DJZ

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Michael Paris)
Michael Paris
DJ Z nel 2014
DJ Z nel 2014
Nome Michael Paris
Ring name Michael Montecarlo
Shiima Casanova
Shiima Xion
Zema Ion
DJ Z[1]
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Manila, Filippine[2]
5 ottobre 1986 (30 anni)[3]
Residenza Chicago, Illinois
Allenatore Super Hentai
Shirley Doe
Taz El Ferroz
Gran Apache[4]
Debutto 21 agosto 2004 [5]
Federazione Impact Wrestling
Progetto Wrestling

Michael Paris (Manila, 5 ottobre 1986) è un wrestler statunitense di origini filippine attualmente è sotto contratto con la federazione Impact Wrestling dove utilizza il ring name DJ Z[6] ed ha vinto per due volte il titolo TNA X Division Championship.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Circuito indipendente (2004-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Michael Paris debutta con il ring name di Shiima Xion il 21 agosto 2004 dove perde un match contro Jason Gory[7] ed incomincia una faida con lo stesso Gory che riesce a sconfiggerlo a ICW No Excuses[8]. Zema si riscatta e riesce a sconfiggerlo a ICW Super Indy V ed i due poi, superate le divergenze, formano un team chiamato BabyFace Fire. Nel loro primo match il 7 luglio 2006 i BFF perdono contro Chris Hero e Claudio Castagnoli ed il 9 dicembre 2006 vincono i titoli ICW Tag Team Championship, regno che durerà fino a marzo 2007[9]. I BFF la sera dell'8 dicembre 2007 riconquistano i titoli di coppia per la seconda volta in carriera e titoli[10] che deterranno fino ad agosto del 2008.

L' 11 maggio 2007 Xion (nome di Michael nella IWC) ha gareggiato nel torneo Super IWC Indy VI dove sconfisse Ruckus al primo turno e Super Hentai nella semifinale prima di perdere contro Larry Sweeney in finale[11].
L'anno successivo, Xion ha gareggiato nel Super IWC Indy VII dove nel primo turno ha sconfitto "Altar Boy" Luca Hawx ed ha poi perso in semifinale contro il vincitore finale del torneo, Jerry Lynn. Nel settembre 2008, Xion ha sconfitto Marshall Gambino potendo qualificarsi per un altro torneo, per il vacante ICW World Heavyweight Championship. Xion riuscì a sconfiggere Justin Idol, John McChesney e Raymond Rowe potendo così passare alle finali e dove riuscì a sconfiggere Jimmy DeMarco e vincere il tiolo ICW World Heavyweight championship[12].

Shiima Xion ha fatto il suo debutto giapponese perdendo un match di coppia, il 22 giugno 2006 a Shinjuku, in Giappone. Xion è apparso anche nel Takayuki Mikami in coppia con Kudo e Susumu contro Kagetora , Yuko Miyamoto e Mannjimaru. Xion riuscì a vincere un match solo nel 2 luglio 2006, in cui Xion, Kudo, e Mikami sconfissero Harashima , Toru Owashi e Yusuke Inokuma.

Shiima Xion fece il suo debutto nella Desastre totale Ultraviolento il 3 maggio 2008 a Città del Messico in un match di coppia con Joe Lider contro El Generico e Boy Crazy. Xion ha perso la partita dopo un Brainbuster subito da El Generico. Xion tornò a DTU il 11 luglio 2009 in Tulancingo, Messico per un triple treath match contro Boy Crazy e Tiger Extreme. Xion perse dopo una Swanton Bomb da Tiger Extreme. Xion il 26 luglio 2009 gareggiò per il DTU Championship ma perse.

Paris ha combattuto anche da singolo sconfiggendo lottatori come Homicide, Chris Sabin, Jerry Lynn e Chavo Guerrero[13].

Total Nonstop Action Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Varie faide e titolo X Division Championship (2011–2013)[modifica | modifica wikitesto]

Paris come Zema Ion nel 2012

Il 23 giugno 2011 fece un'apparizione nella Total Nonstop Action Wrestling con il ring name Zema Ion sconfiggendo Dakota Darsow e Federico Palacios passando alle finali del torneo X Division con in palio un contratto nella TNA e dove lotto in un fatal four-way match che fu vinto da Austin Aries[14].
Il 24 luglio firmò un contratto nella TNA e la settimana successiva sconfisse Mark Haskins ma perse un altro match contro Jesse Sorensen[15] ed il 28 settembre partecipò ad un Ladder match a cinque ma ne uscì sconfitto.
Il 29 settembre sconfisse Nese diventando Number One contender per il titolo TNA X Division Championship[16] e così disputare il match tenutosi al Genesis che venne vinto da Austin Aries, perdendo la possibilità di diventare campione.

Paris diventò per la seconda volta Number One contender al titolo X Division sconfiggendo nel pay per view (PPV) Against All Odds Jesse Sorensen e per poi affrontare di nuovo Austin Aries nella puntata di iMPACT! dell'8 marzo 2012 e dove vinse per squalifica[17] poiché Aries spruzzò su di lui il suo stesso spray per capelli. Zema quindi ottenne la sua terza title shot ma perse anche questo match a Victory Road per sottomissione (e sempre contro Aries)[18]. Partecipò ad un Fatal 4 way sempre con il titolo in palio ma il match si chiuse in un no contest per l'interferenza di Bully Ray[19].
In aprile ed a maggio ottenne nuove possibilità di vincere il titolo ma perse semprecontro Austin Aries e l'8 luglio partecipò ad un torneo per determinare i quattro che si sarebbero sfidati la stessa sera per l'X Division Championship (reso vacante da Austin Aries che preferì concentrarsi sul titolo TNA World Heavyweight Championship), vincendo. Nella stessa sera sconfisse Kenny King, Mason Andrews e Sonjay Dutt in un Ultimate X match vincendo il titolo TNA X Division Championship[20].
La settimana successiva sconfisse Dakota Darsow nonostante all'inizio si rifiutasse di combattere e nella puntata di iMPACT! del 26 luglio sconfisse Kenny King[21] in un match titolato e grazie all'interferenza in suo favore di Bobby Roode.
Nella puntata seguente, quella del 2 agosto si alleò con Roode per affrontare King e Aries per via dei fatti accaduti la scorsa puntata e venne schienato dallo stesso Kenny King che si aggiudicò il match ma che perse quello titolato ad Hardcore Justice.

A Bound For Glory viene sconfitto da Rob Van Dam perdendo così il titolo.

Alleanza con i BroMans (2013–2015)[modifica | modifica wikitesto]

DJ Z (a sinistra) in un match per l'ultimate X

Dopo aver speso diversi mesi fuori dal ring a causa di un infortunio, Paris fece il suo ritorno nella puntata di Impact del 28 novembre, alleandosi con i BroMans come loro DJ personale ed assumendo la nuova gimmick di DJ Z.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "El Matador"
  • "Il Flex Factory filippino"
  • "Il futuro della moda"
  • "The Slayer Vergine"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • " Bacio "di London After Midnight (Messico)
  • "Hey Mamita" di Cartel de Santa ( AAA )
  • " Bacio "di Dope Stars Inc. (IWC)
  • ing" Nymphetamine (Fix) "con Cradle of Filth (IWC)

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Absolute Intense Wrestling

Championship Wrestling Experience

  • CWE Undisputed Championship (1)

Far North Wrestling

  • FNW Cruiserweight Championship (2)

Real Championship Wrestling

Independent Wrestling Association East Coast

  • IWA East Coast Zero-G Crown (2008)

International Wrestling Cartel

  • IWC Heavyweight Championship (2)
  • IWC Super Indy Championship (2)
  • IWC Tag Team Championship (2 - con Jason Gory)
  • IWC Super Indy IX Tournament (2010)

International Pro Wrestling

  • IPW Texas Heavyweight Championship (3)

New Era Pro Wrestling

  • NEPW United States Tag Team Championship (1 - con Jason Gory)

Pro Wrestling Illustrated

  • 87° tra i 500 migliori wrestler singoli su PWI 500 (2012)

Total Nonstop Action Wrestling

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) DJ Z, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  2. ^ (EN) DJ Z, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  3. ^ (EN) DJ Z, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  4. ^ (EN) DJ Z, cagematch.net. URL consultato il 3 giugno 2017.
  5. ^ (EN) DJ Z, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  6. ^ (EN) DJ Z, cagematch.net. URL consultato il 3 giugno 2017.
  7. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  8. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  9. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  10. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  11. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  12. ^ (EN) IWC World Heavyweight Championship, cagematch.net. URL consultato il 3 giugno 2017.
  13. ^ (EN) Shiima Xion:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  14. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  15. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  16. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  17. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  18. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  19. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  20. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.
  21. ^ (EN) Total Nonstop Action Wrestling:, onlineworldofwrestling.com. URL consultato il 3 giugno 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling