Michael Lammer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Lammer
Nazionalità Svizzera Svizzera
Altezza 185 cm
Peso 80 kg
Tennis Tennis pictogram.svg
Carriera
Singolare1
Vittorie/sconfitte 7 - 23
Titoli vinti 0
Miglior ranking 150° (9 novembre 2009)
Risultati nei tornei del Grande Slam
Australia Australian Open 1T (2006)
Francia Roland Garros
Regno Unito Wimbledon Q1 (2012)
Stati Uniti US Open 2T (2005)
Doppio1
Vittorie/sconfitte 10 - 12
Titoli vinti 1
Miglior ranking 213° (2 novembre 2009)
Palmarès
2014 Coppa Davis Svizzera Svizzera
1 Dati relativi al circuito maggiore professionistico.
Statistiche aggiornate al 23 novembre 2014

Michael Lammer (Kilchberg, 25 marzo 1982) è un ex tennista svizzero, che nel 2014 ha conquistato la Coppa Davis con la Svizzera[1][2].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

1999-2000[modifica | modifica wikitesto]

Michael inizia la sua carriera perdendo il primo turno del Challenger di Ginevra nel 1999 per poi vincere nel 2000 a Lugano contro Francisco Costa la sua prima partita da professionista. Perderà poi ancora al primo turno di Ginevra.

2001[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 Lammer gioca quasi esclusivamente tornei Futures; perde due primi turni in Francia prima di raggiungere la semifinale al torneo tedesco di Riemerling dove perderà da Jean-Baptiste Perlant per 6-4 6-7(2) 4-6. Conquista poi altri due secondi turni in Italia e in Austria prima di raggiungere la sua prima finale a Valdengo, persa per 1-6 3-6 da Andrea Stoppini. Riuscirà poi a raggiungere il secondo turno a Lugano e nei Futures di Budapest e Zell, prima di un quarto di finale ad Aix-Les-Bains in Francia. Chiuderà l'anno con due primi turni e un secondo turno tutti in Svizzera.

2002[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 invece Lammer gioca solo due partite perdendole entrambe, una al Challenger di Lugano da Alessandro Da Col e l'altra al Futures francese di Frobach dal connazionale Stéphane Bohli. Non conquisterà nemmeno un set in entrambi i casi.

2003[modifica | modifica wikitesto]

Dopo due primi turni e un secondo turno, Lammer conquista nel 2003 un'altra semifinale in un torneo Futures, a Saint-Breiuc in Francia, persa da Olivier Patience, dopo aver battuto anche Philipp Kohlschreiber. Dopo un quarto di finale e un primo turno in Italia, raggiunge una semifinale anche ad Esslingen in Germania, persa con Marcello Craca, e due quarti di finale ancora in Germania. Gioca poi a giugno il Challenger di Lugano, passando un turno prima di perdere da Gilles Müller, e il Challenger di Zell in Germania dove si issa fino ai quarti di finale, dopo aver battuto tennisti del calibro di Philipp Petzschner e Óscar Hernández. Tenta poi una partecipazione ad un torneo del circuito ATP perdendo a Gstaad da Christophe Rochus. Gioca poi alcuni Challenger riuscendo però solo a vincere un turno a Manerbio e perdendo cinque volte al primo turno. Colleziona prima della fine dell'anno due semifinali in tornei Futures, in Francia e Spagna, perdendo rispettivamente da Gilles Simon e Florian Mayer e un quarto di finale ancora in Spagna perso dal greco Kostantinos Economidis.

2004[modifica | modifica wikitesto]

La stagione per Michael inizia bene con un quarto di finale e una semifinale in due tornei Futures tedeschi, battendo anche a Nußloch Andreas Beck per 6-1, 6-1. Lammer gioca poi alcuni tornei in Australia vincendo però solo una partita nel Challenger di Canberra e perdendo tre volte al primo turno. Tornato in Europa, per la precisione a Viterbo, raggiunge la finale in un Futures, persa contro Andrea Stoppini. Colleziona poi solo due vittorie, a Friesenheim e a Budapest, a fronte di sei sconfitte al primo turno nei mesi di giugno e luglio. Passa poi i primi turni dei tornei Challenger di San Pietroburgo e Ginevra, perdendo nel primo caso da Philipp Kohlschreiber e nel secondo da Christophe Rochus. Gioca poi due Futures tedeschi raggiungendo nel primo, a Monaco di Baviera, la finale, persa da Adam Chadaj, che poi sconfiggerà nella finale del secondo a Norimberga; questo torneo rappresenterà anche il suo primo successo da professionista in carriera. Prima della fine dell'anno raggiunge altri due quarti di finale in due tornei Futures oltre all'eliminazione al primo turno nel torneo Challenger di Aschaffenburg.

2005[modifica | modifica wikitesto]

Il 2005 è l'anno in cui Lammer inizia a giocare alcuni tornei del circuito maggiore, ma inizia la stagione giocando due Futures in Qatar ottenendo un quarto di finale, prima del quarto di finale nel Challenger di Cherbourg. Arriva poi fino alla semifinale di un Futures portoghese, persa da Frederico Gil, e di uno francese, sconfitto in questo caso da Jérémy Chardy, prima della vittoria a Valdegno, per 6-3, 6-1 in finale contro Alberto Brizzi. Arriva poi alla semifinale del Challenger di Dresda, battendo pure Andy Murray, ma sarà l'ultimo buon risultato dell'anno per Lammer. Riesce poi a raggiungere solo il secondo turno a Lugano e a Biella, entrambi tornei della categoria Challenger. Gioca poi la sua prima partita del circuito maggiore a Gstaad in luglio persa da Răzvan Sabău in tre set. Ottiene poi i quarti di finale a Recanati prima di giocare agli US Open e vincere il primo turno contro Kevin Kim; si tratta della prima vittoria ATP di Lammer in carriera, che gli porterà 50 punti per la classifica ATP. Perderà poi al primo turno a Southampton, Basilea e ad Aquisgrana.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Doppio[modifica | modifica wikitesto]

Vittorie (1)[modifica | modifica wikitesto]

Numero Data Torneo Superficie Compagno Avversari in finale Punteggio
1. 2 agosto 2009 Svizzera Allianz Suisse Open Gstaad, Gstaad Terra battuta Svizzera Marco Chiudinelli Rep. Ceca Jaroslav Levinský
Slovacchia Filip Polášek
7-5 6-3

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Svizzera ha vinto la Coppa Davis, ilpost.it, 23 novembre 2014. URL consultato il 23 novembre 2014.
  2. ^ Tennis, Coppa Davis: Francia-Svizzera 1-3, Federer distrugge Gasquet per il trionfo, gazzetta.it, 23 novembre 2014. URL consultato il 23 novembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN206144782968993754826