Metropolitana di Madrid

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Metropolitana di Madrid
(ES) Metro de Madrid
Logo
A modern metro train in Colombia station of Madrid metro - July 2002.jpg
Uno dei treni di ultima generazione della metropolitana di Madrid
StatoSpagna Spagna
CittàMadrid
Apertura1919
GestoreMetro de Madrid
Sito web
Caratteristiche
Numero linee12 (13 contando il Ramal e 16 contando la metropolitana leggera)
Stazioni301[1]
Lunghezza294[1] km
Statistiche
Passeggeri giornalieri1 560 915
Passeggeri annuali626 403 077 (2017)[2]
Mappa della rete
pianta
Tipico ingresso, alla stazione di Banco de España
Logo della metro fatto a mosaico
Tranvia della metropolitana leggera nel febbraio 2007

La metropolitana di Madrid (in spagnolo: Metro de Madrid) è la metropolitana della città di Madrid, capitale della Spagna. La sua rete costituisce la terza metropolitana più estesa d'Europa dopo quella di Londra e Mosca e la nona del mondo[3], vantando 294 km di linee. Negli ultimi 20 anni, il sistema metropolitano ha visto una veloce crescita, diventando una delle reti con la crescita più elevata in tutto il mondo, arrivando a competere con molte metropolitane asiatiche, come quelle di Delhi, Shanghai, Canton o di Pechino. La metropolitana di Madrid è gestita dal Consorcio Regional de Transportes de Madrid, fu inaugurata il 17 ottobre 1919 dal re Alfonso XIII e conta 276 stazioni, delle quali 235 servono una sola linea, 28 ne servono due, 12 ne servono tre e la stazione di Avenida de América ne serve quattro. In tre stazioni (Tres Olivos, Estadio Olímpico e Puerta de Arganda) bisogna effettuare un cambio di treno all'interno della linea e 21 stazioni hanno corrispondenza con la rete di Cercanías di Madrid. Se si tiene conto delle linee che passano per ogni stazione, il numero delle stazioni sale a 301[4].

È composta da 12 linee principali e da un collegamento, chiamato Ramal o Linea R, tra le stazioni Ópera e Príncipe Pío.

Nel 2017 sono stati registrati 626 403 077 accessi e la linea più frequentata è stata la linea 6 (circolare) con 103,4 milioni di utenti[2].

La metropolitana di Madrid è in funzione ogni giorno dalle 6:00 all'1:30[5].

La Rete[modifica | modifica wikitesto]

Dati generali[modifica | modifica wikitesto]

È composta da 12 linee principali e da un collegamento, chiamato Ramal o Linea R, tra le stazioni Ópera e Príncipe Pío. La metropolitana di Madrid è gestita dal Consorcio Regional de Transportes de Madrid e conta 301 stazioni[4].

I treni circolano sulla loro sinistra, a differenza di quanto accade nella maggior parte delle reti ferroviarie esistenti in Spagna in cui i treni circolano a destra. La metropolitana è in funzione ogni giorno dalle 6:00 all'1:30[5].

La maggior parte della linea è sotterranea eccezion fatta per alcuni tratti delle linee 5, 8, 9 e 10, nonché la totalità delle linee ML-1, ML-2 e ML-3 della metropolitana leggera.

Le linee[modifica | modifica wikitesto]

La rete consta di 16 linee (12 principali, 3 leggere e 1 collegamento chiamato Ramal)

