Michele Giraud

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Giraud
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1949 - giocatore
1951 - allenatore
Carriera
Giovanili
? non conosciuta Studentesca
1923 non conosciuta Oplonti
? Savoia
Squadre di club1
1926-1928 Savoia 2 (0)
1928-1930 Vomero ? (?)
1930-1934 Savoia 83 (0)
1934-1938 Taranto 77 (3)
1938-1939 Savoia 13 (4)
1939-1940 Taranto 24 (0)
1941-1942 Brindisi ? (?)
1942-1943 Taranto 2 (0)
1943-1944 Torrese ? (?)
1945 Stabia ? (?)
1945-1946 Napoli 1 (0)
1948-1949 Torrese 13 (0)
Carriera da allenatore
1939-1940TarantoGioc.-All.
1941-1942BrindisiGioc.-All.
1950-1951Italia Italia militare
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Mondiale Militare di calcio 1950
Oro Mondiale Militare di calcio 1951
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Michele Giraud (Procida, 1º ottobre 1910[1][2]1997) è stato un allenatore di calcio e calciatore italiano, di ruolo difensore.

Era indicato Giraud II per distinguerlo dai fratelli Giovanni e Raffaele, con cui ha militato contemporaneamente nel Savoia dal 1930 al 1932,[3][4] e nel campionato 1938-1939.[5]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Terzino cresciuto nelle giovanili del Savoia[6], passò nel 1929 tra le file del Vomero, club napoletano militante in Prima Divisione, l'allora terzo livello del calcio italiano. Militò per quattro anni nel Savoia ed altrettanti nel Taranto, per poi ritornare un anno nella formazione napoletana ed uno in quella pugliese. Nel periodo della guerra giocò ancora per il Savoia (ridenominato Torrese)[7], disputò il Campionato campano nelle file dello Stabia laureandosi campione campano[8], e per una stagione in Serie A con il Napoli, esordendo nella massima serie in Pro Livorno-Napoli 2-1[9].
Nel 1948 ritornò alla Torrese collezionando 13 presenze in Serie C[10].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Da allenatore ha guidato il Taranto nel 1939[11] e la Nazionale Militare ai Campionati mondiali militari di calcio del 1950 e del 1951[12], entrambi vinti dagli Azzurri.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Italia: Olanda 1950
Italia: Egitto 1951

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Agendina Barlassina del calcio 1939-1940, pagina 122
  2. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, pag. 134 ed Enciclopedia del calcio riportano il 1910
  3. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p.80
  4. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p.86
  5. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p.134
  6. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p.96
  7. ^ Le liste di trasferimento dei calciatori, Il Corriere dello Sport, 25 settembre 1945, pag.2
  8. ^ Ass. StabiAmore, Lo Sport a Castellammare di Stabia, in Storia, cultura e tradizioni stabiesi, 2002. URL consultato l'11 settembre 2013.
  9. ^ Tramontano, p.47
  10. ^ Calvelli, Lucibelli, Schettino, p.202
  11. ^ Organigramma Taranto 1939-1940, xoomer.virgilio.it. URL consultato il 19 settembre 2012.
  12. ^ Giovannino Giraud festeggia un secolo di vita, su torresette.it. URL consultato il 29 gennaio 2013.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chrystian Calvelli, Giuseppe Lucibelli; Raffaele Schettino, Savoia storia e leggenda dall'Oncino al Giraud, Gragnano, Stampa Democratica '95, dicembre 2000. ISBN non esistente
  • Elio Tramontano, Da Sallustro a Maradona 90 anni di storia del Napoli, Napoli, Edizioni Meridionali, 1984. ISBN non esistente

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]