Michel von Tell

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michel von Tell
Michel von Tell public domain.jpg
Nazionalità Svizzera Svizzera
Motociclismo IlmorX3-003.png
Categoria Motomondiale, Rally
Carriera
Carriera nel mondiale Rally
Esordio 2000 Ruanda Rally
Scuderie Toyota, Harley-Davidson
 

Michel von Tell (Zurigo, 8 ottobre 1980) è un imprenditore, giornalista e pilota motociclistico svizzero.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato un giocatore di baseball a livello professionistico nel campionato svizzero NLB, la seconda lega nazionale.[1] Durante il Ruanda Rally (Rwanda Mountain Gorilla Rally) del 2000 si piazzò al sesto posto.[2] Ha studiato economia ed è stato attivo nel settore degli investimenti finanziari. Nel 2012 ha venduto la maggior parte delle sue aziende e ha cominciato a fare il giornalista e a realizzare documentari,[3] collaborando con personaggi come Gerhart Baum (politico ed ex ministro tedesco) e Peter Scholl-Latour (giornalista e scrittore tedesco).[4] Ha inoltre lavorato come consulente del Bundestag.[5] Occasionalmente partecipa a tornei di poker e risulta essere, secondo "Swiss Money List", tra i migliori giocatori del Paese.[6]

Record del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2020 ha stabilito il record mondiale di distanza percorsa, usando la prima Harley-Davidson elettrica.[7] Ha coperto la distanza di 1723 km in 24 ore,[8][9] attraversando Austria, Svizzera, Germania e Liechtenstein.[10] L'impresa è stata seguita da una piccola squadra, sei osservatori ufficiali e dalla stampa locale.[11] Il nuovo "record verde" ha fatto notizia in oltre 50 Paesi del mondo.[12]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Harley-Davidson LiveWire mit Reichweitenrekord: 1.723 km in 24 Stunden - MOTORRADonline.de, su web.archive.org, 23 marzo 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 23 marzo 2020).
  2. ^ (EN) eWRC-results.com, Michel v.Tell - rally profile eWRC-results.com, su eWRC-results.com. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  3. ^ (EN) Michel von Tell, Bye Bye Lugo, 23 maggio 2013. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  4. ^ (DE) Bestseller-Autor Peter Scholl-Latour – Erinnerung mit letztem Interview - Boulevard - Rhein-Zeitung, su web.archive.org, 18 marzo 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020 (archiviato dall'url originale il 18 marzo 2020).
  5. ^ (DE) Redaktion, Zu Besuch beim «Weltmeister» in der Villa Turm, su lie:zeit online, 24 giugno 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  6. ^ (EN) Switzerland All Time Money List, Top 2333: Hendon Mob Poker Database, su The Hendon Mob. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  7. ^ (FR) Plus de 2000 km en Harley Davidson LiveWire • GO2ROUES, su GO2ROUES, 8 luglio 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  8. ^ (DE) Martin A. Bartholdi, Harley-Davidson LiveWire: Schweizer fährt Rekord mit E-Töff, su Blick, 28 marzo 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  9. ^ (DE) Motorradmagazin, Rekordfahrt mit LiveWire, su Motorradmagazin, 25 marzo 2020. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  10. ^ (EN) Yes, You Can Do An Iron Butt On A Harley-Davidson LiveWire, su Jalopnik. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  11. ^ L'impresa: 1720 km in 24 ore su Harley-Davidson LiveWire, su www.inmoto.it. URL consultato il 6 ottobre 2020.
  12. ^ Harley-Davidson LiveWire elettrica percorre 1.723 km in meno di 24 ore: è record, su Everyeye Auto. URL consultato il 6 ottobre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]