Michele De Virgilio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Michele De Virgilio (Foggia, 9 giugno 1969) è un attore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'esame di maturità si iscrive alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova sotto la direzione di Anna Laura Messeri[1]. Una volta diplomato viene scritturato per importanti produzioni teatrali: Nathan il saggio con Eros Pagni, Cyrano de Bergerac con Franco Branciaroli, Un tram che si chiama Desiderio con Mariangela Melato, Riccardo II con Gabriele Lavia.

Lavora anche come attore televisivo e cinematografico. Nel 1997 recita nel film Altri uomini, mentre un anno più tardi in Sotto la luna. Nel 2000 fa parte del cast della serie di Rai 1 Nebbia in Valpadana a fianco di Cochi e Renato. In seguito lavora prevalentemente in teatro anche se continua a fare apparizioni al cinema e in serie televisive. Nel novembre 2010 è stato fra i protagonisti della miniserie di Raiuno Tutti i padri di Maria dove interpreta Fausto, il figlio di Franco (Lino Banfi).

Nel 2012 scrive ed interpreta il monologo Tonino a testa in giù, poi pubblicato in volume.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggio[modifica | modifica wikitesto]

  • Playboy postatomico, regia di Marco Massaccesi (1995)
  • Uno e un altro, regia di Nicola Scorza (1997)
  • Pausa, regia di Michele De Virgilio e Nicola Scorza (1999)
  • Bbobbolone, regia di Daniele Cascella (2002)
  • La decima onda, regia di Francesco Colangelo (2011)
  • Cuori di pietra, regia di Francesca Pedrazza Gorlero (2011)

Teatrografia[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ m.b., Teatro, Genova fa il bis, su La Stampa, 26 giugno 1991, p. 46.
  2. ^ "Tonino a testa in giù": monologo semiserio sull'Italia che crolla su recensito.net
  3. ^ Bbobbolone! su gustocorto.it

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]