Millennium (John Varley)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Millennium
Titolo originaleMillennium
AutoreJohn Varley
1ª ed. originale1983
1ª ed. italiana1986
Genereromanzo
Sottogenerefantascienza
Lingua originaleinglese
ProtagonistiBill Smith, Louise Baltimore

Millennium è un romanzo di fantascienza del 1983 di John Varley.

Fu candidato nel 1983 al Premio Philip K. Dick[1] e nel 1984 ai premi Hugo e Locus.[2] Il romanzo è l'ampliamento del racconto Razzia aerea (Air Raid) del 1977,[3] pubblicato con lo pseudonimo Herb Boehm nella rivista Asimov's SF Magazine,[4] da cui Varley ha inoltre tratto la sceneggiatura del film Millennium del 1989 diretto da Michael Anderson.

Il romanzo è stato edito in italiano per la prima volta nel 1986, tradotto da Antonio Bellomi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nei cieli di Oakland, in California, avviene il 10 dicembre del 1983 un incidente aereo, quando un DC-10 della United Airlines e un 747 della Pan Am si scontrano in aria.

Bill Smith dirige la squadra incaricata di individuare le cause dell'incidente per conto della Commissione nazionale per la sicurezza dei trasporti (NTSB) statunitense. Contemporaneamente opera Louise Baltimore, posta a capo della squadra d'"arraffo", incaricata di recuperare i passeggeri e i membri dell'equipaggio subito prima che lo scontro abbia luogo e trasportarli sani e salvi cinquantamila anni nel futuro[5]. Tuttavia, gli eventi non avvengono esattamente come sarebbero divenuti successivamente noti: a bordo di uno dei due aerei c'è un dirottatore armato di pistola e prima che questi sia messo fuori gioco, riesce ad uccidere un membro della squadra di salvataggio e a ferirne un altro. Così, nella confusione del momento, viene dimenticata a bordo del velivolo uno storditore, un'arma ipertecnologica che, se sopravvivesse all'impatto, originerebbe dubbi e perplessità in quanto estranea alla tecnologia del ventesimo secolo - un twonky, nel linguaggio dei terrestri del futuro.

Dall'analisi della linea del tempo inoltre emergono progressivamente indizi che la presenza di quell'arma nel 1983 generi un paradosso temporale che potrebbe quasi certamente condurre alla distruzione della stessa macchina del tempo. Gli uomini del futuro hanno pochi giorni per intervenire (gli effetti del paradosso si propagano nel tempo alla velocità di duecento anni all'ora[6]) e ripristinare la linea temporale così com'è nota. Louise Baltimore viene incaricata di recuperare il twonky; ogni sua azione tuttavia sembra destinata a peggiorare la situazione, destando l'attenzione di Bill Smith e apparentemente contribuendo alla creazione del paradosso stesso.

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nella sezione dedicata alle note dell'autore, Varley informa i lettori che ha desunto la maggior parte dei titoli dei capitoli da romanzi e racconti famosi che affrontano la tematica del viaggio nel tempo, fornendo un elenco degli "antenati" del suo romanzo.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1983 Award Winners & Nominees, su Science Fiction, Fantasy & Horror Books by Award, worldswithoutend.com, icow.com. URL consultato il 6 settembre 2015.
  2. ^ (EN) 1984 Award Winners & Nominees, su Science Fiction, Fantasy & Horror Books by Award, worldswithoutend.com, icow.com. URL consultato il 6 settembre 2015.
  3. ^ Edizioni di Razzia aerea, su Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Fantascienza.com. (aggiornato fino al gennaio 2010)
  4. ^ Marzio Tosello, Giuseppe Lippi, John Varley del Millennio, pp. 270-272.
  5. ^ p. 78 del romanzo, edizione Urania.
  6. ^ Velocità di avvicinamento del "tempomoto" dalla data (nel passato) nella quale ha origine l'evento, a quella nel futuro nella quale vivono i co-protagonisti. p. 120 del romanzo, edizione Urania.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]