Mind Games (singolo John Lennon)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mind Games / Meat City
MindGames.jpg
Lennon nel videoclip del brano
Artista John Lennon
Tipo album Singolo
Pubblicazione 29 ottobre 1973
Durata 4:13
Album di provenienza Mind Games
Dischi 1
Tracce 2
Genere Pop rock
Etichetta Apple Records
Registrazione 1973
Formati 7"
John Lennon - cronologia

Mind Games è un singolo di John Lennon proveniente dall'omonimo album, pubblicato nel 1973.

Significato[modifica | modifica wikitesto]

La canzone trae ispirazione dall'omonimo libro di Robert Masters e Jean Houston, che ha sottolineato la potenza del cervello umano per indurre diversi stati di coscienza, senza l'ausilio di sostanze esterne.

In origine il brano si intitolava Make Love, Not War, ed era destinata a diventare uno degli inni pacifisti di Lennon.[1] Ritenendo che nel 1973 lo slogan "fate l'amore non fate la guerra" fosse ormai troppo abusato, Lennon decise di cambiare il titolo e la tematica della canzone. Rimangono tracce di quello che avrebbe dovuto essere il ritornello originale nella coda sfumata verso la fine del brano, dove si sente Lennon cantare «I want you to make love, not war» al posto della strofa «We're playing those mind games together».[1]

Tracce singolo[modifica | modifica wikitesto]

N° catalogo Apple R5994 - ottobre 1973
  1. Mind Games (John Lennon) - 4:13
  2. Meat City (John Lennon) - 2:45

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1995, la canzone è stata registrata da George Clinton per l'album tributo a John Lennon Working Class Hero: A Tribute to John Lennon.

Nel 2001, il brano è stato eseguito da Kevin Spacey durante il concerto Come Together: A Night for John Lennon's Words and Music.

La band irlandese Hal ha reinterpretato Mind Games per un CD accluso al mensile Q nel 2005.

Nel 2006, il gruppo rock tedesco MIA., e la band australiana degli Eskimo Joe, hanno reinterpretato il brano per il progetto Make Some Noise in supporto a Amnesty International.

Nel 2007, la versione di Gavin Rossdale è apparsa sul disco Instant Karma: The Amnesty International Campaign to Save Darfur come traccia bonus scaricabile da iTunes.

Nell'aprile 2009, una versione di Mind Games registrata da Sinéad O'Connor durante gli anni novanta, è riapparsa come traccia bonus nell'edizione deluxe del suo secondo album I Do Not Want What I Haven't Got.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Paul Du Noyer, La storia dietro ogni canzone di John Lennon 1970-1980, Tarab Edizioni, Firenze, 1997, pag. 72, ISBN 88-86675-36-4

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica