Merceologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La merceologia è una disciplina che, con un approccio scientifico, si occupa dello studio, della produzione, delle caratteristiche e dell'uso delle merci.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prima edizione del Vorbereitung zur Waarenkunde (1793).

Il primo testo sull'argomento fu Vorbereitung zur Waarenkunde (Preparazione alla Merceologia) di Johann Beckmann del 1793[1]. All'inizio della rivoluzione industriale Beckmann, che coniò anche il termine tecnologia, volle ideare una disciplina che desse informazioni sulle merci e sulla loro produzione agli operatori economici. Appena mezzo secolo più tardi la merceologia era già un àmbito importante degli studi commerciali: la materia, che nel frattempo si era diffuso in tutta Europa, fu insegnata nelle scuole di Anversa (1852), Parigi (1861) e Venezia (1868)[1], che nel frattempo allargarono il proprio ambito di insegnamento all'analisi chimico-fisica delle merci in funzione anti-sofisticazione. Successivamente le Scuole di commercio si trasformarono in facoltà economiche e commerciali, dando origine - a partire dagli anni sessanta del XX secolo, a nuove discipline come la tecnologia dei cicli produttivi. Dagli anni settanta del Novecento, inoltre, l'analisi merceologica ha spostato il proprio punto di attenzione verso i cicli di produzione, analizzando sotto il profilo quantitativo e qualitativo[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Ottilia De Marco, Le Merci e la Merceologia: passato presente e futuro - Nascita, sviluppo e trasformazione della Merceologia, Facoltà di Economia, Dipartimento di Scienze Geografiche e Merceologiche
  2. ^ Ottilia De Marco, Le Merci e la Merceologia: passato presente e futuro - La Merceologia in Italia, Facoltà di Economia, Dipartimento di Scienze Geografiche e Merceologiche

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

economia Portale Economia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di economia