Metropolia greco-ortodossa di San Francisco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Metropolia greco-ortodossa di San Francisco (lingua inglese: Greek Orthodox Metropolis of San Francisco; lingua greca: Ἱερὰ Μητρόπολις Ἁγίου Φραγκίσκου) è una circoscrizione ecclesiastica dell'Arcidiocesi greco-ortodossa d'America sotto la guida spirituale e la giurisdizione del Patriarcato ecumenico di Costantinopoli.

Dal 2005 è metropolita di San Francisco Gerasimo Michaleas.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La metropolia comprende 67 parrocchie[1] nella parte occidentale dell'Arcidiocesi d'America e si estende sugli stati americani dell'Alaska, dell'Arizona, della California, delle Hawaii, del Nevada, dell'Oregon e di Washington.[2]

Sede del metropolita è la città di San Francisco, dove si trova la cattedrale dell'Annunciazione.

Nel territorio sorgono anche tre importanti centri monastici: il monastero di Sant'Antonio a Florence in Arizona; il monastero della Theotokos a Dunlap in California; e il monastero di San Giovanni il Precursore a Goldendale nello stato di Washington.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi greco-ortodossa di San Francisco venne stata eretta il 17 maggio 1922[3] e costituiva una delle tre diocesi, assieme a quelle di Boston e di Chicago, dell'Arcidiocesi del Nord e Sudamerica con sede a New York. A causa di dispute interne, lo status di autonomia dell'Arcidiocesi venne revocato e le tre diocesi furono soppresse il 10 gennaio 1931[3].

Successivamente, per il costante e progressivo aumento di comunità greco-ortodosse, il territorio americano fu suddiviso in distretti (Archdiocesan districts), a capo dei quali furono posti dei vescovi titolari (Assistant Bishops) per la cura pastorale dei fedeli.

In seguito alla riorganizzazione delle chiese greco-ortodosse americane, il 15 marzo 1979[3] la diocesi di San Francisco fu ristabilita sotto l'autorità dell'arcivescovo d'America; il 20 dicembre 2002 la diocesi è stata elevata al rango di sede metropolitana.[4]

Cronotassi[3][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato relativo al 2017.
  2. ^ a b c d e Dal sito web dell'arcidiocesi.
  3. ^ a b c d Kiminas, The ecumenical patriarchate..., pp. 142-143.
  4. ^ Rev. Fr. Nektarios Morrow, New Charter for the Archdiocese Granted by the Ecumenical, Worldwide Faith News, 23 gennaio 2003. URL consultato il 1º maggio 2009.
  5. ^ Vescovo titolare dal 10 gennaio 1931.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ortodossia Portale Ortodossia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ortodossia