Michele Pironti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Pironti
MichelePironti.jpg

Ministro di grazia e giustizia del Regno d'Italia
Durata mandato 26 maggio 1869 –
22 ottobre 1869
Monarca Vittorio Emanuele II di Savoia
Capo del governo Luigi Federico Menabrea
Predecessore Gennaro De Filippo
Successore Paolo Onorato Vigliani
Legislature X legislatura del Regno d'Italia

Senatore del Regno d'Italia
Legislature X

Deputato del Regno d'Italia
Legislature VIII
Sito istituzionale

Dati generali
Professione magistrato

Il conte Michele Pironti (Misciano, 14 gennaio 1814Torre del Greco, 14 ottobre 1885) è stato un politico e patriota italiano, senatore e Ministro di grazia e giustizia del Regno d'Italia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Patriota irpino, fu tra gli iniziatori dei moti liberali del 1848 contro il governo borbonico, e, per questo[1], fu ristretto nel Carcere di Montefusco, insieme a Luigi Settembrini e a Carlo Poerio.

Trattandosi di magistrato che aveva avuto un ruolo pubblico nella fallita rivoluzione del 1848, l'ambasciatore britannico tenne per anni corrispondenza diplomatica sulla sua ingiusta persecuzione[2], ottenendo dal Borbone che fossero dimezzati a sei i dodici giri di catena che lo tenevano costretto al muro della prigione[3]. Evase con Luigi Settembrini durante la fuga in Irlanda dei deportati destinati a Madeira.

Con l'unità d'Italia fu eletto deputato del Regno d'Italia; fu nominato Ministro di Grazia e Giustizia e Culti del Regno d'Italia nel Governo Menabrea III (1869); divenne poi senatore del Regno d'Italia, ben visto dal Re Vittorio Emanuele II. Morì in povertà a Torre del Greco, il 14 ottobre 1885.

A lui è stata dedicata la via principale del paese nativo. Inoltre sempre a lui è intitolata la piazza dove sorge il palazzo comunale di Montoro Inferiore.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone dell'Ordine della Corona d'Italia
Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro - nastrino per uniforme ordinaria Grand'Ufficiale dell'Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aa.Vv., "Michele Pironti nel primo centenario della morte 1885-1985. Atti del Convegno Nazionale di Studi. Avellino, 13-14 dicembre 1985", a c. di Mario Gabriele Giordano ("Riscontri", VII, 3-4), Avellino, Sabatia Editrice, 1985.
Predecessore Ministro di grazia e giustizia del Regno d'Italia Successore Flag of Italy (1861-1946).svg
Gennaro De Filippo 26 maggio 1869 - 22 ottobre 1869 Paolo Onorato Vigliani