Linea Percorso Inaugurazione Ultima estensione Lunghezza (km) Numero di stazioni Lunghezza banchine Utenti (2017)[2]
Linea 1 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea1.svg
Pinar de ChamartínValdecarros 1919 2007  23,876 km  33  90 m 90 830 641
Linea 2 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea2.svg
Las RosasCuatro Caminos 1924 2011  12,031 km  20  60 m 43 761 873
Linea 3 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea3.svg
Villaverde AltoMoncloa 1936 2007  16,424 km  18  90 m 63 285 877
Linea 4 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea4.svg
ArgüellesPinar de Chamartín 1944 2007  16 km  23  60 m 42 636 330
Linea 5 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea5.svg
Alameda de OsunaCasa de Campo 1968 2006  23,217 km  32  90 m 58 788 904
Linea 6 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea6.svg
Circolare 1979 -  23,5 km  28  115 m 103 487 147
Linea 7 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea7.svg
Hospital del HenaresPitis 1974 2007  30,919 km  30  115 m 42 601 855
Linea 8 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea8.svg
Nuevos Ministerios - Aeropuerto T4 1998 2007  16,467 km  8  115 m 13 628 280
Linea 9 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea9.svg
Arganda del ReyPaco de Lucía 1980 2015  39,5 km  29   115 m 42 333 148
Linea 10 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea10.svg
Hospital Infanta SofíaPuerta del Sur 1961 2007  36,514 km  31  115 m 71 322 010
Linea 11 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea11.svg
Plaza ElípticaLa Fortuna 1991 2010  8,5 km  7  115 m 4 991 814
Linea 12 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea12.svg
MetroSur (Circolare) 2003 -  40,96 km    28  115 m 34 808 580
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroRamal.svg
ÓperaPríncipe Pío 1925 -  1,1 km  2  60 m 6 150 470
Tranvia Pinar de Chamartín-Las TablasMadrid MetroLigero1.svg
Pinar de Chamartín - Las Tablas 2007 -  5,401 km    9  45m 14 700 000[6]
Tranvia Colonia Jardín-AravacaMadrid MetroLigero2.svg
Colonia Jardín - Stazione di Aravaca 2007 -  8,680 km    13  45m
Tranvia Madrid-BoadillaMadrid MetroLigero3.svg
Colonia Jardín - Puerta de Boadilla 2007 -  13,699 km    16  45m
Totale 294 km 626 403 077

Metropolitana leggera[modifica | modifica wikitesto]

La metropolitana leggera di Madrid (in spagnolo: Metro Ligero o Tranvía)[7] è costituita da due sistemi di metrotranvia separati tra loro e tre linee. Le linee sono gestite da due diverse aziende: Metros Ligeros de Madrid S.A., concessionaria della linea ML1 e Metro Ligero Oeste S.A., concessionaria della linea ML2 e della linea ML3.[7] Entrambi i sistemi sono stati inaugurati il 24 maggio 2007.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia della metropolitana di Madrid e Cronologia della metropolitana di Madrid.
Piano in scala della metropolitana di Madrid
Piano schematico della metropolitana di Madrid

La costruzione della Metropolitana situa Madrid all'altezza delle altre grandi città europee che già utilizzavano un sistema di trasporto di questo tipo, quali Londra (1863), Budapest (1896), Parigi (1900) e Berlino (1902).

Il 24 gennaio 1917 si costituisce la Compañia Metropolitano Alfonso XIII, così battezzata in onore del monarca, che apportò all'impresa un milione di pesetas a titolo personale. Il progetto originale proponeva la costruzione di 4 linee, che servissero il centro urbano così come alcuni abitati vicini. La lunghezza prevista era di 14 km. I treni, composti da 5 vagoni con capacità per 250 persone, avrebbero dovuto circolare ad una velocità di 25 km/h e a una profondità media di 10 metri, con una frequenza di passaggio degli stessi di 2-3 minuti.

Il primo tratto (Cuatro CaminosSol, linea 1) fu inaugurato il 17 ottobre 1919 dal re Alfonso XIII di Spagna; misurava 3,5 km e contava 8 stazioni.

Oggi, la rete metropolitana di Madrid si estende su 294 km di vie, 13 linee e 301 stazioni, e offre i suoi servizi a oltre 600 milioni di utenti annuali. La rete è la seconda più estesa dell'Unione europea e la quinta del mondo dopo quelle di Shanghai, Londra, New York e Tokyo. È inoltre una delle reti maggiormente in espansione, con ampliamenti durante gli ultimi decenni e non meno ambiziosi progetti in corso.

