Microsoft Compressed HTML Help

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Microsoft Compressed HTML Help o CHM è un formato proprietario per file di aiuto in linea, sviluppato da Microsoft e rilasciato nel 1997 come successore di Microsoft WinHelp. È stato rilasciato per la prima volta con Windows 98 ed è ancora distribuito e supportato su Windows 8.1 e Windows RT.

I file HTML Help sono creati con appositi strumenti. Microsoft distribuisce l'HTML Help Workshop con le versioni supportate di Windows e lo rende disponibile gratuitamente per il download. Ci sono anche diversi strumenti di terze parti.

Il formato .LIT per Microsoft Reader è fondamentalmente una modifica di HTML Help.

Nel 2002 Microsoft ha annunciato alcuni problemi di sicurezza correlati con il formato .CHM, e ha rilasciato alcune patch. Il formato CHM non sarà più sviluppato e verrà sostituito da Microsoft Assistance Markup Language in Windows Vista.

Storia[modifica | modifica sorgente]

  • Febbraio 1996 - Microsoft ha annunciato il progetto per fermare lo sviluppo di WinHelp ed iniziare quello di HTML Help
  • Agosto 1997 - rilascio HTML Help 1.0 (HH 1.0) con Internet Explorer 4.
  • Febbraio 1998 - HTML Help 1.1a distribuito con Windows 98.
  • Gennaio 2000 - HTML Help 1.3 distribuito con Windows 2000.
  • Luglio 2000 - HTML Help 1.32 rilasciato con Internet Explorer 5.5 e Windows ME.
  • Ottobre 2001 - HTML Help 1.33 rilasciato con Internet Explorer 6 e Windows XP.
  • Marzo 2001 - Alla conferenza WritersUA (precedentemente WinWriters) Microsoft annuncia una nuova piattaforma Help 2.0, sempre basata su HTML.
  • Gennaio 2003 - Microsoft decide di non rilasciare Microsoft Help 2.0.

Formato di file[modifica | modifica sorgente]

Un file CHM ha estensione ".chm". Consiste in un insieme di pagine scritte in un subset di HTML e con un indice di hyperlink. Il formato CHM è ottimizzato per la lettura, dato che i file sono pesantemente indicizzati. Tutti i file sono compressi con algoritmo LZX. La maggior parte dei browser CHM possono visualizzare l'indice accanto al testo della pagina.

I file iniziano con i byte ITSF (in ASCII), sigla che sta per "Info-Tech Storge Format". Il formato è stato parzialmente decodificato con ingegneria inversa, e ci sono specifiche disponibili: [1] e [2].

Ci sono diversi strumenti Open Source che possono leggere ed esplorare questi file (vedi, per esempio, xCHM, KchmViewer, GnoCHM o Chmox for OS X), ma non hanno tutte le funzioni dei tool ufficiali.

Vantaggi[modifica | modifica sorgente]

  • La dimensione dei file è più piccola di quella dell'HTML semplice
  • Contiene tutti gli strumenti di formattazione dell'HTML per la presentazione del testo
  • Possibilità di cercare in tutto il testo
  • Possibilità di unire più file CHM.

Applicazioni[modifica | modifica sorgente]

Questo formato è stato pensato solo per la realizzazione di file di aiuto, ma gli sono stati trovati anche alcuni utilizzi diversi. È molto comodo per mettere insieme pagine HTML in un unico archivio facilmente navigabile e per creare piccoli libri elettronici. Molte persone lo utilizzano per tenere insieme degli appunti, poiché è facile organizzarli gerarchicamente e permettere rapide ricerche. Esiste un'estensione di Mozilla Firefox per leggere i file CHM: [3].

Estrarre i file HTML[modifica | modifica sorgente]

Su Windows, è possibile estrarre l'HTML contenuto in un file CHM con questo comando:

hh.exe -decompile extracted filename.chm

Al posto di "extracted" bisogna mettere il nome della cartella in cui estrarre i file, e al posto di "filename.chm" bisogna mettere il nome del file originale.

Sui sistemi Unix che utilizzano apt come package tool, un file CHM può essere estratto in questo modo (l'esempio di seguito vale per le distribuzioni basate Debian)

 $ sudo apt-get install libchm-bin
 $ extract_chmLib filename.chm extracted/

Un altro utile set di strumenti per i file CHM sui sistemi non-Windows è CHM Tools Package. È disponibile come codice sorgente e include un programma, chmdump, che estrae file HTML dai CHM e li mette in una cartella.

È disponibile anche sotto Mac OS X tramite MacPorts.

Se DarwinPorts è installato sul vostro sistema, il comando per installare chmdump è il seguente:

  $ sudo port install chmdump

Il comando per estrarre gli HTML è questo:

  $ chmdump filename.chm extracted

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica