Michele I Rangabe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Michele I di Bisanzio)
Michele I su una moneta dell'epoca

Michele I Rangabe (... – 11 gennaio 844) era un nobiluomo che aveva sposato Procopia, figlia di Niceforo I il Logoteta, ed era stato Maestro di Palazzo; divenne Basileus dei Romei (Imperatore d'Oriente) in seguito all'abdicazione di Stauracio nell'ottobre 811.

Regno[modifica | modifica wikitesto]

Michele I rappresentato sconfitto nella battaglia di Versinikia dell'813.

Eletto con l'appoggio del partito ortodosso della Chiesa, Michele perseguitò sistematicamente gli iconoclasti sulle frontiere settentrionali e occidentali dell'Impero, ma nel frattempo permise ai Bulgari di depredare gran parte della Macedonia e della Tracia.

Nell'812 l'imperatore Michele I riconobbe il sacro romano impero come stato sovrano, che aveva gli stessi diritti dell'impero bizantino, accettandone anche l'estensione territoriale.

Entrato in guerra con i Bulgari nella primavera dell'813, venne sconfitto nella battaglia di Versinikia e Leone l'Armeno venne acclamato imperatore al suo posto l'estate successiva.

Michele riuscì a sopravvivere alle menomazioni fisiche che venivano impartite agli sconfitti in quel periodo storico (specificatamente il taglio del naso) ma venne esiliato come monaco sull'Isola di Prote,[non corrisponde alle voci in inglese e francese] dove visse fino alla sua morte, avvenuta l'11 gennaio dell'844.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Michele I ebbe dalla moglie Procopia cinque figli:

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Georg Ostrogorsky, Storia dell'Impero bizantino, Milano, Einaudi, 1968, ISBN 88-06-17362-6.
  • Gerhard Herm, I bizantini, Milano, Garzanti, 1985.
  • John Julius Norwich, Bisanzio, Milano, Mondadori, 2000, ISBN 88-04-48185-4.
  • Silvia Ronchey, Lo stato bizantino, Torino, Einaudi, 2002, ISBN 88-06-16255-1.
  • Alexander P Kazhdan, Bisanzio e la sua civiltà, 2a ed, Bari, Laterza, 2004, ISBN 88-420-4691-4.
  • Giorgio Ravegnani, La storia di Bisanzio, Roma, Jouvence, 2004, ISBN 88-7801-353-6.
  • Giorgio Ravegnani, I bizantini in Italia, Bologna, il Mulino, 2004.
  • Ralph-Johannes Lilie, Bisanzio la seconda Roma, Roma, Newton & Compton, 2005, ISBN 88-541-0286-5.
  • Alain Ducellier, Michel Kapla, Bisanzio (IV-XV secolo), Milano, San Paolo, 2005, ISBN 88-215-5366-3.
  • Giorgio Ravegnani, Bisanzio e Venezia, Bologna, il Mulino, 2006.
  • Giorgio Ravegnani, Introduzione alla storia bizantina, Bologna, il Mulino, 2006.
  • Giorgio Ravegnani, Imperatori di Bisanzio, Bologna, Il Mulino, 2008, ISBN 978-88-15-12174-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Imperatore bizantino Successore Double-headed eagle of the Greek Orthodox Church.svg
Stauracio 811-813 Leone V