La linea 8 collega la zona dei Nuevos Ministerios (Nuovi Ministeri) con l'Aeroporto di Madrid-Barajas. La linea più recente è la 12 (MetroSur) che, con un percorso circolare collega i sobborghi meridionali di Alcorcón, Móstoles, Fuenlabrada, Getafe e Leganés.

Quest'ultima è uno dei più grossi progetti di ingegneria civile in Europa; i lavori, iniziati nel 2000 e portati a termine il 11 aprile 2003 con l'inaugurazione dopo soli 3 anni, comportano la presenza di oltre 40 km di tunnel e di 28 nuove stazioni comprendendo anche l'interscambio con la linea 10 che la collega al centro della città. Nell'ultima legislatura autonoma sotto l'amministrazione della presidentessa Esperanza Aguirre il metro è stato ampliato di 84 km e novantacinque nuove stazioni; di questo ampliamento fanno parte anche le tre nuove linee di Metro Ligero (metrotranvia) realizzate per collegare i comuni limitrofi con la rete di metropolitana della capitale.

Il parco macchine percorrente le linee metropolitane è superiore alle 1.500 unità. La maggior parte dei mezzi è costruita dalla spagnola CAF, mentre sulle linee 7 e 10 sono operativi veicoli costruiti da AnsaldoBreda.

L'espansione maggiore delle linee si è avuta dopo il 1995, portando la Metropolitana di Madrid ad essere inserita tra le 10 più lunghe al mondo, nonostante la città stessa ed il suo hinterland raggiungano solo il 50 posto tra i maggiori agglomerati mondiali con i 5 milioni di abitanti.

Materiale rotabile[modifica | modifica wikitesto]

Treno della serie 3000
Alcuni dei treni
Uno dei depositi della metropolitana

Parco mezzi[modifica | modifica wikitesto]

Al 2018 la rete della metropolitana conto 2322 vagoni. Le unità che circolano attualmente appartengono alle seguenti serie:

Quando alcune linee hanno una mancanza di treni, specialmente nelle ore di punta, le unità provenienti da altre linee vengono di solito trasferite in esse.

La maggior parte del materiale rotabile viene costruita dalla CAF in particolare la serie 2000, 3000, 5000, 6000 e 8000. Il resto del materiale, in particolare la serie 7000 e 9000, vengono costruite dalla AnsaldoBreda.

Depositi e officine[modifica | modifica wikitesto]

La linea metropolitana di dispone di uno o più depositi per la manutenzione e il rimessaggio dei treni.

  • Depositi: Sono le strutture più grandi e vengono utilizzati anche per la manutenzione dei treni. I depositi della metropolitana di Madrid sono collocati a Cuatro Caminos, Las Ventas, Canillejas, Aluche, Fuencarral, Sacedal (nei pressi della stazione Mirasierra), Laguna, Hortaleza, Cuatro Vientos, Loranca, Valdecarros e Villaverde Alto. Il deposito più importante è il deposito situato a Canillejas, il quale dispone delle officine di riparazione più grandi, infatti è situato in una superficie di 30 ettari;
  • Officine: Sono strutture più piccole rispetto ai depositi e sono generalmente collocati sottoterra. Le officine della metropolitana di Madrid sono collocati a Argüelles, Moncloa (costruita in seguito la nuova stazione di Moncloa), Miguel Hernández, Ciudad Universitaria, Puerta de Arganda, Nuevos Ministerios, El Bercial, Universidad Rey Juan Carlos, Cuatro Caminos e Arganzuela-Planetario.

Anche le linee della metropolitana leggera hanno le loro officine, che sono collocate a Sanchinarro, Boadilla e Pozuelo.

