Michea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – "Michea" rimanda qui. Se stai cercando il nome proprio di persona, vedi Michea (nome).
San Michea
Hubert van Eyck 027.jpg
Hubert van Eyck, Michea profeta dal polittico della cattedrale di Gent
 

Profeta

 
NascitaVIII secolo a.C.
MorteVII secolo a.C.
Venerato daTutte le Chiese cristiane che ammettono il culto dei santi
Ricorrenza21 dicembre
AttributiRotolo della profezia

Michea (Morset Gat, ... – ...) è stato un profeta ebreo, autore del Libro di Michea.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Considerato uno dei profeti minori dell'Antico Testamento, Michea svolse la sua attività di profeta durante i regni di Jotham, Acaz ed Ezechia, approssimativamente tra il 737 a.C. ed il 690 a.C. Nacque in un piccolo villaggio a sud di Gerusalemme e fu lì che Dio gli si rivelò. Egli crebbe nell'ambiente di una classe sociale di poveri lavoratori, una piccola comunità rurale. La qualità delle sue profezie ha fatto ritenere a molti studiosi che egli abbia ricevuto una buona istruzione e/o possa essere appartenuto ad una delle famiglie più benestanti della comunità, un proprietario terriero.

Il suo nome, nella sua forma più lunga, Micaiahu, viene comunemente tradotto con «Chi è come Yahweh?» o anche «Lui che è come Jahvé».

La sua predicazione fu volta nel solco di quelle dei profeti suoi predecessori: riportare il Regno di Giuda al rapporto con Dio.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Michea è celebrato come santo dalla Chiesa apostolica armena, che lo commemora il 31 luglio. La Chiesa cristiana ortodossa lo celebra due volte l'anno: il 5 gennaio (calendario giuliano, corrispondente al 18 secondo il calendario gregoriano), e alla vigilia della Dormizione di Maria in agosto (15 agosto secondo il calendario gregoriano). La Chiesa cattolica invece lo celebra come santo il 21 dicembre[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ San Michea, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN49576726 · ISNI (EN0000 0000 7328 3620 · LCCN (ENn2007049168 · GND (DE118641085 · WorldCat Identities (ENn2007-049168