Miguel Ricardo de Álava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Miguel Ricardo de Álava

Miguel Ricardo de Álava (Vitoria, 7 febbraio 1772Barèges, 14 luglio 1843) è stato un militare e politico spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sostenne Giuseppe Bonaparte, quando nel 1808 fu proclamato re di Spagna, ma nel 1811 si accostò ai Borboni. Nel 1812 emanò un proclama in cui esortava alla diserzione i compatrioti militanti nelle file francesi. Durante la reazione di Ferdinando VII venne incarcerato; liberato unicamente grazie alle insistenze di Arthur Wellesley, I duca di Wellington, fu inviato come ambasciatore all'Aia.

Combatté contro Napoleone nella battaglia di Waterloo con il suo aiutante di campo Nicolás de Miniussir y Giorgeta[1].

Favorevole ai moti del 1820-1821, nel 1823, dopo il trionfo dell'assolutismo monarchico, andò in esilio; fu richiamato nel 1834 e nominato pari dalla regina Maria Cristina.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

(ES) Manuel Moreno, El relato de Álava, in Javier Redondo (a cura di), La aventura de la Historia, Año 17, nº 199, Madrid, EDITA Unidad Editorial Sociedad de Revistas S. L. U., Mayo 2015, pp. 66-71, ISSN 1579-427X (WC · ACNP).


Predecessore Presidente del Governo spagnolo Successore
José María Queipo de Llano 14 settembre 1835 – 25 settembre 1835 Juan Álvarez Mendizábal
Controllo di autoritàVIAF: (EN87246609 · ISNI: (EN0000 0000 6041 4142 · BNF: (FRcb16296157w (data) · ULAN: (EN500354703
  1. ^