Milly Vitale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milly Vitale

Milly Vitale, nome d'arte di Camilla Vitale (Roma, 6 maggio 1932Roma, 2 novembre 2006), è stata un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del direttore d'orchestra Riccardo Vitale e della coreografa russa Natasha Shidlowski inizia la sua carriera cinematografica nel 1947 col film I fratelli Karamazoff.

Nello stesso anno diviene nota interpretando il ruolo di Maria nel film Anni difficili diretto da Luigi Zampa al fianco di attori come Massimo Girotti, Ave Ninchi e Delia Scala. Grazie a Eravamo sette fratelli (1954), diretto da Melville Shavelson, raggiunge anche una certa notorietà internazionale.

Nel 1960, trasferitasi negli Stati Uniti, sposa il petroliere Vincent Lee Hillyer, già marito della principessa iraniana Fatemeh Pahlevi, dal quale avrà due figli, Edoardo LeRoy nel 1961 e Vincent Lee nel 1964.Divorzia nel 1970 tornando a vivere in Italia.

Nel corso della sua quarantennale carriera ha recitato in cinquantasette pellicole. Muore a Roma nel 2006 ed è sepolta presso il Cimitero del Verano.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatrici[modifica | modifica wikitesto]

  • Lydia Simoneschi in: La sepolta viva, Il caimano del Piave, Il tenente Giorgio, La battaglia dell'Amba Alagi, Il giglio infranto, Porta un bacione a Firenze, Croci sul mare
  • Dhia Cristiani in: Anni difficili, A fil di spada, La figlia di Mata Hari, Cantami "Buongiorno tristezza", La prigioniera della torre di fuoco
  • Rosetta Calavetta in: La vendetta del corsaro, Noi cannibali, Rasputin, Revak lo schiavo di Cartagine
  • Gemma Griarotti in Le due orfanelle, La canzone del cuore, La canzone del destino
  • Miranda Bonansea in I fratelli Karamazoff, Gangster '70
  • Fiorella Betti in: Guerra e pace, La contestazione generale
  • Renata Marini in: Disonorata senza colpa
  • Tina Centi in: Disonorata senza colpa (parti cantate)
  • Elena Zareschi in: Acque amare
  • Maria Pia Di Meo in: Annibale

Prosa televisiva RAI[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Le attrici, Gremese editore Roma 1993

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN37179847 · LCCN: (ENnr2002020891 · SBN: IT\ICCU\MODV\594103 · ISNI: (EN0000 0000 7245 394X · BNF: (FRcb14704021v (data)