Millardia gleadowi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ratto dalla pelliccia soffice color sabbia
MusGleadowiSmit.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Euarchontoglires
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Muridae
Sottofamiglia Murinae
Genere Millardia
Specie M.gleadowi
Nomenclatura binomiale
Millardia gleadowi
Murray, 1885

Il ratto dalla pelliccia soffice color sabbia (Millardia gleadowi Murray, 1885) è un roditore della famiglia dei Muridi diffuso nel Pakistan e India.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Roditore di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 77 e 97 mm, la lunghezza della coda tra 67 e 93 mm, la lunghezza del piede tra 18 e 20 mm e la lunghezza delle orecchie tra 18 e 21 mm.[3]
La pelliccia è soffice. Le parti superiori sono color sabbia, talvolta con dei riflessi fulvi. Le parti ventrali e le zampe sono bianche. Gli occhi e le orecchie sono grandi. La coda è più corta della testa e del corpo, ricoperta di piccoli peli marroni chiari sopra e bianchi sotto. Le femmine hanno un paio di mammelle pettorali e due paia inguinali. Il cariotipo è 2n=40 FN=47-48.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

È una specie notturna e fossoria.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Nelle aree desertiche dell'India, si riproduce tra agosto e settembre. Le femmine danno alla lunce 2-3 piccoli alla volta. L'aspettativa di vita in cattività è di 4 anni.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nelle province pakistane del Belucistan settentrionale, Provincia della Frontiera del Nord Ovest, Sindh e del Punjab orientali e negli stati indiani del Rajasthan occidentale e Gujarat centrale.

Vive nelle boscaglie spinose nei deserti caldi e nelle aree semi-desertiche.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il vasto areale e la popolazione numerosa, classifica M.gleadowi come specie a rischio minimo (LC).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Molur, S. & Nameer, P.O. 2008, Millardia gleadowi, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Millardia gleadowi, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Agrawal, 2000.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • V.C.Agrawal, Taxonomic studies on Indian Muridae and Hystricidae (Mammalia: Rodentia), in Records of the Zoological Survey of India, vol. 180, 2000, pp. 1-177.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi