatta - Prove e Novità - Motori - ANSA.it, su ansa.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  7. ^ Listino prezzi MINI Paceman, in Autoblog.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.
  8. ^ Primo contatto, Mini Paceman JCW ALL4 - Al volante della crossover coupé da 218 cavalli [video] - Quattroruote, su Quattroruote.it. URL consultato il 28 ottobre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili