Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Michail Kornienko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michail Borisovič Kornienko
Mikhail Korniyenko cropped.jpg
Cosmonauta della RSA
Nazionalità Russia Russia
Status In attività
Data di nascita 15 aprile 1960
Data della scelta 1998 (RKKE-14)
Altre attività Ingegnere
Tempo nello spazio Attualmente nello spazio
Numero EVA 1
Durata EVA 6h, 42m
Missioni

Michail Borisovič Kornienko (in russo: Михаи́л Бори́сович Корние́нко?; Syzran’, 15 aprile 1960) è un cosmonauta e ingegnere russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Kornienko si è diplomato ad una scuola secondaria a Čeljabinsk, in Russia, nel 1977 e nei tre anni successivi ha fatto parte di una truppa di paracadutisti. Nel 1980 ha completato il servizio militare ed ha iniziato a lavorare nelle forze dell’ordine di Mosca fino 1986, anno in cui è stato assunto in un’agenzia di design di ingegneria meccanica come test ingegnere. Nel 1987 si è laureato in ingegneria meccanica all’Istituto di Aviazione di Mosca. Nel 1995 ha iniziato a lavorare per Energia Rocket/Space Corporation (RSC) come ingegnere di seconda categoria, in cui era responsabile della documentazione tecnica, software e addestramento EVA degli equipaggi.

È sposato con Irina Kornienko (Savostina), hanno una figlia di nome Natalia. È figlio di Boris Kornienko, un pilota militare rimasto ucciso in un incidente aereo e di Faina Kornienko, ora in pensione. Gli piace correre, fare nuotate invernali e l’atletica. [1]

Carriera di cosmonauta[modifica | modifica wikitesto]

A febbraio del 1998, Kornienko è stato selezionato come candidato cosmonauta da Energia, e il 1° dicembre 1999, dopo i due anni di addestramento base al Centro d’Addestramento per Cosmonauti Yuri Gagarin, è diventato ufficialmente un cosmonauta. Dall’agosto del 2001 a febbraio del 2003 è stato assegnato all’equipaggio di riserva dell’Expedition 8 come ingegnere di volo e come comandante della Soyuz TM (per un lancio sullo Shuttle). A causa dell’incidente del Columbia però l’equipaggio è stato riassegnato. Da 2003 al 2006 ha partecipato ad un addestramento avanzato della Stazione Spaziale Internazionale (ISS). Dal 2006 si è addestrato con ingegnere di volo dell’equipaggio di riserva dell’Expedition 15. Nell’agosto 2008 è stato assegnato come ingegnere di volo dell’Expedition 23/24.

Il 2 aprile 2010 è partito per la sua prima missione spaziale a bordo della Sojuz TMA-18 con i colleghi Skvortsov e Caldwell in direzione ISS per l’Expedition 23/24. Durante l’Expedition 24 ha eseguito un’attività extraveicolare con il collega russo Fëdor Jurčichin della durata di 6 ore e 42 minuti. È tornato sulla Terra il 25 settembre 2010 dopo 176 giorni di missione. [2]

Missione di un anno[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 novembre 2012 è stato scelto come il cosmonauta che, insieme all’astronauta NASA Scott Kelly, avrebbe trascorso un anno nello spazio durante le Expedition 43/44/45/46, per studiare più approfonditamente i cambiamenti del corpo umano durante una prolungata permanenza nello spazio.[3]

Il 27 marzo 2015 è stato lanciato dal Cosmodromo di Baikonur con i colleghi Gennadi Padalka e Scott Kelly a bordo della Sojuz TMA-16M verso la Stazione dove c’erano ad aspettarli i restanti tre colleghi dell’Expedition 43. [4]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Eroe della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria Eroe della Federazione Russa
«Per il suo coraggio ed eroismo nella realizzazione del volo spaziale di lunga durata sulla Stazione spaziale internazionale»
— 12 aprile 2011
Pilota-cosmonauta della Federazione Russa - nastrino per uniforme ordinaria Pilota-cosmonauta della Federazione Russa
«Per il suo coraggio ed eroismo nella realizzazione del volo spaziale di lunga durata sulla Stazione spaziale internazionale»
— 12 aprile 2011

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Mikhail Borisovich KORNIENKO, Energia, marzo 2007. URL consultato il 14 luglio 2015.
  2. ^ (EN) Cosmonaut Bio: Mikhail Borisovich Kornienko, NASA, dicembre 2012. URL consultato il 14 luglio 2015.
  3. ^ (EN) NASA, Roscosmos Assign Veteran Crew to Yearlong Space Station Mission, NASA, 26 novembre 2012. URL consultato il 14 luglio 2015.
  4. ^ (EN) Cosmonaut Biography: Mikhail Kornienko, Spacefacts, 11 giugno 2015. URL consultato il 14 luglio 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]