Michigan Opera Theatre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michigan Opera Theatre
DetroitOperaHouse.jpg
Detroit Opera House, sede del Michigan Opera Theatre dal 1996
AbbreviazioneMOT
Fondazione1970
FondatoreDavid DiChiera
ScopoCompagnia operistica
Sede centraleStati Uniti Detroit
Area di azioneMichigan
PresidenteStati Uniti Wayne S. Brown
DirettoreDavid DiChiera
Michigan Opera Theatre official site Sito web

La Michigan Opera Theatre (MOT) è la principale compagnia operistica del Michigan, negli Stati Uniti. La compagnia ha sede a Detroit, dove si esibisce alla Detroit Opera House. Ogni anno presenta una stagione di opera e danza. La compagnia presenta quattro opere nella loro lingua originale con sopratitoli in inglese e ospita compagnie di danza con repertorio itinerante. Presenta anche spettacoli teatrali musicali. La compagnia ha un'orchestra, un coro, un coro di bambini e un vasto programma di sensibilizzazione di danza e arte. Nel 2005 MOT ha vinto una sovvenzione del National Endowment for the Arts, Access to Artistic Excellence per sostenere la messa in scena della prima mondiale dell'opera Margaret Garner.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Merrill Humane Fountain, di fronte alla vecchia Detroit Opera House. Tra il 1901 e il 1906 a Detroit, Michigan.

Il Michigan Opera Theatre iniziò come braccio di sensibilizzazione dell'istruzione, Overture to Opera (OTO), della Detroit Grand Opera Association, l'organizzazione responsabile delle visite della Metropolitan Opera a Detroit. Nel 1963 il fondatore e direttore generale del MOT, David DiChiera, subentrò nel programma, poi nel suo terzo anno OTO presentò per la prima volta l'opera al pubblico come una raccolta di scene e atti. Non realizzò la sua prima produzione completa fino al 1970, con la messa in scena de Il barbiere di Siviglia al Detroit Institute of Arts. Overture to Opera divenne ufficialmente Michigan Opera Theatre nel 1971 dopo aver costituito un consiglio di amministrazione, a significare la sua trasformazione in una compagnia di opera professionale. Il 1977 segnò la fondazione del Dipartimento di programmi comunitari MOT di Karen VanderKloot DiChiera.[2] La compagnia divenne famosa per il casting che spesso vedeva una miscela di artisti affermati e giovani cantanti lirici americani provenienti da una varietà di esperienze pregresse, una tradizione che continua ancora oggi. La compagnia fu tra le prime a mettere in scena l'opera di Gershwin Porgy and Bess nel 1975 e l'opera Treemonisha di Scott Joplin nel 1983. Nel 2005 la compagnia mise in scena la prima mondiale di Margaret Garner di Richard Danielpour, basata sul romanzo Beloved di Toni Morrison. MOT si è anche affermata a livello internazionale per la messa in scena di opere raramente rappresentate, come la prima americana del compositore armeno Armen Tigranian, Anoush nel 1981,[3] del compositore polacco Karol Szymanowski King Roger nel 1991 e la prima americana di The Haunted Castle di Stanisław Moniuszko nel 1982. Nel 1989 venne presa la decisione di acquistare l'attuale sede del MOT, la Detroit Opera House[4]. Originariamente chiamato Capital Theatre l'edificio, progettato da C. Howard Crane, aveva bisogno di un ampio restauro. La compagnia finalmente guadagnò abbastanza denaro per acquistare l'intero blocco che comprende il vicino edificio Roberts Fur, che l'azienda ha demolito nel 1993 per far posto al palcoscenico di 75.000 piedi quadrati (7.000 m²). Il compito monumentale che divenne noto come "The Detroit Opera House Project" durò circa 7 anni e fu supportato da singole persone, corporazioni, fondazioni e sindacati locali. Anche Luciano Pavarotti contribuì in modo determinante alla campagna, portando l'attenzione del pubblico sul progetto in generale promettendo di cantare all'inaugurazione del nuovo teatro lirico, donando ingenti somme di denaro alla causa e facendo varie apparizioni in giro per Detroit in spettacoli progettati per raccogliere fondi per il progetto.[5] Nell'aprile del 1996 il MOT festeggiò l'apertura della sua nuova sede con un evento di gala che ricevette copertura internazionale. Tra gli ospiti del Gala c'erano le stelle dell'opera Joan Sutherland, Luciano Pavarotti, Irina Mishura, Helen Donath, Marcello Giordani, Gregg Baker, Alessandra Marc, e Elizabeth Parcells, il direttore Steven Mercurio e l'attore Roddy McDowall.[6] La serata fu anche caratterizzata da una Fanfara per la Detroit Opera House del compositore americano William Bolcom, che era stata appositamente commissionata per il Gala. Nel 1996 il MOT aggiunse anche una stagione di danza permanente al suo repertorio, con esibizioni dell'American Ballet Theatre e del Cleveland San Jose Ballet.

