Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Michael (Michael Jackson)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Michael
ArtistaMichael Jackson
Tipo albumStudio
Pubblicazione10 dicembre 2010
Durata42:00
Dischi1
Tracce10
GenereRhythm and blues
Pop
Pop rock
Pop rap
Soul
EtichettaEpic Records
ProduttoreMichael Jackson, Teddy Riley, James Porte, Eddie Cascio, John McCain.
Registrazione1982 - 2009
FormatiCD
Certificazioni
Dischi d'oroAustralia Australia
(vendite: 35 000+)
Finlandia Finlandia
(vendite: 10 000+)
Giappone Giappone
(vendite: 100 000+)
Grecia Grecia
(vendite: 3 000+)
Irlanda Irlanda
(vendite: 7 500+)
Nuova Zelanda Nuova Zelanda
(vendite: 7 500+)
Portogallo Portogallo
(vendite: 10 000+)
Svezia Svezia
(vendite: 20 000+)
Ungheria Ungheria
(vendite: 3 000+)
Dischi di platinoArgentina Argentina
(vendite: 40 000+)
Austria Austria
(vendite: 20 000+)
Belgio Belgio
(vendite: 30 000+)
Canada Canada
(vendite: 80 000+)
Danimarca Danimarca
(vendite: 30 000+)
Francia Francia (2)
(vendite: 400 000+)
Italia Italia (2)
(vendite: 120 000+)
Polonia Polonia
(vendite: 20 000+)
Regno Unito Regno Unito
(vendite: 300 000+)
Rep. Ceca Rep. Ceca (5)
(vendite: 100 000+)
Russia Russia (2)
(vendite: 40 000+)
Spagna Spagna
(vendite: 40 000+)
Stati Uniti Stati Uniti
(vendite: 1 000 000+)
Michael Jackson - cronologia
Album precedente
(2009)
Album successivo
(2011)
Singoli
  1. Hold My Hand
    Pubblicato: 15 novembre 2010
  2. Hollywood Tonight
    Pubblicato: 11 febbraio 2011
  3. Behind the Mask
    Pubblicato: 21 febbraio 2011
  4. (I Like) The Way You Love Me
    Pubblicato: 8 luglio 2011

Michael è il primo album postumo di inediti attribuiti al cantante statunitense Michael Jackson, pubblicato il 10 dicembre 2010. L'album contiene 10 canzoni inedite che sarebbero state registrate dal 1982 al 2009 in diversi periodi della carriera di Jackson e in diversi studi di registrazione come quelli di Los Angeles e di Las Vegas con diversi produttori e collaboratori tra i quali Akon, Teddy Riley, James Porte, Eddie Cascio e John McClain.

Copertina[modifica | modifica wikitesto]

La copertina dell'album raffigura il cantante in un'armatura d'oro con due cherubini che gli posano una corona in testa. Sullo sfondo vi sono vari disegni raffiguranti i momenti più importanti della vita del cantante. Sulla spalla di quest'ultimo c'è una farfalla monarca che rappresenta il cambiamento del corpo di Michael. La copertina raffigurava anche il famoso simbolo di Prince, a rappresentare la loro presunta rivalità, ma è stato eliminato dalla Sony dopo alcune controversie e dato che l'artista di Minneapolis non lo aveva autorizzato.

La copertina è stata realizzata dal pittore Kadir Nelson nel 2009. L'artista aveva in precedenza solo parlato a Michael Jackson al telefono nel 2003, dato che il cantante aveva gradito un suo dipinto raffigurante Marvin Gaye. Jackson gli aveva commissionato un dipinto da appendere al Neverland Ranch ma, a causa dei guai giudiziari e del processo a Jackson, alla fine non se ne fece più nulla. Nelson venne ricontattato dall'Estate di Michael Jackson dopo la morte dell'artista, avvenuta il 25 giugno 2009, in modo che potesse realizzare un dipinto che sarebbe poi diventata la cover del primo album postumo di Jackson. Il pittore ha lavorato per cinque mesi al progetto, dall'agosto 2009 al gennaio 2010, con la supervisione dei fratelli di Michael Jackson, Jakie e Marlon Jackson, e il risultato finale è stato un dipinto vero e proprio lungo quasi 3 metri e alto circa un metro e mezzo.[1]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Breaking News è il brano promozionale come ha annunciato la Sony, che è stato successivamente inserito all'interno dell'album. La notizia è stata data il 5 novembre 2010, stesso giorno in cui è stato diffuso il teaser di 42 secondi sul sito ufficiale MichaelJackson.com. Nel teaser si vedono dei giornalisti riportano appunto "breaking news" (in inglese "edizione speciale") sul cantante e dopo comincia la canzone. La canzone, registrata con Eddie Cascio nel 2007 in New Jersey, non sarà però estratta come singolo[2].
  • Il brano intitolato Hold My Hand, in duetto con Akon, è il primo vero singolo ed è stato pubblicato a livello mondiale il 15 novembre[3]. Il singolo è stato presentato sul sito ufficiale e successivamente pubblicato in formato digitale.
  • Il 30 novembre 2010 il brano Much Too Soon è stato reso disponibile in streaming esclusivo per una settimana su iTunes Ping.[4]
  • Il 7 dicembre 2010 il brano (I Can't Make It) Another Day (con Lenny Kravitz) è stato reso disponibile in streaming esclusivo per una settimana su iTunes Ping. Il giorno successivo l'intero album è stato reso disponibile sul sito ufficiale del cantante.
  • Rispettivamente l'11 e il 21 febbraio 2011 sono stati pubblicati i singoli Hollywood Tonight e Behind the Mask, per mercati radiofonici differenti.
  • L'ultimo singolo pubblicato per l'album, l'8 luglio 2011, è (I Like) the Way You Love Me.

Accuse di non originalità[modifica | modifica wikitesto]

Secondo la famiglia Jackson e numerosissimi fans dell'artista le canzoni Keep Your Head Up, Monster e Breaking News, inserite nell'album, sarebbero dei falsi cantati non da Michael Jackson. Eddie Cascio, produttore di alcuni di questi singoli, avrebbe assunto Jason Malachi, un cantante con un timbro vocale simile a quello di Jackson, che avrebbe cantato i brani consegnati poi alla Sony. La Sony si è difesa dalle accuse chiamando in campo anche Teddy Riley, produttore di Dangerous, Blood on the Dance Floor: HIStory in the Mix e Invincible che ha riferito che la voce era quella di Jackson[5]. Sulla pagina ufficiale Facebook di Malachi è comparso un post dove ammetteva che 3 canzoni erano state effettivamente cantate da lui, accordandosi con Sony, successivamente nel suo spazio ufficiale MySpace Jason ha invece smentito il post di Facebook, dichiarando di essere vittima di hacker[6].

Lo stesso Teddy Riley, che era stato inizialmente chiamato da Sony a testimoniare la veridicità delle tracce, si sarebbe in seguito scusato coi fans dicendo di essersi accorto subito che la voce nelle canzoni di Cascio a cui ha lavorato non era quella di Jackson ma di essere stato imbrogliato.[7]

Taryll Jackson, nipote di Michael Jackson e figlio di Tito Jackson e membro del gruppo musicale 3T, dopo aver partecipato ad un ascolto esclusivo delle tracce incriminate e dopo l'intervista di Oprah a Riley trasmessa in televisione ha dichiarato: "Ho sempre ammirato il talento di Teddy Riley. Ma dopo averlo sentito mentire da Oprah sono terribilmente deluso. Ricordo quando Teddy ed io eravamo ad Encore ascoltando "Keep Your Head Up", sapevamo entrambi che non era mio zio. [Teddy] ha smesso di lavorarci perché (e cito) "non suonava abbastanza come Michael. Michael non oscilla così". Ha anche detto che stava lavorando ai pezzi di Cascio nella speranza che alla fine gli sarebbe stata data una "vera canzone di Michael Jackson". Come lui sa, non sono mai stato d'accordo con quella logica."[7] Taryll ha inoltre aggiunto: "Conosco la voce di mio zio e c'è qualcosa di seriamente sbagliato quando hai l'intera FAMIGLIA che dice che non è lui. Non vi chiedete perché? Ho punti forti e innegabili. Non possono darmi risposte, ma continuare ad andare avanti con le menzogne e l'inganno, come se Michael Jackson e l'essere umano Michael Jackson fossero due cose diverse".[8]

Anche TJ, sempre nipote di Michael Jackson e membro dei 3T, ha dichiarato riguardo l'utilizzo di campionamenti della voce dello zio nelle canzoni di Cascio: "Unire ingannevolmente voci di sconosciuti con campionamenti di MJ (dai precedenti dischi di MJ) non mi ingannerà mai",[7] e ha inoltre aggiunto: "Se ascoltaste la versione a capella, vi sentireste ancora più disgustati. Campionamenti dopo campionamenti mescolati con voci fasulle per cercare di ingannarvi. Ci sono molti imitatori di MJ. Alcuni meglio di altri. Ma c'è solo UN Michael Jackson".[8]

