Milestone (azienda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Milestone S.r.l.
Stato Italia Italia
Fondazione 1996 a Milano
Fondata da Antonio Farina
Sede principale Milano
Settore videogiochi
Prodotti videogiochi
Dipendenti 150
Sito web www.milestone.it

Milestone (in precedenza Graffiti) è un'azienda sviluppatrice di videogiochi italiana, con sede in via Olona, nella città di Milano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Venne creata nel 1994 da Antonio Farina col nome Graffiti, nome con il quale ha sviluppato i suoi primi titoli: tra questi la prima edizione del simulatore di guida Screamer. Nel 1996 assunse il nome Milestone, specializzandosi soprattutto nelle simulazioni di giochi di corse, per le varie versioni di Playstation 2, Xbox e PC, tra i quali SCAR, Corvette Evolution GT, Super-Bikes: Riding Challenge.

Il successo è arrivato con i giochi dedicati alla Superbike. I primi tre (1999, 2000, 2001) facevano parte della linea EA Sports. In seguito ha distribuito le sue produzioni attraverso la Black Bean. Nel 2007 Milestone ha esordito su PlayStation Portable, e realizza i titoli SBK-07 e MotoGP 07.

Nel 2008 sono usciti SBK-08 e MotoGP 08, i primi due prodotti per le console Xbox 360 e PS3 realizzati dalla casa italiana. Nel 2009 sono prodotti SBK-09 e Superstars V8 Racing. Per il 2010 i seguiti SBK X e Superstars V8 Next Challenge, ed il ritorno, dopo cinque anni, del rally con la licenza World Rally Championship grazie alla quale produce per PS3, Xbox 360 e PC fino al 2013 cinque giochi.

A maggio 2012 è uscito SBK Generations, il prosieguo della saga SBK. Nel 2013 ha pubblicato MotoGP 13 su PC, Xbox 360, PS3 e PlayStation Vita. A giugno 2014 ha pubblicato MotoGP 14. A giugno 2015 è uscito MotoGP 15 per PlayStation 4, PlayStation 3, Xbox One, PC, Steam, Xbox 360. Nel 2014 l'azienda milanese ottiene una nuova licenza, quella del campionato mondiale di motocross, per il quale ha finora edito due giochi.

Giochi sviluppati[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]