Locali[modifica | modifica wikitesto]

Molti dei locali per gli spettacoli di Detroit sono stati nel Michigan Opera Theatre. Con il passaggio nella Detroit Music Hall nel 1971[7], il MOT ha il merito di aiutare a rigenerare l'Entertainment District di Detroit. Operando ancora come Overture to Opera, la compagnia ha salvato la Music Hall dalla demolizione nel 1971 e ha messo in scena qui la sua prima stagione con le produzioni di Joseph and the Amazing Technicolor Dreamcoat e La rondine di Puccini. Oltre al Music Hall, il MOT ha occupato il Detroit Masonic Temple di Detroit e il Fisher Theatre. Nella stagione primaverile del 1984 la compagnia si trasferì nel Masonic Temple per accogliere un pubblico più vasto e produzioni più grandi. La sua prima produzione al Masonic Temple fu Anna Bolena, con Joan Sutherland.[8] La produzione comprendeva anche la prima americana del Midwest dei sopratitoli in inglese. Nel 1985 la compagnia si trasferì al Fisher Theatre per la sua stagione autunnale e mise in scena West Side Story[9] che fu rappresentato a lungo ed il Fisher divenne uno dei teatri d'opera del Michigan con produzioni campioni d'incassi.

Educazione artistica e sensibilizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il Dipartimento di Programmi Comunitari del Michigan Opera Theatre fu fondato da Karen Vanderkloot DiChiera nel 1977. Da allora ha fondato il Joyce H. Cohn Apprentice Award Fund per sostenere il Young Artist Apprentice Program del MOT. Ha anche ricevuto il premio Success in Education di Opera America. Il programma Arts Education and Outreach del MOT, che è una divisione del programma MOT dei programmi comunitari, collabora con gli studenti delle scuole locali. Il dipartimento ospita anche Learning at the Opera House che offre corsi e laboratori per bambini e adulti durante i mesi estivi. Il dipartimento offre anche programmi itineranti nelle scuole locali, nelle chiese e gruppi comunitari.[10] Anche il Dipartimento dei programmi comunitari del MOT ha presentato in anteprima molte opere. Essi comprendono Vigilence, Pete, The Pirate e Nanabush[11] che sono stati composti da Karen V. DiChiera e Summer Snow, composta da Fred Rogers del Mister Rogers' Neighborhood.

Centro per la Danza Margo V. Cohen[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i corsi di perfezionamento sono tenuti presso il Centro per la Danza Margo V. Cohen, è stato fondato nel 2001 ed è gestito dal Dr. Carol Halsted, direttore della danza. Il dipartimento, che è anche una componente del programma di sensibilizzazione della community del MOT, ospita la serie Dance Film della compagnia e il programma intensivo estivo dell'American Ballet Theatre.[12] Il centro ospita anche lezioni di ballo durante tutto l'anno per principianti e studenti di danza avanzata. Anche le audizioni di ballo si svolgono nel Centro.

L'Allesee Dance e Opera Resource Library[modifica | modifica wikitesto]

L'Allesee Dance e Opera Resource Library è la biblioteca ufficiale e l'archivio del Michigan Opera Theatre. È specializzata in materiali di ricerca specifici per la danza, l'opera e la storia dei 40 anni del MOT. La biblioteca è stata resa possibile nel 2006 grazie a un regalo di Robert e Maggie Allesee. La biblioteca e il centro di archiviazione contengono libri, colonne sonore, CD, video e centinaia di oggetti unici come le foto e le recensioni sugli spettacoli prodotti dal MOT. Il catalogo dell'Allesee Dance e Opera Resource Library è stato recentemente messo a disposizione del pubblico per accedere online attraverso una partnership unica con la School of Library and Information Science della Wayne State University.[13]

Produzioni più importanti[modifica | modifica wikitesto]

Al di là del repertorio standard, le produzioni più importanti hanno compreso:

Opere e Musical[modifica | modifica wikitesto]