Servizio[modifica | modifica wikitesto]

Orari[modifica | modifica wikitesto]

Il servizio inizia, su tutte le linee, alle 6:05 e termina all'1.30. Fanno eccezione le stazioni della linea 9 gestite dalla TMF che sono aperte fino alle 23:00 (dalla domenica al giovedì) e fino alle 24:00 (venerdì e sabato).

Tariffazione[modifica | modifica wikitesto]

Il CRT vende abbonamenti mensili e annuali con viaggi illimitati entro una zona coperta, sui ogni metodo di trasporto supportato dal CRT.
Macchine per i biglietti utilizzate nella Metropolitana di Madrid.

Il sistema metropolitano di Madrid è diviso in zone "funzionali". Ognuna ha un biglietto "singolo" (in spagnolo: Billete Sencillo), valido per un solo viaggio all'interno della zona, e un biglietto comprensivo di 10 viaggi ad un prezzo più agevolato. Quando si viaggia da una zona ad un'altra, si deve comprare il nuovo biglietto per la zona di destinazione. Esiste anche un biglietto "combinato" (in spagnolo: Sencillo Combinado), valido per un singolo viaggio tra qualsiasi zona del network, eccetto la stazione per l'Aeroporto di Madrid-Barajas che prevede un supplemento aggiuntivo di 1€. È possibile viaggiare dalla stazione dell'aeroporto in qualsiasi punto della rete al costo di 3€.

Anche il Consorcio Regional de Transportes (CRT) ha una propria suddivisione, con zone geografiche identificate con nomi che vanno dalla A a C2. Questo ente vende sia abbonamenti mensili e annuali per un numero illimitato di viaggi entro la zona di validità, sia una serie di biglietti per turisti per 1, 3, 5 o 7 giorni. Questi abbonamenti vengono accettati per le stazioni metropolitane, nelle rispettive zone, e i passeggeri possono utilizzare i biglietti del CRT senza dover pagare il supplemento per l'aeroporto.

Le zone corrispondenti alla metropolitana di Madrid sono le seguenti:

Titoli di viaggio[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei biglietti Sencillo MetroMadrid
Schema della rete con le zone indicate
L'antica centrale elettrica Pacifico
L'intero della stazione Getafe Central
Nome Valido per Scade Prezzo
Sencillo Combinado L'intera rete 1 viaggio € 3,00
Sencillo MetroMadrid Zona A da € 1,50 a € 2,00
Sencillo TFM Madrid-MetroLinea9.svg (Arganda del Rey - Puerta de Arganda) € 2,00
Sencillo MetroSur Madrid-MetroLinea12.svg (Intera linea)
Madrid-MetroLinea10.svg (Joaquín Vilumbrales - Puerta del Sur)
€ 1,50
Sencillo MetroNorte Madrid-MetroLinea10.svg (La Granja - Hospital Infanta Sofía) € 1,50
Sencillo MetroEste Madrid-MetroLinea7.svg (Barrio del Puerto - Hospital del Henares) € 1,50
Sencillo ML2 Madrid MetroLigero2.svg (Colonia Jardin - Stazione di Aravaca) € 2,00
Sencillo ML3 Madrid MetroLigero3.svg (Colonia Jardin - Puerta de Boadilla) € 2,00
10 viajes combinado L'intera rete 10 viaggi € 18,00
Metrobús Zona A
Rete autobus della EMT
€ 12,20
10 Viajes TFM Madrid-MetroLinea9.svg (Arganda del Rey - Puerta de Arganda) € 12,20
10 Viajes MetroSur Madrid-MetroLinea12.svg (Intera linea)
Madrid-MetroLinea10.svg (Joaquín Vilumbrales - Puerta del Sur)
€ 11,20
10 Viajes MetroNorte Madrid-MetroLinea10.svg (La Granja - Hospital Infanta Sofía) € 11,20
Sencillo MetroEste Madrid-MetroLinea7.svg (Barrio del Puerto - Hospital del Henares) € 11,20
10 Viajes ML Oeste Madrid MetroLigero2.svg (Colonia Jardin - Stazione di Aravaca)
Madrid MetroLigero3.svg (Colonia Jardin - Puerta de Boadilla)
€ 12

