Micromanagement (business)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il micromanagement, in business management, è uno stile manageriale dove un manager osserva da vicino e/o controlla il lavoro del proprio/a subordinato o impiegato.

Il micromanagement è generalmente associato con una connotazione negativa[1][2] ma viene tuttora utilizzato e accettato in tutto il mondo come stile di management.

Le caratteristiche principali con cui identificare il micromanagement sono:

  • Analizzare in profondità ogni minimo dettaglio;
  • Avere sotto controllo gli aspetti più granulari delle attività;
  • Pretendere un costante feedback anche su mansioni a bassissimo valore aggiunto;
  • Ego smisurato;
  • Capacità di delega ridotta;
  • Assente fiducia nei colleghi e nel gruppo.

Definizione[modifica | modifica wikitesto]

Il dizionario online di Merriam-Webster definisce[3] il micromanagement come un management con un eccessivo controllo o attenzione ai dettagli. Dictionary.com definisce micromanagement come management o controllo con eccessiva attenzione a dettagli minori.[4]

La nozione di micromanagement può essere estesa a qualsiasi contesto sociale in cui esiste un approccio di bullismo o mobbing a livello di controllo o di influenza nei confronti dei membri di un gruppo. Spesso, questa eccessiva ossessione per il più piccolo dei dettagli comporta un fallimento delle capacità di management nell'evidenziare i dettagli di importanza maggiore.

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

Invece di dare istruzioni generali su mansioni più piccole e poi dedicare il tempo a superare le preoccupazioni più grandi, il micromanager controlla e valuta ogni passo di un processo aziendale e evita di delegare delle decisioni.[5] I micromanagers sono di solito irritati quando un subordinato prende decisioni senza consultarli, anche se queste rientrano nel livello di autorità del subordinato.

Il micromanagement inoltre richiede frequentemente richieste di relazioni inutili e troppo dettagliate ("reportomania"). Un micromanager tende a richiedere feedback costanti e dettagliati sulle prestazioni e concentrarsi eccessivamente sulle triviali procedurali (spesso in dettaglio più grandi di quanto possa effettivamente elaborare), piuttosto che sulle prestazioni complessive, sulla qualità e sui risultati. Questa concentrazione sui dettagli a "basso livello" spesso ritarda le decisioni, ne riduce gli obiettivi e gli obiettivi globali, limita il flusso di informazioni tra i dipendenti e guida i vari aspetti di un progetto in direzioni diverse e spesso opposte. Molti micromanagers considerano tali inefficienze come meno importanti della loro ritenzione di controllo o della comparsa del controllo.

È comune per i micromanager, specialmente quelli che mostrano tendenze narcisistiche e/o lo fanno deliberatamente e per ragioni strategiche, delegare il lavoro a subordinati e poi controllano eccessivamente le prestazioni di questi ultimi, consentendo ai micromanagers in questione di prendere entrambi un credito per risultati positivi e spostare la colpa per i risultati negativi ai loro subordinati.[6] Questi micromanager delegano quindi la responsabilità per il fallimento, ma non l'autorità a prendere azioni alternative che avrebbero portato al successo o almeno alla mitigazione di quel fallimento.

I casi più estremi del micromanagement costituiscono una patologia di gestione strettamente correlata, ad esempio, al bullismo sul posto di lavoro e al comportamento narcisistico. Il micromanagement somiglia alla dipendenza in quanto, sebbene la maggior parte dei micromanager siano comportamentalmente dipendenti dal controllo su altri, sia come stile di vita che come mezzo per mantenere tale stile di vita, molti di loro non riescono a riconoscere la loro dipendenza, neanche quando questa può essere percepita da chiunque gli sia intorno.[1] Alcuni gravi casi di micromanagement provengono da altri disturbi mentali, quali il disturbo ossessivo-compulsivo della personalità.

Anche se il micromanagement è spesso facilmente riconosciuto dai dipendenti, i micromanager stessi raramente si considerano come tali. In una forma di negazione simile a quella trovata in un comportamento dipendente, i micromanager spesso ribadiscono le accuse di micromanagement offrendo una caratterizzazione concorrente del loro stile di gestione come, ad esempio, "strutturato", "organizzato" o "perfezionistico".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Chambers, Harry (2004). My Way or the Highway. Berrett Koehler Publishers, San Francisco. Retrieved on 20 June 2008.
  2. ^ Micromanagement, in Small Business Resource Centre (2006) (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2008).
  3. ^ "Micromanage", via Merriam-Webster's Online Dictionary.
  4. ^ Dictionary.com (2008). Definition of micromanage. Retrieved on 21 June 2008.
  5. ^ McConnell, Charles (2006). Micromanagement is Mismanagement. National Federation of Independent Business. Retrieved on 20 June 2008.
  6. ^ Thomas, David. Narcissism: Behind the Mask (2010)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]