Mercuzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mercuzio
UniversoRomeo e Giulietta
Nome orig.Mercutio
Lingua orig.Inglese
AutoreWilliam Shakespeare
Interpretato daJon Becraft, John McEnery, Harold Perrineau Jr., Luca Giacomelli Ferrarini, Christian Cooke
SessoMaschio
AffiliazioneFamiglia del principe
Luca Giacomelli Ferrarini interpreta Mercuzio nel musical di David Zard "Romeo e Giulietta Ama e cambia il Mondo"

Mercuzio è un personaggio immaginario del famoso dramma di William Shakespeare Romeo e Giulietta. Figlio del Principe, il signore della città-stato di Verona, è buon amico dei Montecchi, in particolar modo del giovane Romeo. Mercuzio ha la caratteristica di esibirsi in lunghi discorsi suggestivi, ed è ritenuto essere uno "spirito libero".

Ruolo[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che Romeo viene sfidato da Tebaldo, Mercuzio si aspetta che l'amico ingaggi il duello. Tuttavia, Romeo rifiuta di combattere, considerando Tebaldo un parente per via del matrimonio segreto con Giulietta. Mercuzio, indignato dalla sua “calma, vile, disonorevole sottomissione”, decide di combattere lui stesso. Romeo, non volendo che nessuno dei due venga ferito, interviene, permettendo involontariamente a Tebaldo di colpire mortalmente Mercuzio, che muore pronunciando la celebre maledizione "una pestilenza su entrambe le vostre famiglie". Per vendetta, Romeo uccide Tebaldo e viene esiliato da Verona.

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

L'origine del nome potrebbe provenire da "mercuriale", per sottolineare un carattere mutevole e imprevedibile. Mercurio, nella mitologia romana, era il messaggero degli dei, dalle caviglie alate.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN52782161 · LCCN (ENsh88002969 · GND (DE129940720 · J9U (ENHE987007539253105171 · WorldCat Identities (ENviaf-52782161
  Portale Teatro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di teatro