Abbonamenti[modifica | modifica wikitesto]

Nome Categoria Valido per Prezzo
Abono transporte mensual
(Abbonamento mensile)
Normal (Normale) Zone A - E2 € 54,60 - € 131,80
Joven (Giovani)
<26 anni
€ 20
3ª Edad (3ª Età)
>65 anni
Zone A - C2 € 12,30
Abono transporte anual
(Abbonamento annuale)
Normal (Normale) Zone A - E2 € 546 - € 1.318
Joven (Giovani)
<26 anni
€ 200
3ª Edad (3ª Età)
>65 anni
Zone A - C2 € 123

Accessibilità[modifica | modifica wikitesto]

Non tutte le stazioni della metropolitana permettono l'accesso a persone con disabilità motoria, ma nel corso degli ultimi anni la percentuale di stazioni che permettono l'accesso sta aumentando per due motivi:

  • tutte le stazioni di nuova costruzione prevedono la mancanza di barriere architettoniche;
  • sono state effettuati lavori nelle stazioni, in particolare sulla linea 3, dove le barriere architettoniche sono state eliminate.

Ad oggi le linee che sono meno accessibili sono le linee 1, 2, 4, 5 e 9, le più accessibili sono le tre linee della metropolitana leggera, le linee 3, 8, 11, 12 e il Ramal[8].

Nella tabella viene indicato il numero di stazioni, con relativa percentuale, di stazioni che permettono l'accesso a persone con disabilità motoria.

Linea Totale Stazioni Stazioni Accessibili a persone
con disabilità motoria
Percentuale
Linea 1 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea1.svg
33 16 48,5%
Linea 2 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea2.svg
20 10 50%
Linea 3 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea3.svg
18 18 100%
Linea 4 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea4.svg
23 9 39,1%
Linea 5 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea5.svg
32 10 31,3%
Linea 6 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea6.svg
28 14 50%
Linea 7 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea7.svg
30 21 70%
Linea 8 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea8.svg
8 8 100%
Linea 9 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea9.svg
29 13 44,8%
Linea 10 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea10.svg
31 23 74,2%
Linea 11 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea11.svg
7 7 100%
Linea 12 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea12.svg
28 28 100%
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroRamal.svg
2 2 100%
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid MetroLigero1.svg
9 9 100%
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid MetroLigero2.svg
13 13 100%
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid MetroLigero3.svg
16 16 100%

Copertura GSM/UMTS[modifica | modifica wikitesto]

A gennaio 2018 non tutte le linee risultano coperte da GSM-UMTS/HSPA. Infatti alcune linee sono solo parzialmente coperte dal servizio. La linea 11 è l'unica linea che risulta essere totalmente senza copertura.

La copertura GSM/UMTS si trova sulle seguenti tratte delle linee della metropolitana:

Linea Tratta coperta
Linea 1 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea1.svg
Chamartín - Pacífico
Alto del Arenal
Linea 2 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea2.svg
Las RosasCuatro Caminos
Linea 3 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea3.svg
Moncloa - Legazpi
Linea 4 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea4.svg
Argüelles - Alonso Martinez
Goya - Avenida de América
Mar de Cristal
Linea 5 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea5.svg
Empalme - Ciudad Lineal
Linea 6 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea6.svg
Príncipe Pío - Legazpi
Oporto
Linea 7 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea7.svg
Guzmán el Bueno - Avenida de América
Pueblo Nuevo
Linea 8 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea8.svg
Nuevos Ministerios - Aeropuerto T4
Linea 9 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea9.svg
Plaza de Castilla - Príncipe de Vergara
Sainz de Baranda
Rivas Futura - Arganda del Rey
Linea 10 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea10.svg
Tres Olivos
Chamartín - Casa de Campo
Linea 12 (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroLinea12.svg
Puerta del Sur
El Bercial
Linea R (metropolitana di Madrid)Madrid-MetroRamal.svg
ÓperaPríncipe Pío

