Michele Braga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michele Braga
Michele-braga.jpg
NazionalitàItalia Italia
Periodo di attività musicale2000 – in attività
StrumentoPianoforte
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Michele Braga (Roma, 11 aprile 1977) è un musicista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Roma nel 1977, musicista autodidatta si perfeziona con il Maestro Alessandro Cusatelli con il quale studia composizione e orchestrazione.

Nel 2000 fonda il progetto “Kitchentools” e pubblica “Harmonoize” un doppio album di genere elettropop.

Dal 2004 al 2006 è in tournée con Piero Pelù con cui collabora per gli album Soggetti smarriti, In faccia, Presente e il singolo Tribù. Suona le tastiere nel brano di Carmine Spera Un mondo grande quanto una città, interpretato da Carmen Miranda.

Gran parte del lavoro musicale di Michele Braga è dedicato al cinema: nel 2008 collabora con il regista Gabriele Mainetti firmando le musiche del cortometraggio “Basette”. Nel 2015 compone ancora insieme al regista Gabriele Mainetti le musiche per la colonna sonora del film supereroistico italiano Lo chiamavano Jeeg Robot con protagonisti Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli, distribuito da Lucky Red.

Dal 2015 collabora con la Nazionale Italiana di nuoto sincronizzato per la quale compone il brano “The Seasons on Heart” per i Campionati Mondiali di Kazan in Russia, e “Interstellar Synchro” per le qualifiche Olimpiche di Rio de Janeiro 2016. Per i campionati mondiali di nuoto 2017 di Budapest compone "A scream from Lampedusa" con il quale Manila Flamini e Giorgio Minisini ottengono la prima storica medaglia d’oro [1] per il synchro italiano.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Compositore[modifica | modifica wikitesto]

Lungometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Documentari[modifica | modifica wikitesto]

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 riceve il premio all'International Film Festival di Cipro per la migliore colonna sonora per il film "Iago” diretto da Volfango De Biasi.

Nel 2014 ottiene la nomination al Nastro d'argento per la colonna sonora di Più buio di mezzanotte, di Sebastiano Riso ispirato alla vita di Davide Cordova, in arte Fuxia, una nota drag queen del Muccassassina, la storica serata gay della capitale.

Nel 2016 Michele Braga e Gabriele Mainetti ottengono la nomination ai David di Donatello nella categoria miglior musicista per la colonna sonora del film Lo chiamavano Jeeg Robot che ottiene complessivamente 16[2] candidature al premio.

Nel 2016 ottiene la nomination[3] al Nastro d'argento per la miglior colonna sonora con il film Lo chiamavano Jeeg Robot.

Nel 2016 riceve il Ciak d'oro per la miglior colonna sonora[4] con il film Lo chiamavano Jeeg Robot.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2015 Michele Braga produce e scrive insieme a Gabriele Mainetti un nuovo arrangiamento della famosa Jeeg robot d'acciaio sigla dell'omonimo cartone animato, cantata in questa versione dall'attore Claudio Santamaria.

Nel 2010 i Coldplay pubblicano sul loro sito[5] il brano “Anywhere We Want To", cantato da David Loris, che Michele Braga ha composto per il film commedia Tutto l’amore del mondo di Riccardo Grandi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN188706060 · GND (DE1131825012