Metirapone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Metirapone
Struttura chimica del metirapone
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolareC14H14N2O
Massa molecolare (u)226,274
Numero CAS54-36-4
Numero EINECS200-206-2
Codice ATCV04CD01
PubChem4174
DrugBankDB01011
SMILES
O=C(c1cccnc1) C(c2cccnc2) (C)C
Dati farmacologici
Modalità di
somministrazione
orale
Dati farmacocinetici
Emivita1,9 h ± 0,7
Indicazioni di sicurezza

Il metirapone è un farmaco usato nella diagnosi di insufficienza surrenalica e, occasionalmente, nel trattamento della sindrome di Cushing.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica wikitesto]

Il metirapone blocca la sintesi del cortisolo inibendo lo steroide 11β-idrossilasi. Questo stimola la secrezione di ACTH, che a sua volta aumenta i livelli plasmatici di 11-deossicortisolo.

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Il metirapone può essere usato nella diagnosi di insufficienza surrenalica. Il test con metirapone può essere di aiuto nel verificare le cause della sindrome di Cushing. Nella maggior parte dei pazienti con disfunzione dell'ipofisi e/o microadenoma ipofisario si riscontra l'aumento della secrezione di ACTH in risposta al metirapone, mentre in presenza di tumori che producono ACTH no. I macroadenomi pituitari non sempre rispondono al metirapone.

Usi sperimentali[modifica | modifica wikitesto]

Il metirapone è attualmente nei trial clinici sugli esseri umani per ridurre il ricordo di memorie emozionali in volontari sani. I volontari hanno mostrato una significativa compromissione della capacità di recuperare i ricordi con contenuto emotivo negativo, pur non alterando ricordi con contenuto neutro. Questo ha significative implicazioni per lo studio del processo di guarigione emotiva nel disturbo da stress post traumatico e l'utilizzo dello stesso come terapia. Per questo motivo nell'informazione non scientifica viene spesso nominato come pillola della felicità.