Bibliometro e Canalmetro[modifica | modifica wikitesto]

Uno dei chioschi del Bibliometro presenti nelle stazioni della metropolitana

Il servizio Bibliometro è entrato in servizio nell'aprile 2005[9][10], in concomitanza del quarto centenario del Don Chisciotte. Questo servizio mette a disposizione degli utenti un servizio di prestazione di libri: gli utenti possono trovare all'interno di alcune stazioni dei chioschi dove possono prendere in prestito dei libri come se si trattasse di una biblioteca. Lo scopo del servizio è la promozione della lettura. Il servizio del Bibliometro è presente nelle stazioni di Nuevos Ministerios, Canal, Aluche, Moncloa, Chamartín, Sierra de Guadalupe, Puerta de Arganda, Embajadores, Mar de Cristal, Carabanchel Alto, Legazpi e Puerta del Sur.

Altro servizio presente sulla rete metropolitana madrilena è il Canalmetro, servizio che funziona sugli schermi presenti nei vagoni di ultima generazione il quale consiste in una serie di informazioni passate sui monitor, senza audio e senza pubblicità, alle quali si alternano informazioni sulla stazione successiva, gli interscambio e il capolinea.

Metrobúhos[modifica | modifica wikitesto]

Lo Búho Metro o Metrobúho era un servizio di autobus notturni che sostituiva la metropolitana il venerdì e il sabato nelle ore di chiusura della suddetta. Era composta da 15 linee che copriva parzialmente il percorso delle linee metro. Il servizio è stato abolito il 1 ottobre 2013[11]. Le linee di cui era composto erano le seguenti:

  • L1: Plaza de Castilla - Congosto
  • L2: Cuatro Caminos - Ventas
  • L3: Moncloa - Legazpi
  • L4: Argüelles - Parque de Santa María
  • L5: Casa de Campo - Canillejas
  • L6: Circular (sentido antihorario)
  • L06: Circular (sentido horario)
  • L7: Lacoma - Las Musas
  • L8: Nuevos Ministerios - Barajas
  • L9: Herrera Oria - Puerta de Arganda
  • L10: Fuencarral - Cuatro Vientos
  • L11: Plaza Elíptica - Pan Bendito
  • Le linee N121, N122 e N123 coprivano il percorso della linea 12

Cambio denominazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso della storia della metropolitana di Madrid molti sono stati i cambi di denominazione delle singole stazioni, in alcuni casi si sono avuti più di un cambio. Molte delle stazioni cambiarono nome sotto la dittatura di Francisco Franco per poi essere cambiate, in alcuni casi, alla fine della dittatura. Altre stazioni hanno visto il cambio ancor prima che venissero aperte al pubblico. Di seguito un elenco con i cambi che ci sono stati:

Nuovo nome Nome precedente Data del cambio di nome
Gran Vía Red de San Luis[12] 1919
Iglesia Martínez Camposs[12]
Tribunal Hospicio[12]
Ópera[13] Isabel II 1931
Fermín Galán Ópera 1937
Ópera Fermín Galán 1939
General Mola Príncipe de Vergara
Tirso de Molina Progreso
José Antonio Gran Vía 1940
Gran Via José Antonio 1983
Príncipe de Vergara General Mola
Opañel Elvas
Palos de la Frontera Palos de Moguer 1986
Príncipe Pío Norte 1994
Santiago Bernabéu[14] Lima 1998
Rivas-Urbanizaciones Rivas-Covibar[12] 1999
Rivas Vaciamadrid Rivas-Casco[12]
Valdezarza Virgen de la Paloma[12]
El Capricho Los Castillos[12] 2003
Joaquín Vilumbrales Alcalde Joaquín Vilumbrales[12]
Joaquín Vilumbrales Parque de la Luz[12] 2006
Las Suertes Rafael de León[12]
Arganzuela-Planetario Arganzuela[12] 2007
Hospital 12 de Octubre Doce de Octubre[12]
Villaverde Bajo Cruce Cruce de Villaverde Bajo[12]
San Fermín-Orcasur San Fermín[12]
Ciudad de los Ángeles El Espinillo[12]
Aeropuerto T1-T2-T3[15] Aeropuerto
Hospital Infanta Sofía Hospital del Norte 2008
Vodafone Sol[16] Sol 2013
Paco de Lucía[17] Costa Brava 2014
Sol Vodafone Sol 2016
Feria de Madrid Campo de las Naciones 2017
Estadio Metropolitano Estadio Olímpico

Vi sono inoltre stazioni che avrebbero dovuto veder cambiato il proprio nome, ma che alla fine non sono stati effettuati. Di seguito un elenco con i cambi non effettuati:

Nuovo attuale Nome proposto Data del cambio nome
Manuel Becerra Plaza de Roma 1979
Cruz del Rayo G. Ortega
Duque de Pastrana Areneros
Ventilla Sorolla
Valdebernardo Lucio de Mingo[12] 1998
Pirámides Vicente Calderón[18] 2004
Mirasierra[19] El Sacedal 2011

Progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa degli ampliamenti progettati nel 2008

Prolungamenti[modifica | modifica wikitesto]

Linea Tratta Inizio lavori Inaugurazione (prevista) Lunghezza Stazioni Stato del progetto
Madrid-MetroLinea7.svg Arroyo del Fresno 2019 - 1 In costruzione
Madrid-MetroLinea11.svg Plaza ElípticaConde de Casal ? 2023 6,5 km 3 In progettazione

Linea 7[modifica | modifica wikitesto]

Per tale linea è prevista l'apertura per il primo trimestre del 2019 della stazione Arroyo del Fresno, stazione che è stata terminata nel 1999 e mai aperta a causa della poca richiesta di utenti[20].

Linea 11[modifica | modifica wikitesto]

Il futuro della linea prevede la sua estensione verso nord per consentire agli utenti della linea di raggiungere il centro di Madrid (Atocha) in pochi minuti.

Nel 2005, il Ministero dei Trasporti comunica l'intenzioni di ampliare la linea fino a rendere la linea una tra le più lunghe della città, con un totale di 28 stazioni[21], ma il progetto è stata accantonato per un altro piano di ampliamento.

Secondo il Consejería de Transportes de la Comunidad de Madrid l'estensione della linea 11 è prevista dalla stazione di Plaza Elíptica alla stazione di Conde de Casal (destinazione delle linee di autobus interurbane dai comuni dell'asse dell'A-3), passando per la stazione di Atocha Renfe, dove si collegherà con le linee del Cercanías e all'AVE. Il costo dei lavori è stato stimato in circa 265 milioni, e la lunghezza del nuovo percorso sarà di 6,5 km, si stima che possa entrare in servizio nel 2023[22]. Il 3 luglio 2018 il Consorcio Regional de Transportes de Madrid ha confermato l'estensione della linea fino a Conde de Casal[23]. Il progetto sarà in fase di studio fino al 2019 e i lavori di costruzione dovrebbero iniziare nel 2020[23].

