Michele Musolino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michele Musolino
Michele Musolino.jpg

Sindaco di Reggio Calabria
Durata mandato 8 agosto 1983 –
29 agosto 1983
Predecessore Commissario Straordinario
Successore Giovanni Palamara

Durata mandato 15 settembre 1987 –
4 luglio 1988
Predecessore Pino Mallamo
Successore Luigi Aliquò

Dati generali
Partito politico Partito Socialista Italiano
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Professione Avvocato

Michele Musolino (Reggio Calabria, 2 agosto 1935Reggio Calabria, 26 luglio 1989) è stato un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università "La Sapienza" di Roma, discendeva da una famiglia di socialisti e comunisti illustri quali il padre Stefano e lo zio on. Eugenio Musolino fondatore del PCI a Reggio Calabria.

Fine poeta dialettale, riuscì a descrivere gli avvenimenti cittadini degli anni 70 e 80 con rara e raffinata ironia. Le sue poesie vennero raccolte dall'Amministrazione Comunale in una pubblicazione curata da Tito Borruto: Cronache di palazzo.

Nel 1953 si iscrisse al PSI presso la sezione di Catona e da allora ricoprì diversi incarichi nel partito e fu segretario di federazione nel 1980.

Nel 1970 fu eletto consigliere comunale alla prima candidatura, e nell'agosto 1983 fu eletto sindaco guidando una coalizione di sinistra (PSI-PCI-PSDI-PRI): a causa di forti contrasti all'interno della sua coalizione rimase in carica solamente tre settimane.

Tale vicenda segnò il suo rapporto col PSI a tal punto che nel 1984 ruppe clamorosamente con esso.

L'8 settembre 1987 fu rieletto sindaco grazie al sostegno di una giunta centrista formata da DC-PSDI-PRI e da una lista civica di supporto.

Si dimise dall'incarico il 4 luglio del 1988.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Moscato, I Sindaci di Reggio dal 1943 al 1984, Reggio Calabria, Ed. "Corriere di Reggio", 1984, p. 26.
  • Michele Musolino, Cronache di Palazzo; con saggi e testimonianze di Gaetano Cingari, Pasquino Crupi, Mario Labate, Mario Laface, Enzo Laganà, Agatino Licandro, Vincenzo Panuccio, Antonio Piromalli; a cura di Tito Borruto, Reggio Calabria, Gangemi Editore, 1991.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]


Predecessore Sindaco di Reggio Calabria Successore Reggio Calabria Stemma.png
Commissario straordinario 8 agosto 1983 - 29 agosto 1983 Giovanni Palamara I
Pino Mallamo 15 settembre 1987 - 4 luglio 1988 Luigi Aliquò II