  • 1979: produzione del film The Most Happy Fella, che approdò a Broadway e ricevette ottime critiche.[14]
  • 1984: Anna Bolena di Donizetti con il soprano australiano Dame Joan Sutherland. Questa fu la prima apparizione nel Midwest delle traduzioni con sopratitoli.[15]
  • 1988: La bohème di Puccini presentò il tenore russo Vyacheslav Polozov.
  • 1999: Il Werther di Massenet caratterizzò il debutto operistico in Nord America del tenore italiano Andrea Bocelli, con il mezzosoprano americano Denyce Graves. La produzione fu trasmessa via web.[16]
  • 2003: Luciano Pavarotti apparve al Palace nella sua ultima esibizione in Michigan.[17]
  • 2005: la prima mondiale dell'opera Margaret Garner Di Richard Danielpour, vincitore del Grammy Award, da un libretto del premio Nobel Toni Morrison.[18]
  • 2007: Cyrano del direttore generale del MOT Dr. David DiChiera, nella sua prima mondiale. Il libretto è di Bernard Uzan.[19]

Balletto[modifica | modifica wikitesto]

  • 1989-90: Swan Lake eseguito dal Cleveland Ballet; questa era la prima volta che la danza appariva nella stagione.
  • 1991-92: MOT produce il suo primo balletto, coreografia di Iacob Lascu.
  • 1996: American Ballet Theatre e il Cleveland San Jose Ballet, la prima sessione di ballo del MOT.
  • 1998: debutto di Alvin Ailey al MOT.[20]
  • 1999: debutto al MOT della Paul Taylor Dance Company.
  • 2001: debutto del Joffrey Ballet al MOT.
  • 2002: Ballet Internationale Lo schiaccianoci, l'inizio di una tradizione.
  • 2002-2003: Balletto Bol'šoj.[21]
  • 2003: Dance Theatre of Harlem.[22]
  • 2003: Les Ballets Africains.
  • 2004: Il Balletto Kirov.[23]
  • 2004: Un tram che si chiama Desiderio del North Carolina Dance Theatre.[24]
  • 2005-2006: Savion Glover.[25]
  • 2007: The Grand Rapids Ballet: Where The Wild Things Are.[26]

Artisti degni di nota[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli artisti di rilievo che hanno cantato al MOT all'inizio della loro carriera ci sono: Maria Ewing, nata a Detroit, che ha cantato nel 1970 nella produzione del Il barbiere di Siviglia; Leona Mitchell, che ha cantato Bess nella produzione della compagnia del 1975 di Porgy and Bess; Kathleen Battle, la cui esibizione nel 1975 come Rosina ne Il barbiere di Siviglia, ha segnato il suo debutto operistico; Catherine Malfitano, che ha creato il ruolo di Catherine Sloper nella prima mondiale del MOT di Washington Square nel 1976. Altri artisti degni di nota comprendono Jerome Hines del Metropolitan Opera, un basso, che nel 1974 ha cantato il ruolo del protagonista nel Boris Godunov; Nicole Cabell ha cantato Musetta ne La bohème nel 2005, pochi mesi dopo aver vinto la BBC Cardiff Singer of the World competition; il soprano australiano Dame Joan Sutherland che ha cantato il ruolo della protagonista in Anna Bolena di Donizetti;[27] Martina Arroyo e Ghena Dimitrova che hanno cantato nella produzione del MOT di Turandot nel 1986; Luciano Pavarotti che ha cantato alla Joe Louis Arena nel 1989; Irina Mishura che ha interpretato Carmen durante la stagione 1996-97;[28] I Tre Tenori nel 1999 allo storico Tiger Stadium di Detroit,[29] Andrea Bocelli che ha fatto il suo debutto operistico in scena nel Werther e Denyce Graves che ha fatto il suo debutto al MOT in Werther; Vyacheslav Polozov, il tenore russo che canta nella Boheme di Puccini; ed Ewa Podleś, il contralto polacco che cantava in Un ballo in maschera di Verdi.

Prime[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Il Michigan Opera Theatre ha messo in scena le prime mondiali delle seguenti opere:

Nord Americane[modifica | modifica wikitesto]

Il Michigan Opera Theatre ha messo in scena queste Prime nordamericane:

  • Anoush composto da Armen Tigranian, basato su un poema di Hovhannes Toumanian del 1981.[34]
  • The Haunted Castle composto da Stanislow Moniuzko nel 1982.
  • Stagione del 40º anniversario della Michigan Opera 2010-2011.[35]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NEA Spotlight: Michigan Opera Theatre, 2005 Annual Report of the National Endowment for the Arts, su nea.gov. URL consultato il 29 luglio 2008 (archiviato dall'url originale il 22 settembre 2008).
  2. ^ Curtain Calls Online: News from the World of Professional Theatre: National Opera Associations Honors MOT with two awards Archiviato il 27 luglio 2011 in Internet Archive. February 9, 2006. Pride Source. Accessed May 4, 2010.
  3. ^ Opera: "Anoush," Classic of Armenia in Detroit "New York Times" Accessed 25 April 2010.
  4. ^ Grand Circus Theatre October 23, 1994. Toledo Blade. Accessed May 4, 2010.
  5. ^ OPERA STAR PAVAROTTI PLANS DETROIT VISIT "Dayton Daily News" May 21, 1991. Accessed 25 April 2010.
  6. ^ Detroit Opera House Opens with Pavarotti "Ludington Daily News" Accessed 25 April 2010.
  7. ^ Opera Fills Need in Detroit Area The Lewiston Daily Sun. November 23, 1976. Accessed May 4, 2010
  8. ^ Out of Town: Detroit Toledo Blade. May 31, 1984. Accessed May 4, 2010.
  9. ^ 'Torch Bearers' To Open Repertoire Theatre Season: Backstage Notes Toledo Blade. August 20, 1985. Accessed May 4, 2010
  10. ^ Curtain Calls Online: News from the World of Professional Theatre: National Opera Associations Honors MOT with two awards Archiviato il 27 luglio 2011 in Internet Archive. February 9, 2006. Pride Source. Accessed May 4, 2010.
  11. ^ Nanabush, The Great Lakes Indian Hero. Opera America: Opera For Youth. Accessed May 5, 2010.
  12. ^ Art & Around: See the ballet stars of the future today at the Detroit Opera House Archiviato il 29 settembre 2011 in Internet Archive. Pride Source. July 8, 2004. Accessed May 10, 2010
  13. ^ Michigan Opera Theatre's Library Now Online with the Help of SLIS Wayne State University: School of Library and Information Science: News and Announcements Archive. November 5, 2009. Accessed May 10, 2010.
  14. ^ The Most Happy Fella Internet Broadway Database. Accessed May 17, 2010
  15. ^ "Out of Town: Detroit" Toledo Blade, May 31, 1984. Accessed May 17, 2010
  16. ^ "Finding His Way in Werther; Andrea Bocelli's Tentative debut", The Washington Post. November 1, 1999. Accessed May 23, 2010.
  17. ^ Luciano Pavarotti winds down touring life with a stop at the Palace Detroit News, September 19, 2003. Accessed May 23, 2010
  18. ^ "Margaret Garner Gets National Buzz" The Cincinnati Post, July 2005. Accessed May 23, 2010.
  19. ^ "Opera impresario to debut new work at Michigan Opera Theatre" Archiviato il 29 settembre 2011 in Internet Archive. Pride Source, October 4, 2007. Accessed May 23, 2010.
  20. ^ Anticipation builds for Detroit debut of the Harlem Nutcracker October 27, 1998. Accessed May 23, 2010.
  21. ^ Bolshoi Ballet joins Detroit's dance card The Detroit News. March 13, 2002. Accessed May 23, 2010.
  22. ^ Dance Theatre Free to soar The Detroit News. February 22, 2002. Accessed May 24, 2010.
  23. ^ "Kirov brings years of history to Detroit in Bayadere" The Detroit News, October 24, 2004. Accessed May 23, 2010
  24. ^ 'Streetcar' stops for big drama at the Opera House The Detroit News. April 3, 2004. Accessed May 24, 2010.
  25. ^ Flight of feet fills stages The Detroit News. September 17, 2005. Accessed May 24, 2010.
  26. ^ Wild Things The Detroit News. March 31. 2007. Accessed May 24, 2010.
  27. ^ Out of Town: Detroit Toledo Blade. May 31, 1984. Accessed May 11, 2010
  28. ^ 'Idol' making at the Detroit Opera House Archiviato il 29 settembre 2011 in Internet Archive. PrideSource: Entertainment. March 20, 2008. Accessed May 11, 2008,
  29. ^ Michigan Opera Theatre Cashes in on Three Tenors Ludington Daily News. July 15, 1999. Accessed May 11, 2010
  30. ^ Washington Square documentation Archiviato il 20 novembre 2008 in Internet Archive. on the official web site of its composer, Thomas Pasatieri. Accessed 29 July 2008.
  31. ^ Virginia Premiere Theatre; Joel Grow Archiviato il 17 luglio 2011 in Internet Archive. Accessed May 24, 2010
  32. ^ Performance record of Margaret Garner at Michigan Opera Theatre[collegamento interrotto], on the official site of Margaret Garner, an American Opera. Accessed 29 July 2008.
  33. ^ Performance record of Cyrano at Michigan Opera Theatre, Cyrano, the Opera official site. Accessed 29 July 2008.
  34. ^ Opera Anoush NY Times. November 2, 1981
  35. ^ Michigan Opera 40th Anniversary Season 2010-2011 Archiviato il 10 luglio 2011 in Internet Archive. Don411.com Media. April 12, 2010. Accessed May 24, 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica