Metropolitana di Amsterdam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Metropolitana di Amsterdam
Amsterdam metro LHB.JPG
treno alla fermata Weesperplein
Inaugurazione 1977
Gestore Gemeentelijk Vervoer Bedrijf
Lunghezza 42,5 km
Tipo Scartamento standard
Numero linee 4
Numero stazioni 52
Mappa del tracciato

La metropolitana di Amsterdam (in olandese Amsterdamse metro) è un sistema di trasporto pubblico misto composto da linee di metropolitana e da una linea in parte di metropolitana leggera che serve la città di Amsterdam e i vicini comuni di Amstelveen, Diemen e Ouder-Amstel nei Paesi Bassi.

La rete è di proprietà della città di Amsterdam ed è operata dalla GVB, la società che gestisce anche i tram, i traghetti e gli autobus urbani nella città. Il sistema è composto da quattro linee. Tre linee partono dalla stazione ferroviaria Amsterdam Centraal, di cui la 53 e la 54 collegano il centro cittadino a Diemen, Duivendrecht e Amsterdam Zuidoost, a sud-ovest; la linea 51 collega il centro con Amstelveen, a sud. La linea 50, inizialmente concepita come linea circolare, connette Amsterdam Zuidoost con le zone occidentali senza attraversare il centro. Attualmente è in fase di costruzione una linea in senso nord-sud che collegherà la zona settentrionale ad Amstelveen attraversando il centro storico.

La metropolitana usa lo scartamento normale ed è alimentata a 750 V CC da una terza rotaia. La linea 51 che è un ibrido tra metropolitana e metropolitana leggera utilizza una linea di metropolitana condivisa con le altre linee tra le stazioni Amsterdam Centraal e Amsterdam-Zuid, la linea tranviaria tra Amsterdam Zuid e Amstelveen Centrum e quindi continua con una linea aerea di alimentazione a 600 V CC sino a Westwijk. Nelle stazioni di scambio tra la linea 51 e la tranvia 5 esistono banchine su due livelli per compensare la differente altezza da terra tra i veicoli.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Già negli anni venti del XX secolo furono studiati progetti di metropolitana ad Amsterdam ma vennero accantonati per i costi ritenuti eccessivi; la questione riemerse negli anni cinquanta ed infine nel 1968 la municipalità approvò la realizzazione graduale di quattro linee che collegassero l'intera città e sostituissero molte delle linee tramviarie esistenti.

Decorazioni murali alla stazione di Nieuwmarkt che ricordano le demolizioni nel quartiere e le proteste contro di esse

Nel 1970 iniziò la costruzione della linea orientale che entrò in funzione nel 1977. Questa linea consta di due rami, la linea 53 e la 54, per collegare il centro cittadino con nuovi insediamenti residenziali a sud-est. Durante i lavori, il progetto di demolire l'intero quartiere ebraico vicino al Nieuwmarkt suscitò forti contestazioni che nel 1975 sfociarono in disordini di piazza (Nieuwmarktrellen). La metropolitana fu infine terminata, ma i piani successivi che prevedevano di realizzare una strada urbana a scorrimento veloce e ulteriore demolizioni di antichi edifici furono abbandonati.

Nel 1990 fu aperta la linea 51 che condivide parte dei binari con le altre due linee della metropolitana preesistenti e parte con la linea tranviaria estesa 5 per Amstelveen. Questa linea della metropolitana viene chiamata Sneltram (tram veloce), ed è quindi in parte una metropolitana leggera. Il cambio tra alimentazione a terza rotaia e linea aerea avviene alla stazione Zuid.

Nel 1997 fu aperta la linea semicircolare 50 che fornisce una rapida connessione tra le zone meridionali e quelle occidentali evitando il centro cittadino.

Linee[modifica | modifica wikitesto]

Linea 50 (verde)
Linea 50: Isolatorweg - Gein

Isolatorweg - Sloterdijk NS - De Vlugtlaan - Van Galenstraat - Postjesweg - Lelylaan NS - Heemstedestraat - Sneevlietweg - Amstelveenseweg - Zuid NS - RAI NS - Overamstel - Van der Madeweg - Duivendrecht NS - Strandvliet - Bijlmer ArenA NS - Bullewijk - Holendrecht NS - Reigersbos - Gein



Linea 51 (arancione)
Linea 51: Centraal Station - Amstelveen - Westwijk

Centraal Station - Nieuwmarkt - Waterlooplein - Weesperplein - Wibautstraat - Amstel NS - Spaklerweg - Overamstel - RAI NS - Zuid NS - De Boelelaan/Vrije Universiteit - A.J. Ernststraat - Van Boshuizenstraat - Uilenstede - Kronenburg - Zonnestein - Onderuit - Oranjebaan - Amstelveen Centrum - Ouderkerkerlaan - Sportlaan - Marne - Gondel - Meent - Brink - Poortwachter - Spinnerij - Sacharovlaan - Westwijk



Linea 53 (rossa)
Linea 53: Centraal Station - Gaasperplas

Centraal Station - Nieuwmarkt - Waterlooplein - Weesperplein - Wibautstraat - Amstel NS - Spaklerweg - Van der Madeweg - Venserpolder - Diemen Zuid NS - Verrijn Stuartweg - Ganzenhoef - Kraaiennest - Gaasperplas



Linea 54 (gialla)
Linea 54: Centraal Station - Gein

Centraal Station - Nieuwmarkt - Waterlooplein - Weesperplein - Wibautstraat - Amstel NS - Spaklerweg - Van der Madeweg - Duivendrecht NS - Strandvliet - Bijlmer ArenA NS - Bullewijk - Holendrecht NS - Reigersbos - Gein

Progetti di espansione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2002 è iniziata la costruzione della Noord-Zuidlijn (Linea nord-sud). La nuova metro partirà dal distretto nord di Amsterdam, sotto il fiume IJ, attraverserà Amsterdam Centraal e terminerà ad Amsterdam-Zuid che diventerà, dopo Amsterdam Centraal, il secondo nodo del trasporto pubblico della città. La linea percorrerà gallerie sia a livello stradale che sottomarine.

Tuttavia il progetto ha incontrato diverse difficoltà, soprattutto ad Amsterdam Centraal, facendo aumentare i costi di più del 40% del budget disponibile, con forti ritardi nel cronoprogramma; infatti era prevista una spesa di 1,46 miliardi di euro e l'apertura al servizio nel 2011, mentre invece si è arrivati a una previsione di 3,1 miliardi di euro (2009), con apertura al pubblico nel 2017.

La linea Nord-Sud potrebbe essere estesa fino ad Amsterdam Airport Schiphol in futuro.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]