Mervan Çelik

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mervan Çelik
Mervan Çelik Gençlerbirliği.jpg
Nazionalità Svezia Svezia
Altezza 177 cm
Peso 74 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Amed
Carriera
Giovanili
2001-2004Warta
2004-2006Häcken
2007-2008GAIS
Squadre di club1
2008-2011GAIS69 (18)
2011-2012Rangers5 (0)
2012GAIS14 (2)
2012-2013Pescara22 (4)
2013-2015Gençlerbirliği47 (7)
2015-2017Akhisar Belediyespor12 (0)
2017-2019Häcken32 (2)
2019Fatih Karagümrük10 (2)
2020GAIS23 (4)
2021-Amed13 (€)
Nazionale
2007-2008Svezia Svezia U-184 (0)
2008-2009Svezia Svezia U-196 (2)
2011-2013Svezia Svezia U-2114 (6)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 settembre 2021

Mervan Çelik (Göteborg, 26 maggio 1990) è un calciatore svedese, attaccante dell'Amed.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato in Svezia da genitori turchi[1] di origine curda, quindi possiede anche il passaporto turco.[2] Non ha mai giocato con la Nazionale maggiore svedese: per questo motivo è convocabile sia dalla Svezia che dalla Turchia.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

GAIS e Rangers[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2008 al 2011 milita in Allsvenskan nel GAIS, squadra con sede a Göteborg. Il 20 gennaio del 2012 si trasferisce ai Rangers di Glasgow. Meno di due mesi dopo, a marzo, Çelik lascia gli scozzesi d'accordo con la società, tornando in Svezia al GAIS.

Pescara[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 2012 il GAIS ufficializza la cessione del giocatore al Pescara.[3] Esordisce in Serie A il 26 agosto 2012 nella sfida persa in casa 0-3 contro l'Inter.[4] Il 16 settembre segna il suo primo gol, alla Sampdoria, dopo pochi istanti dal suo ingresso in campo.[5] Relegato praticamente ai margini della squadra con Stroppa, trova invece continuità con il nuovo allenatore Bergodi. Chiude la stagione realizzando altri 3 gol contro Catania, Fiorentina e Siena ma non basteranno per la salvezza del Pescara.

In Turchia[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 luglio 2013 passa quindi al Gençlerbirliği in Turchia. Debutta con la sua nuova squadra il 17 agosto per la prima giornata di Süper Lig nella trasferta contro il Çaykur Rizespor (1-0). Il 15 marzo mette a segno la sua prima rete nella vittoria per 2-1 contro l'Elazığspor.

Dopo due stagioni, 58 presenze e 9 gol tra campionato e coppe viene ceduto all'Akhisar Belediyespor, continuando così a giocare nella Süper Lig turca. Dopo solo 5 presenze in campionato rescinde il contratto. L'anno seguente, tuttavia, viene nuovamente tesserato dalla società turca.

Rientro in Svezia[modifica | modifica wikitesto]

Çelik torna a giocare in Allsvenskan nell'agosto 2017 firmando un contratto con un'altra società della città di Göteborg, l'Häcken.[6] Firma due poker di reti nell'edizione 2018-2019 di Coppa di Svezia realizzati rispettivamente ai danni di squadra di categoria minore come Växjö United (5-0)[7] e Brage (6-1).[8] Dopo aver espresso pubblicamente la propria insoddisfazione per lo spazio concessogli dal tecnico Andreas Alm,[9] nel luglio del 2019 rescinde il contratto a stagione in corso.[10] La sua parentesi in giallonero si chiude con 2 reti in 32 presenze, gran parte delle quali ottenute partendo dalla panchina in poco più di un anno e mezzo di permanenza.

Finisce l'anno 2019 tornando in Turchia, con il contratto offertogli dal Fatih Karagümrük: la squadra militava nella seconda serie nazionale e in rosa annoverava già gli svedesi Erkan Zengin, Stefan Silva e Alagie Sosseh.[11]

Nel gennaio 2020 rescinde con i turchi e torna in Svezia con un accordo annuale con la sua vecchia squadra del GAIS, militante nel frattempo nella seconda serie svedese da anni.[12]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Tra il 2011 e il 2013 ha fatto parte della Svezia Under-21.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate all'8 maggio 2013.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2008 Svezia GAIS A 8 0 CS 0 0 - - - - 8 0
2009 A 7 1 CS 1 0 - - - - 8 1
2010 A 27 3 CS 2 0 - - - - 29 3
2011 A 27 14 CS 2 0 - - - - 29 14
2011-2012 Scozia Rangers SPL 5 0 SC+SLC 1+0 0+0 UCL+UEL 0+0[13] 0+0 - - 6 0
2012 Svezia GAIS A 14 2 CS 0 0 - - - - 14 2
Totale GAIS 83 20 5 0 88 20
2012-2013 Italia Pescara A 22 4 CI 1 0 - - - - 23 4
Totale carriera 110 24 7 0 0 0 117 24

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Häcken: 2018-2019

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mervan Çelik su uefa.com
  2. ^ Mervan Çelik su transfermarkt.it
  3. ^ Mervan till Pescara[collegamento interrotto] Gais.se
  4. ^ lastampa.it, Inter a valanga, 0-3 a Pescara, su lastampa.it, 26 agosto 2012. URL consultato il 7 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2016).
  5. ^ ilsecoloxix.it, Samp, espugnata Pescara, su ilsecoloxix.it, 23 settembre 2012. URL consultato il 7 gennaio 2013.
  6. ^ (SV) fotbolltransfers.com, Officiellt: Celik och Ranégie till BK Häcken, su fotbolltransfers.com, 11 agosto 2017. URL consultato l'11 agosto 2017.
  7. ^ Vaxjo United 0-5 Hacken, soccerway.com
  8. ^ Hacken 6-1 Brage, soccerway.com
  9. ^ (SV) expressen.se, Mervan Celik: ”Är besviken på Alm”, su expressen.se, 15 maggio 2019. URL consultato il 15 maggio 2019.
  10. ^ (SV) fotbollskanalen.se, Officiellt: Celik bryter kontraktet med Häcken: "Blev inte som vi hade tänkt oss", su fotbollskanalen.se, 18 luglio 2019. URL consultato il 18 luglio 2019.
  11. ^ (SV) fotbolltransfers.com, Officiellt: Mervan Celik klar för Fatih Karagümrük, su fotbolltransfers.com, 10 agosto 2019. URL consultato il 10 agosto 2019.
  12. ^ (SV) expressen.se, Storvärvning i superettan: ”Äntligen fick vi vår Mr X", su expressen.se, 28 gennaio 2020. URL consultato il 28 gennaio 2020.
  13. ^ Nei play-off.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]