Metencefalo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Metencefalo
EmbryonicBrain.svg
Diagramma raffigurante le principali suddivisioni del cervello dei vertebrati durante l'embriogenesi
Anatomia del Gray(EN) Pagina 785
Nome latinometencephalon
SistemaSistema nervoso centrale
Identificatori
MeSHA08.186.211.132.810.428
TAA14.1.03.004
FMA62003
ID NeuroLexbirnlex_965

Il metencefalo è una vescicola dell'encefalo dei vertebrati, situata nella parte anteriore (o superiore) del rombencefalo, originata dallo sdoppiamento di quest'ultimo nell'individuo in fase embrionale[1][2].

Si suddivide a sua volta, nell'adulto, in una porzione ventrale definita il ponte di Varolio e una dorsale, il cervelletto; fra le due si apre la cavità detta quarto ventricolo[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Metencefalo sull'Enciclopedia Treccani
  2. ^ Rombencefalo sul Vocabolario Treccani

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Anastasi et al., Trattato di anatomia umana, Napoli, Edi. Ermes, 2006, ISBN 88-7051-285-1.
  • Bergamasco, Mutani, La Neurologia di Bergamini, Torino, Cortina, 2007, ISBN 88-8239-120-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]