Milano-Sanremo 1927

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Italia Milano-Sanremo 1927
Edizione20ª
Data3 aprile
PartenzaMilano
ArrivoSanremo
Percorso286,5 km
Tempo9h43'00"
Media29,485 km/h
Ordine d'arrivo
PrimoItalia Pietro Chesi
SecondoItalia Alfredo Binda
TerzoItalia Domenico Piemontesi
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
Milano-Sanremo 1926Milano-Sanremo 1928

La Milano-Sanremo 1927, si disputò il 3 aprile 1927, su un percorso totale di 286,5 km e fu vinta dall'italiano Pietro Chesi con il tempo di 9h43'00".

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

La partenza avvenne a Milano alle 6:02 con 111 corridori al via, grande assente fu il "campionissimo" Costante Girardengo per i postumi di una frattura al polso sinistro. Chesi che era un corridore "isolato" andò in fuga alle porte di Tortona dopo appena 70 km, con lui partì un altro corridore isolato Carlo Porzio. Siccome entrambi erano pressoché sconosciuti, il plotone proseguì non curante la sua marcia e nessuno li inseguì. Dopo una trentina di chilometri Porzio fu costretto alla resa a causa di crampi, mentre Chesi giunse in vetta al Turchino con un vantaggio di 18 minuti sul gruppo. Ad Arenzano il ritardo del gruppo era di 17 minuti mentre a Savona era sceso a 15, solo però sul Berta Binda e Piemontesi insieme ad altri corridori si decisero all'inseguimento e giunsero in vetta con un ritardo di 13 minuti. L'azione degli inseguitori fu però tardiva e Chesi tagliò il traguardo di via Cavallotti tra lo stupore generale con 9 minuti di vantaggio sugli immediati inseguitori, mentre a 12 minuti Bresciani regolò in volata una delegazione internazionale comprendente Henri Suter.

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Italia Pietro Chesi Indipendente 9h43'00"
2 Italia Alfredo Binda Legnano a 9'00"
3 Italia Domenico Piemontesi Bianchi s.t.
4 Italia Arturo Bresciani Bianchi a 12'00"
5 Svizzera Heiri Suter Olympique s.t.
6 Italia Antonio Negrini Wolsit s.t.
7 Italia Giuseppe Pancera Berrettini s.t.
8 Italia Federico Gay Mifa s.t.
9 Italia Giovanni Brunero Legnano s.t.
10 Italia Aristide Cavallini Indipendente s.t.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo