Metolazone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Metolazone
Metolazone.svg
Metolazone ball-and-stick.png
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC16H16N3O3S
Massa molecolare (u)g/mol
Numero CAS17560-51-9
Numero EINECS241-539-3
Codice ATCC03BA08
PubChem4170
DrugBankDB00524
SMILES
CC1NC2=CC(=C(C=C2C(=O)N1C3=CC=CC=C3C)S(=O)(=O)N)Cl
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
Orale
Dati farmacocinetici
Emivita14 ore
Indicazioni di sicurezza
Frasi H---
Consigli P---[1]

Il metolazone è un farmaco diuretico.

Indicazioni[modifica | modifica wikitesto]

È utilizzato come medicinale in cardiologia contro l'ipertensione, e fuori dal reparto specialistico più in generale contro la formazioni di un edema.

È della classe dei diuretici tiazidici e può anche essere utilizzato da solo o in associazione con un diuretico dell'ansa come la furosemide nello scompenso cardiaco. Inibisce i canali del sodio apicali del tubulo contorto distale. Può interferire anche con gli enzimi 17beta-idrossisteroide deidrogenasi (coinvolto nella sintesi dei glucocorticoidi) e la 15-idrossiprostaglandina deidrogenasi. Quanto l'interferenza su questi bersagli addizionali dia acconto per il suo effetto diuretico non è noto.

Controindicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Malattia di Addison, ipokaliemia refrattaria, iponatriemia.

Dosaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Ipertensione, 5 mg al giorno
  • Edema, 5–10 mg al giorno (dose massima 80 mg al giorno)

Farmacodinamica[modifica | modifica wikitesto]

I diuretici favoriscono l'eliminazione del liquido in eccesso nella circolazione sanguigna, attraverso la riduzione del NaCI e diminuendo di conseguenza la massimale e il precarico.

Effetti indesiderati[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni degli effetti indesiderati sono disturbi gastrointestinali, ipotensione, iponatriemia, ipokaliemia, cefalea, gotta, vertigini, nausea, iperuricemia, vomito, febbre, ipercalcemia, ipoglicemia, ipomagnesiemia, affaticamento, pancreatite, rash.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sigma Aldrich; rev. del 09.08.2012

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • British national formulary, Guida all’uso dei farmaci 4 edizione, Lavis, agenzia italiana del farmaco, 2007.
  • Lusofarmaco, Farmabank 2006, Salerno, momento medico, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]