Michele Vaccari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele Vaccari (Genova, 10 dicembre 1980) è uno scrittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Michele Vaccari entra fin da giovanissimo nel campo della comunicazione e dell'editoria[1]. Dopo una laurea al DAMS e un Master in Teorie e Tecniche della Narrazione alla Scuola Holden, lavora per svariate realtà editoriali italiane come autore e come editor, affiancando grandi firme del panorama letterario italiano, fra cui Tiziano Scarpa, Antonio Manzini e Niccolò Ammaniti[2]. Collabora con diverse agenzie letterarie[3]. Come copywriter, ha lavorato per Paramount Channel e per Sky. È stato anche direttore editoriale della collana Altrove di Chiarelettere[4].

L'esordio nella narrativa arriva a ventisei anni con Italian Fiction. Un marito è stato proposto da Marcello Fois all'edizione del 2019 del Premio Strega[5].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Antologie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vaccari riprende il suo gioco di trasfigurazione politica della storia italiana, su ilLibraio.it, 29 aprile 2021. URL consultato il 19 maggio 2021.
  2. ^ Michele Vaccari, su www.agenziakalama.it. URL consultato il 19 maggio 2021.
  3. ^ Michele Vaccari: Libri e biografia di Michele Vaccari, su Rizzoli Libri. URL consultato il 19 maggio 2021.
  4. ^ Michele Vaccari: Altrove è una collana che ci parla del futuro prossimo, su duels.it, 22 ottobre 2018. URL consultato il 19 maggio 2021.
  5. ^ Fondazione Bellonci, Un marito, su Premio Strega 2021. URL consultato il 19 maggio 2021.
Controllo di autoritàVIAF (EN48761701 · SBN IT\ICCU\LO1V\316600