M. John Harrison

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Michael John Harrison)

Michael John Harrison (Warwickshire, 26 luglio 1945) è uno scrittore britannico, noto soprattutto con lo pseudonimo di M. John Harrison come autore di slipstream, fantascienza e fantasy.

Esponente di rilievo della New Wave, la sua prima pubblicazione risale al 1966. Dal 1968 al 1975 ha lavorato come redattore per la rivista New Worlds.

Appassionato di roccia, ha scritto nel 1989 il racconto Climbers, vincitore del Boardman Tasker Memorial Award.

Tra le altre sue opere vi sono il ciclo di Viriconium (formato da diversi racconti), il romanzo di fantascienza Luce dell'universo (2002, Light) e un'altra raccolta di storie brevi, Things That Never Happen.

Harrison scrive regolarmente articoli sulla letteratura per il Times Literary Supplement, il Guardian e il Daily Telegraph.

In Italia, sino al 2014 sono stati tradotti quattro suoi romanzi: il già citato Luce dell'universo, La città del lontanissimo futuro (The Pastel City, 1971), Nova swing (Nova Swing, 2006) e Lo spazio deserto (Empty Space, 2012)

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • The Committed Men (1971)
  • The Pastel City (1971, parte del ciclo di Viriconium). Tradotto in italiano come La città del lontanissimo futuro.
  • The Centauri Device (1975)
  • A Storm of Wings (1980, parte del ciclo di Viriconium)
  • In Viriconium (1982, parte del ciclo di Viriconium.)
  • Climbers (1989, vincitore del Boardman Tasker Award)
  • The Course of the Heart (1992)
  • Signs of Life (1996)
  • Viriconium (2000, volume che riunisce le diverse storie del ciclo)
  • Light (2002, parte della trilogia Kefahuci Tract, vincitore ex æquo del James Tiptree, Jr. Award per il 2003). Tradotto in italiano nel 2006 come Luce dell'universo.
  • Anima (2005, volume che raccoglie Signs of Life e The Course of the Heart).
  • Nova swing (Nova Swing, 2006, parte della trilogia Kefahuci Tract, vincitore del premio Arthur C. Clarke nel 2007 e del premio Philip K. Dick nel 2008.)
  • Lo spazio deserto (Empty Space, parte della trilogia Kefahuci Tract, 2012)

Raccolte di racconti[modifica | modifica sorgente]

  • The Machine in Shaft Ten (1975)
  • Viriconium Nights (1984)
  • The Ice Monkey (1985)
  • Travel Arrangements (2000)
  • Things That Never Happen (2002, volume che raccoglie The Ice Monkey, Travel Arrangements e altro materiale precedente non pubblicato in volume)

Scritti non narrativi[modifica | modifica sorgente]

  • Fawcett on Rock (1987, pubblicato col nome di Mike Harrison, biografia del celebre arrampicatore su roccia).
  • Parietal Games (2005, curato da Mark Bould & Michelle Reid. Contiene articoli e saggi di Harrison dal 1968 al 2004, otto saggi di altri autori sull'opera di Harrison e un'intervista con l'autore).

Firmati come Gabriel King (assieme a Jane Johnson)[modifica | modifica sorgente]

  • The Wild Road (1997)
  • The Golden Cat (1998)
  • The Knot Garden (2000)
  • Nonesuch (2001)

Collegamenti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 62080102 LCCN: n80145752