La Toya, sorella di Michael Jackson, avvicinata da TMZ.com, dopo aver ascoltato i pezzi incriminati ha dichiarato: "Li ho ascoltati... e non sembra lui".[9]

Anche Randy Jackson, fratello di Michael, ha negato che la voce nelle canzoni di Cascio fosse quella di Michael: "Ho subito dichiarato che non era la sua voce. Penso che tutti sappiano che non è lui".[10]

Anche la madre di Michael Jackson, Katherine, ha dichiarato: "I Cascio hanno dato delle tracce false alla Sony". Anche il padre di Jackson, Joseph, e i figli di Michael Jackson, Paris e Prince, hanno sostenuto che non è la voce di Michael.[11]

Jackie Jackson, fratello di Michael, e il co-esecutore testamentario di Michael, John McClain, hanno dichiarato che, prima che l'album fosse pubblicato, volevano che le tre canzoni incriminate fossero rimosse: "Il mio amico John McClain e io abbiamo insistito per molte settimane per rimuovere alcune tracce dal nuovo album di Michael. Sfortunatamente, le nostre preoccupazioni non sono state prese sul serio".[8]

Lo storico produttore Quincy Jones, che aveva lavorato con Jackson agli album Off the Wall, Thriller e Bad, e il cantante e produttore Will.i.Am, che aveva lavorato ad alcuni brani col cantante nel 2007 in Irlanda, hanno anch'essi entrambi messo in dubbio l'autenticità dei pezzi incriminati e hanno criticato la scelta di mettere mano a dei brani inediti senza l'autorizzazione del cantante scomparso.[12][13]

La causa[modifica | modifica wikitesto]

In una causa presentata in un tribunale della California, la consumatrice Vera Serova sostiene, nella sua class action contro la Sony Music, che milioni di consumatori sono stati defraudati. In un'aula di tribunale pubblica, il 7 dicembre 2016, gli avvocati della compagnia discografica e della tenuta di Jackson hanno ammesso per la prima volta che le canzoni potevano essere effettivamente delle falsificazioni. La Sony e la tenuta hanno dichiarato di aver acquistato le canzoni dai produttori originali, Porte e Cascio, basandosi solo sulla loro parola. La difesa ha dichiarato che anche se la voce non fosse stata di Jackson, Sony e la tenuta non avevano fatto nulla di male dicendo che lo erano perché il così detto "noncommercial speech" è protetto dal Primo Emendamento negli Stati Uniti.[14]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Hold My Hand (feat. Akon) – 3:33 (Aliaune Thiam, Giorgio Tuinfort, Claude Kelly)
  2. Hollywood Tonight – 4:30 (Michael Jackson, Brad Buxer, Teddy Riley)
  3. Keep Your Head Up – 5:11 (Michael Jackson, Eddie Cascio, James Porte)
  4. (I Like) the Way You Love Me – 4:30 (Michael Jackson)
  5. Monster (feat. 50 Cent) – 5:05 (Michael Jackson, Eddie Cascio, James Porte, 50 Cent)
  6. Best of Joy – 3:02 (Michael Jackson)
  7. Breaking News – 4:17 (Michael Jackson, Eddie Cascio, James Porte)
  8. (I Can't Make It) Another Day (feat. Lenny Kravitz) – 3:55 (Lenny Kravitz)
  9. Behind the Mask – 5:01 (Michael Jackson, Ryuichi Sakamoto, Chris Mosdell)
  10. Much Too Soon – 2:49 (Michael Jackson)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2010) Posizione
massima
Italia[15] 1
Austria[15] 1
Paesi Bassi[15] 1
Svezia[15] 1
Germania[16] 1
Svizzera[15] 2
Spagna[15] 2
Belgio (Vallonia)[15] 3
Polonia[16] 3
Stati Uniti[16] 3
Francia[15] 4
Belgio (Fiandre)[15] 4
Norvegia[15] 4
Danimarca[15] 4
Regno Unito[16] 4
Grecia[15] 8
Finlandia[15] 9
Australia[15] 10
Nuova Zelanda[15] 10
Portogallo[15] 15
Irlanda[16] 18
Messico[15] 2

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2011) Posizione
Italia[17] 42

