Mikael Persbrandt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mikael Persbrandt nel 2018

Mikael Persbrandt (Järfälla, 25 settembre 1963) è un attore svedese.

Nei film svedesi, è forse il più noto per aver interpretato Gunvald Larsson nella serie Beck. È internazionalmente conosciuto per il suo ruolo da protagonista nel film vincitore di un Premio Oscar, In un mondo migliore, diretto da Susanne Bier. La sua interpretazione gli ha valso una nomination all'European Film Award 2011 come miglior attore. Altre parti comprendono il ruolo di Carl Hamilton dei romanzi di Jan Guillou e Beorn in Lo Hobbit.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mikael Persbrandt a gennaio 2012

Persbrandt è nato il 25 settembre 1963 a Jakobsberg, nel comune di Järfälla, nella contea di Stoccolma. Si è esibito sul palco del Royal Dramatic Theatre di Stoccolma e in numerosi ruoli cinematografici e televisivi. Persbrandt è ben noto per il suo ruolo di ispettore di polizia Gunvald Larsson, nella serie Beck. Ha vinto il Guldbagge Award come miglior attore in un ruolo da protagonista due volte, il primo nel 2009 per Maria Larssons eviga ögonblick e il secondo nel 2014 per Nobody Owns Me. Nel 2015 Persbrandt ha riferito che avrebbe smesso di recitare nel suo ruolo popolare di Gunvald Larsson nella serie Beck, mentre nel 2019 entra a far parte del cast di Sex Education prodotto da Netflix.

Immagine pubblica e problemi legali[modifica | modifica wikitesto]

Persbrandt è stato spesso notato per il suo bell'aspetto, e quando i media svedesi fanno liste degli uomini svedesi più attraenti, è stato spesso in quelle liste.[1][2]

Presunta overdose[modifica | modifica wikitesto]

Nel dicembre 2005 Persbrandt ha sporto denuncia contro il giornale Expressen che aveva fatto false accuse su una presunta overdose e sul fatto che fosse stato ricoverato in una clinica di Uppsala. Expressen si scusò e ammise che le informazioni erano false, ma le scuse non furono accettate da Persbrandt. Otto Sjöberg, all'epoca redattore del giornale, è stato multato.[3]

Uso di droghe[modifica | modifica wikitesto]

Persbrandt è stato arrestato due volte nel 2011 per uso di cocaina, ricevendo una multa.[4] Nell'aprile 2014 è stato condannato a cinque mesi di reclusione per un altro reato di cocaina, ma in appello è stato ridotto a 75 ore di servizio alla comunità.[5]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Ha una relazione con Sanna Lundell, con cui ha avuto tre figli. In precedenza è stato sposato con Maria Bonnevie.[6]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Mikael Persbrandt e Sanna Lundell nel 2012

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (SV) Lasse Kronér: "Därför är jag sexig", su nyheter24.se, 20 settembre 2012. URL consultato il 15 maggio 2019.
  2. ^ (SV) Därför är Persbrandt snyggast | Nöje | Expressen, su www.expressen.se. URL consultato il 15 maggio 2019.
  3. ^ (SV) Persbrandt stämmer Expressen, su DN.SE, 15 dicembre 2005. URL consultato il 15 maggio 2019.
  4. ^ (EN) Mikael Persbrandt in new cocaine bust, su www.thelocal.se, 9 giugno 2011. URL consultato il 15 maggio 2019.
  5. ^ (EN) Sveriges Radio, Persbrandt sentenced to community service - Radio Sweden, su sverigesradio.se. URL consultato il 15 maggio 2019.
  6. ^ (SV) Mikael Persbrandts och Sanna Lundells nya kärleksliv på lyxgården, su www.expressen.se. URL consultato il 15 maggio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN69141341 · ISNI (EN0000 0001 2138 2691 · LCCN (ENno2010038685 · GND (DE130530697 · BNF (FRcb142152617 (data) · BNE (ESXX5094279 (data) · WorldCat Identities (ENlccn-no2010038685