È stato anche approvato lo studio per un progetto di espansione della linea 11 dalla stazione di La Fortuna alla stazione di San Nicasio, per collegarsi con la linea 12 e per avere un nuovo collegamento diretto con Madrid, poiché, attualmente, la linea 12 è collegato solamente alla linea 10 alla stazione di Puerta del Sur[24].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (ES) Metro de Madrid en cifras, su metromadrid.es. URL consultato il 5 febbraio 2016.
  2. ^ a b c Evolución de la demanda Cierre año 2017 (PDF), metromadrid.es.
  3. ^ http://www.citymayors.com/transport/madrid-metro.html Madrid Metro: A thoroughly modern urban rail system
  4. ^ a b (ES) https://www.metromadrid.es/es/conocenos/infraestructuras/red/, su metromadrid.es, 11 aprile 2013. URL consultato l'8 ottobre 2018.
  5. ^ a b Turespaña, Tourism Institute of Spain
  6. ^ (ES) Datos estadísticos, su transparencia.crtm.es. URL consultato il 12 ottobre 2018.
  7. ^ a b (ES) La Red de Metro Ligero / Tranvía, in CRTM. URL consultato il 5 marzo 2018.
  8. ^ (ES) MEstaciones accesibles, su metromadrid.es. URL consultato il 28 ottobre 2018.
  9. ^ Bibliometro, la biblioteca sotterranea di Madrid, su libreriamo.it. URL consultato il 26 ottobre 2018.
  10. ^ Distributori di libri nella metropolitana: è il ‘Bibliometro’ di Madrid, su ischool.startupitalia.eu, 23 novembre 2016. URL consultato il 26 ottobre 2018.
  11. ^ (ES) La nueva red nocturna de la EMT, su blog.emtmadrid.es. URL consultato il 3 novembre 2018.
  12. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p Questo nome è comparso solamente nei progetti della stazione, il nome è stato cambiato prima della sua inaugurazione
  13. ^ Il 29 aprile 1931 il Consiglio Comunale richiese il cambio di nome della stazione Isabel II, però il cambio di nome fu autorizzato il 24 giugno 1931. Il 30 gennaio 1933 il consiglio comunale tornò a chiedere di cambiare nome in Fermín Galán
  14. ^ Questo cambiamento è dovuto alla confusione causata a molti turisti, dal momento che non era facile trovare lo stadio, una delle principali attrazioni della città
  15. ^ Questo cambiamento si è verificato dopo l'apertura della stazione della metropolitana nel Terminal 4 dell'aeroporto, per indicare a quali terminal venivano serviti dalla stazione della metropolitana
  16. ^ Nel 2013 la società di telefonia Vodafone ha acquisito, per un periodo di 3 anni, i diritti di nomina della stazione Sol, che è stata ribattezzata Vodafone Sol il 1 ° giugno 2013. La società ha anche acquisito i diritti sulla linea 2, che è stata rinominata "linea 2 Vodafone"
  17. ^ Questo cambio è stato effettuato in seguito alla morte del chitarrista e compositore Paco de Lucía, come tributo da parte della città di Madrid
  18. ^ Questo cambiamento fu proposto dal Gobierno de la Comunidad de Madrid, il nome venne nascosto, nella gran parte della segnaletica presente, con dei vinili; ma questo cambiamento fu paralizzato a seguito dei negoziati per smantellare lo stadio di cui avrebbe portato il nome
  19. ^ Il nome El Sacedal era connesso alla vicinanza della stazione al deposito treni della Linea 9. Questo cambiamento non divenne mai effettivo
  20. ^ (ES) La estación de Metro de Arroyo Fresno abrirá sus puertas en el primer trimestre de 2019 | Metro de Madrid, su metromadrid.es. URL consultato l'11 ottobre 2018.
  21. ^ (ES) Aguirre diseña una línea de Metro por el este con 28 paradas, su 20minutos.es, 24 maggio 2005. URL consultato il 4 febbraio 2018.
  22. ^ (ES) La ampliación de la Línea 11 de Metro Madrid estará lista en verano de 2023, su elmundo.es, 26 settembre 2017. URL consultato il 4 febbraion 2018.
  23. ^ a b La Comunidad impulsa la ampliación de la línea 11 de Metro para alcanzar los 300 kilómetros de red, su crtm.es, 3 luglio 2018. URL consultato il 27 settembre 2018.
  24. ^ (ES) El Consorcio realizará un estudio para unir San Nicasio y La Fortuna, su cadenaser.com, 3 novembre 2017. URL consultato il 27 settembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN148354011 · ISNI (EN0000 0000 9989 0840