Date di pubblicazione[modifica | modifica wikitesto]

Stato Data Etichetta Formato
Australia[18] 10 dicembre 2010 Sony Music CD
Italia[19]
Germania[20]
Regno Unito[21] 13 dicembre 2010
Taiwan[22] 14 dicembre 2010 Sony Music Taiwan
Stati Uniti[23] Epic Records CD, Download digitale
Giappone[24] 15 dicembre 2010 Sony Music Japan CD

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) GIL KAUFMAN, Michael Jackson Asked Album-Cover Artist To Paint Him Before He Died, in MTV News, 13 dicembre 2010.
  2. ^ Breaking News Won't Be New Single, su mjworld.net. URL consultato il 12 novembre 2010.
  3. ^ Michael Jackson feat. Akon: Hold My Hand esce il 15 novembre. L'album postumo a dicembre, su soundsblog.it. URL consultato il 12 novembre 2010.
  4. ^ Nuova canzone di Michael Jackson "Much Too Soon" su Ping, su michaeljackson.com. URL consultato il 1º dicembre 2010.
  5. ^ (EN) Ben Sisario, Breaking News: Lawyer Says Its Michael Jackson's Voice, in The New York Times, 11 novembre 2010. URL consultato il 12 novembre 2010.
  6. ^ (EN) TMZ, MJ Soundalike -- That's Not My Facebook Page!, in tmz.com, 16 gennaio 2011. URL consultato il 19 gennaio 2011.
  7. ^ a b c (EN) DAMIEN SHIELDS, Producer Teddy Riley says he was “set up”, apologises for involvement in controversial 2010 MJ album!, su www.damienshields.com, 03 settembre 2013.
  8. ^ a b c (EN) Josh Grossberg, It's On! Michael Jackson Producer Tackles Family Over Song Controversy, in TODAY.com, 10 novembre 2010.
  9. ^ La Toya Jackson: That's Not Michael, in TMZ, 07 novembre 2010.
  10. ^ (EN) Sean Michaels, Randy Jackson denounces Michael album tracks as fakes, in The Guardian, 19 novembre 2010.
  11. ^ (EN) Sean Michaels, New Michael Jackson songs are 'fake', says his mother, in The Guardian, 08 novembre 2010.
  12. ^ (EN) Us Weekly Staff, Quincy Jones: Lady Gaga is "Madonna, Jr." - Us Weekly, in Us Weekly, 22 novembre 2010.
  13. ^ by Rolling Stone, Exclusive: Will.i.am Explains His 'Disgust' for New Michael Jackson Album, in Rolling Stone, 13 dicembre 2010.
  14. ^ (EN) DAMIEN SHIELDS, Sony/Jackson Estate renew partnership in the face of ongoing fraud lawsuit, su www.damienshields.com, 15 dicembre 2017.
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p q Michael su italiancharts.com, su italiancharts.com. URL consultato il 22 gennaio 2011.
  16. ^ a b c d e Michael su acharts.us, su acharts.us. URL consultato il 22 gennaio 2011.
  17. ^ Classifiche annuali Fimi-GfK: Vasco Rossi con "Vivere o Niente" è stato l'album più venduto nel 2011, su fimi.it. URL consultato il 16 gennaio 2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2012).
  18. ^ (EN) Much Anticipated New Album From The King Of Pop Michael To Be Released In Australia On Friday December 10, su michaeljackson.com. URL consultato il 05/11/2010.
  19. ^ Uscita Italiana dell'album Michael 10/12, su breakingnews.michaeljackson.com. URL consultato il 05/11/2010.
  20. ^ (DE) Das Album "Michael" erscheint am 10.12. // Welturaufführung eines Trailers und Songs, su michaeljackson.com. URL consultato il 05/11/2010.
  21. ^ (EN) MUCH ANTICIPATED NEW ALBUM FROM THE KING OF POP MICHAEL TO BE RELEASED DECEMBER 13, su michaeljackson.com. URL consultato il 05/11/2010.
  22. ^ (ZH) 流行樂之王麥可傑克森世紀矚目最新專輯《麥可》12月14日全球震撼發行, su sonymusic.com.tw. URL consultato il 5 novembre 2010.
  23. ^ (EN) Pre-order from the official website, su sonymusicdigital.com. URL consultato il 05/11/2010.
  24. ^ (JA) ニュー・アルバム『MICHAEL』、12月15日発売決定, su sonymusic.co.jp. URL consultato il 05/11/2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]